Utente
Gentili dottori,
Vorrei un vostro parere in merito a tale situazione.
Nell'anno 2000, ho svolto una risonanza magnetica, con questo responso :
marcati fenomeni degenerativi, sono evidenti a carico del corno posteriore del menisco interno nel cui contesto si apprezza una fissurazione che intreseca sul versante tibiale.
Non sono evidenti altre lesioni, legamenti ok.
Sottile quota di versamento libero endo-articolare.

Nel 2013, sempre a tale ginocchio destro, ho fatto una nuova risonanza, con questo responso :
rottura incompleta del corno posteriore del menisco interno a prelevamente intresicazione sul versante tibiale.

Contestualmente, ho fatto anche una risonanza al sinistro e riporta la seguente dicitura : fenomeni degenerativi del corno posteriore del menisco interno, condropatia di alto grado del versante troclale femorale.

Vorrei aver quindi la vostra opinione in merito, se è il caso di operare o meno, quale fare prima e via dicendo.Un vostro consiglio quindi generale.

grazie

[#1]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile signora certamente solo visitando il suo ginocchio , valutando la sua sintomatologia clinica e funzionalità articolare e studiando la rmn e le radiografie in merito si può dare la giusta diagnosi e il corretto programma terapeutico.
Il referto parla di alto grado di condropatia, sarà vero? in che zona è questa condropatia? E' da trattare chirugicamente o meno?
Ogni dettaglio va esaminato bene e visionato dallo specialista ortopedico. Che cure ha eseguito sin'ora?
Uno specialista ortopedico le dirà ogni cosa, se necessario dovrò fare dei trattamenti idonei farmacologici e di fisiochinesiterapia , dopo si valuterà come risponde il suo ginocchio e stabilire se queste processi degenerativi del menisco e della cartilagine articolare vanno trattati chirurgicamente.


Cordiali saluti
alessandrocaruso.me@katamail.com
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2] dopo  
Utente
secondo l'ortopedico che mi ha visitata è da operare..
Per questo volevo sentire un secondo parere. Mi hanno detto che farmaci o fisioterapia sarebbero assolutamente inutili.
Ovviamente ho dolore al ginocchio, è spesso gonfio, e molte volte mi si "blocca"

[#3]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile signora certamente se il collega ortopedico, valutandola clinicamente ha riscontrato la necessità dell'intervento chirugico, è bene che sei si operi in artroscopia per questa meniscectomia selettiva .
In effetti risulta una fissurazione del menisco interno e poi " il blocco del ginocchio" è significativo di una lesione meniscale.
Certo su un menisco usurato: meniscosi, si sarà instaurata poi una fissurazione, una ulteriore lesione traumatica con rottura incompleta del menisco mediale.
Con tutta la sintomatologia clinica conseguenziale.
Si operi signora al piu' presto ed in bocca al lupo!
Nulla di preoccupante, una meniscectomia parziale e selettiva in anestesia spinale o locale; stabilira poi l'ortopedico che la opererà.
Dopo dovrà fare fisiochinesiterapia riabilitativa.

Cordiali saluti
alessandrocaruso.me@katamail.com
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -