Utente
Salve, mi chiamo alessio, ho 20 anni e ho bisogno di un vostro consulto.

Da un pò di tempo sentivo un dolore al ginocchio quando scendevo le scale oppure stando seduto per molto tempo. Dopo una risonanza magnetica, il dottore mi ha diagnostico una condropatia femore rotulea.Tengo a sottolineare che faccio un pò di pratica sportiva (basket) e ovviamente quando giocavo mi faceva male, così ho staccato subito. La cosa che mi ha rimasto perplesso, è la cura del medico, nonostante sia specializzato in traumatologia sportiva e abbia operato tanti sportivi con ottimi risultati. Il medico mi ha prescritto CARTILAGINE DI SQUALO per 3 mesi, cyclette senza carico e corsa lenta non su strada per 3 mesi. Proprio quest'ultima mi rimane perplesso. ieri ho provato la cyclette e sinceramente i risultati si sentono quasi da subito, però ho paura di correre, dato che su alcuni forum, si dice che la corsa è una delle principali cause della condropatia.

E' possibile che il medico si sia sbagliato??? Ho tanta voglia di recuperare per ritornare a giocare a basket.

Vi prego rispondetemi al più presto

Grazie mille in anticipo

Cordiali saluti

Alessio

Per favore

[#1]  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
PAVIA (PV)
PARMA (PR)
PIACENZA (PC)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
RHO (MI)
CIGLIANO (VC)
MATERA (MT)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Purtroppo non si può rispondere.
Come faccio a dirLe se il medico si è sbagliato, se non La conosco e non La posso visitare?
In ogni caso, non ho capito perché dice che il medico si è sbagliato.
La diagnosi è compatibile con i disturbi che Lei descrive, e la terapia che Le ha prescritto è consona.
Cos'è che non Le torna?
In ogni caso la condroptia femoro-rotulea non è aggravata dalla corsa: può tornare a correre liberamente, MA SOLO se il ginocchio non è infiammato, gonfio o dolente.

In questi casi è meglio sospendere qualunque attività.
Un altro sport che Le farà molto bene è il nuoto, evitando la rana.

Distinti saluti
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore per la risposta velocissima. Il mio dubbio non era sulla diagnosi ma sulla terapia. Il medico mi ha prescritto, oltre alla cyclette, la corsa non su strada. Volevo sapere se la corsa come terapia è adatta a questo tipo di problema???

le porgo i miei più cordiali saluti

[#3]  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
PAVIA (PV)
PARMA (PR)
PIACENZA (PC)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
RHO (MI)
CIGLIANO (VC)
MATERA (MT)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
La corsa NON è una terapia.
La domanda è: con una condropatia femoro-rotulea SI PUO' correre o NON SI PUO' correre?

La risposta, come Le ho già scritto, è la seguente:
SI PUO' correre. La corsa non è controindicata con un problema come il Suo.
SOLO quando il ginocchio è gonfio o dolente, Lei deve evitare di correre.
In tutti gli altri casi può.
Quello che Lei deve evitare è il nuoto a rana, lo step, lo squatting, la leg press.

Distinti saluti
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it