Utente
Salve,sono un uomo di 43 anni ho praticato body building intensamente per 20 anni ora mi alleno sempre ma con meno intensità più per mantenimento e benessere fisico,ho sempre sofferto di un leggero dolore spalla dx a periodi che riuscivo a calmare con solo creme antidolorifiche e continuavo ad allenarmi lo stesso meno intensamente, so che sbagliavo avrei dovuto fermarmi e fare un controllo e curare spalla ma per via del agonismo ho sempre tenuto duro e riuscivo lo stesso ad allenarmi,ora dato che questo dolore persiste ho deciso di fare una risonanza magnetica e mi ha dato questo esito:
RM spalla dx
Acromion di tipo III.
7mm l'ampiezza dello spazio sottoacromiale.
Ipertrofica la capsulain sede acromion-claveare.
Osteofiti marginali sporgono dalla limitante inferiore dell'estremità laterale della clavicola.
Disomogeneo per tendinosi ma non interrotto il tendine del muscolo sottoscapolare.
Nulla da segnalare a carico del tendine del capo lungo del muscolo bicipite.
Il tendine del muscolo sovraspinoso è è assottigliatoe disomogeneo per tendinosi ma non si può escudere una rottura parziale del parziale III posteriore.
Rottura totale del tendine del muscolo sottospinoso con retrazione del tendine a livello dell'acromion.
Regolari i cercini glenoidei.
Non alterazioni ossee strutturali.
Ipotrofico il muscolo sottospinoso.
Modesta quantità di liquido nella borsa sottodeltoidea e sottoacromiale.
Chiedo a voi specialisti e da operare questa spalla o si può curare facendo delle terapie adatte, siamo sicuri che avro miglioramenti e non peggioramenti io voglio continuare ad allenarmi! a detta di tanti mi sconsigliano per eta che ho e zona incognita che e la "spalla"? Vi ringrazio anticipatamente dell'attenzione e attendo una vostra risposta, cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)
FAENZA (RA)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile utente, le consiglio prima di tutto una visita ortopedica per valutare il grado di lesione e correlarlo con i test che lo specialista deve eseguire per saggiare la funzionalità della spalla. In teoria, una lesione così importante di uno dei tendini della cuffia richiederebbe un intervento chirurgico di riparazione, a meno che il tendine non sia così "ritirato" e il muscolo così "atrofizzato" da non rendere possibile la riparazione, con ovvie ripercussioni sulla funzionalità della spalla odierna e futura. Quindi per adesso le consiglio riposo fino a quando si farà visitare, il prima possibile. Cordiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it