Utente
Gentili Dottori buongiorno,
sono un ragazzo di 33 anni. In data 07/01/2008 ,in seguito a giramenti di testa ricorrent,i ho effettuato una risonanza magnetica in cui mi è stata riscontrata una protrusione cervicale.

L'ultimo referto 28/04/010: Congenitamente normali i diametri sagittali del canale e del saccodurale.
Regolare la morfologia del midollo e degli spazi subaracnoidei perimidollari.
Da C4-C5 a C6-C7 sono apprezzabili alterazioni degenerative discali che si associano a modificazioni spondilosiche ed uncoartrosiche.
Il segmento rachideo ha perso la fisiologica lordosi per assumere andamento rettilineo.
A livello C3-C4 appare pressoche invariata la lieve protusione discale posteriore paramediana destra al confronto con un esame precedente eseguito in data 07/01/2008.
Del tutto invariata anche la protusione discale posteriore paramediana destra con impronta sul sacco durale.
Nessuna altra alterazione a livello cervicale, alle formazioni anatomiche della cerniera cranio-vertebrale ed encefalo-midollare ed ai primi metameri di rachide e midollo dorsali.

L'elettromiografia della spalla e del braccio sinistro effettuata il 19/07/010 e la risonanza magnetica del tratto lombo-sacrale del 20/04/012 non hanno evidenziato problemi.

Tra il 2008 e il 2010 ho iniziato ad allenarmi in palestra. Dopo qualche settimana, durante un esercizio con i manubri (spinte in alto per le spalle) ho avvertito un tremendo dolore nella zona centro/sinistra della schiena (come uno strappo). Il dolore è durato per circa due mesi e aumentava piegando il collo a destra, sinistra e verso il basso.
Dopo una cura a base di antinfiammatorio ho praticato ginnastica posturale e poi il nuoto.
Un infortunio del genere non è più capitato ma i fastidi nella zono cervicale, sulle spalle e nella parte centro/sinistra della schiena vanno e vengono (soprattutto con sforzi eccessivi o il condizionatore acceso), come anche il formicolio alla mano e al polpaccio sinistro.

Vorrei riprendere regolarmente la normale attività di palestra, PESISTICA COMPRESA, devo avere attenzioni particolari e limitazioni? Ci sono ESERCIZI CHE POSSO FARE ED ALTRI CHE NON POSSO FARE (es. squat)?
Sarebbe meglio dedicarsi al nuoto, lo yoga, la ginnastica posturale?
A quale tipo di specialista devo rivolgermi per capire come MANTENERE UNA BUONA FORMA FISICA SENZA FARMI DEL MALE? Ortopedico, neurologo, fisiatra, osteopata?
Grazie anticipatamente.
Cordiali saluti

[#1]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Egr. signore il medico idoneo è lo Specialista Ortopedico in prima istanza.
Quindi subentra il medico specialista Fisiatra, specialista in Medicina fisia e riabilitativa, in ginnastica medica, in kinesiterapia .
Il nuoto certamente come l' attività motoria della colonna vertebrale con mirati esercizi di
attivazione del rachide.( che lei chiama ginnastica posturale ) le faranno solamente bene.
Poi deve eseguire dei presìdi di terapia fisica .
Cordiali saluti
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -