Utente
Salve a tutti.
Sono una signora di 44 anni due anni fà ho iniziato ad avere dolori alla coscia destra davanti e dietro, all'inguine, dolore al fondo schiena. Ho fatto una TC RACHIDE LOMBOSACRALE SPAZIO INTERSOMATICO O METAMERO AGGIUNT. Sono stati studiati gli spazi intersomatici ed i rispettivi contigui corpi vertebrali a livello L1-L2. L2-L3, L3-L4,L4-L5,L5-S1.
L'esito è:
"In corrispondenza dello spazio intersomatico L1-L2 non si rilevano sostanziali modificazioni delle dimensioni del canale spinale nè del disco intervertebrale.
Ernia intraspongiosa a carico della limitante somatica inferiore di L1.

In corrispondenza dello spazio intersomatico L2-L3 non si rilevano sostanziali modificazioni delle dimensioni del canale spinale nè del disco intervertebrale.
Ernia intraspongiosa a carico della limitante somatica inferiore di L2.

In corrispondenza dello spazio intersomatico L3-L4 non si rilevano sostanziali modificazioni delle dimensioni del canale spinale nè del disco intervertebrale.

In corrispondenza dello spazio intersomatico L4-L5 lieve riduzione di ampiezza del canale spinale; modifica potrusione di scale simmetrica.

In corrispondenza dello spazio intersomatico L5-S1 non si rivelano sostanziali modificazioni delle dimensioni del canale spinale; modifica potrusione discale simmetrica.

Non si rilevano alterazioni strutturali ossee a focolaio nè tumefazioni delle parti molli paraspinali."

C'è una cura che faccia passare questa ernia intraspongiosa? Se c'è, qual'è?
Attendo dei consigli al più presto, vi ringrazio.

[#1]  
Dr. Giuseppe Coli'

32% attività
16% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
GALLIPOLI (LE)
LEQUILE (LE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente, in tutto il referto RMN che ci ha riportato, si rileva semplicemente una discopatia in L4-L5 ed in minor misura in L5-S1. Il resto del referto non indica nulla di patologico perchè le ernie intraspongiose di Schmorl non hanno nessun significato. Infatti le ernie intraspongiose si dirigono, verso l'alto o verso il basso, all'interno dei corpi vertebrali e non posteriormente dove invece si trova il midollo spinale con le radici nervose. Solo queste possono dare sintomatologia dolorosa comprimendo appunto le strutture nervose.
I suoi disturbi devono essere valutati con un buon colloquio clinico e visita specialistica che le consiglio di prenotare con un collega ortopedico della sua zona. Cordialità
Dr. Giuseppe Colì
Specialista Ortopedico
Malattie metaboliche dell'osso
Ex responsabile centro Osteoporosi