Utente
Salve,

Ho lesionato tendine di achille. Sono sotto trattamento incruento, per 3 settimane ho avuto gamba in gesso in equinismo. Oggi ho levato gesso e mi e' stato detto che terapia clinicamente va bene.
Il dottore mi ha detto di deambulare con due stampelle per 30 giorni con carico a tolleranza ed utilizzo di scarpa con un po di tacco; Alla fine dei 30 giorni dovrei "guarire", cosi mi e' stato detto.

E' un protocollo standard? La terapia incruenta puo dare buoni risultati paragonabili ad intervento chilurgico?

Grazie,

Alex.

[#1]  
Dr. Antonio Valassina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
ALBANO LAZIALE (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Il trattamento dipende dalle condizioni generali del paziente e dalla classificazione della lesione.
Cordialita'
Dr. A. Valassina
Nota:informazione web richiesta dall'Utente senza visita clinica; non ha valore di diagnosi, trattamento o prognosi che si affidano al medico curante

[#2]  
Dr. Silvio Boer

28% attività
16% attualità
16% socialità
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
In Medicina ma in modo particolare in Ortopedia non ci sono protocolli standard da adattare in modo indistinto a tutti i pazienti ma casi clinici di singole persone che hanno dei problemi e che singolarmete vanno diagnosticati, valutati e trattati caso per caso. In genere quando esiste una lesione del Tendine d'Achille a seconda del grado e delle esigenze del singolo paz viene data o meno una indicazione chirurgica o incruenta. Nel suo caso quindi non era probabilmente indicata una soluzione chirurgica e la guarigione potrà perfezionarsi nel restante tempo che le rimane. Calcoli comunque che i tempi in genere di recupero sono sempre abbastanza lunghi ed in genere necessitano di rieducazione funzionale con personale esperto e qualificato si ache si tratti di tendini operato o guariti in modo incruento. Cordiali saluti , Dr.Silvio BOER
Dr. Silvio BOER
Specialista ORTOPEDIA e TRAUMATOLOGIA
Ex Medico Sociale Hockey Club ValPellice

[#3] dopo  
Utente
Grazie mille per suo feedback. Il mio caso e' un po particolare:

Infortunio avvenuto all'estero giocando a tennis scorso 22 settembre, trattato erroneamente per 2 sett. come semplice strappo muscolare. Dopo due sett. ho fatto risonanza magnetica che ha diagnosticato una quasi totale rottura type 2-3 gap 3cm-3, 5cm del tendime di achille sx. Rietrato di emergenza in italia il 9 ottobre mi sono recato ad un pronto soccorso di un ospedale ortopedico dove mi hanno messo in lista di attesa per ricovero in differita per intervento di tenorrafia.

Il 15 ottobre sono stato ricoverato, ma alla visita pre operatoria medico ortopedico specialista del piede ha valutato clinicamente che trattamento incruento poteva avere risultati soddisfacenti evitando rischi collaterali di una operazione. In tale occasione mi e' stato spiegato che talvolta delle tendinopatie danno errori negli esiti delle risonaze magnetiche! Che significa?

Alla visita di controlo dopo aver levato gess, mi hanno spiegato che operare dopo settimane da infortunio ( nel mio caso quasi 4 ), poteva presentare rischi sulla buona riuscita.

Secondo lei alla fine dei 30 giorni riusciro a camminare senza stampelle?

Dal punto di vista sportivo potro avere delle ripercussioni?

Grazie,

Alex

[#4]  
Dr. Silvio Boer

28% attività
16% attualità
16% socialità
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Solo chi la ha visitata e ha potuto clinicamente valutare le sue condizioni è in grado di darle le corrette indicazioni e comunque non essendo Lei stato sottoposto ad intervento chirurgico inizialmente quello che maggiormente conta allo stato attuale e' un programma di recupero funzionale con personale qualificato Fisioterapico che la segua in modo continuativo sotto le indicazioni dell'Ortopedico di fiducia.
La valutazione delle ripercussioni in ambito sportivo va di pari passo con il suo recupero e comunque anche in questo caso passa attraverso una graduale ripresa del gesto atletico a seconda del tipo di sport e del carico in funzione anche della superficie di gioco. Assolutamente da evitare terreni sintetici nel caso del tennis. Con l'augurio di un pronto recupero, Cordiali saluti Dr. Silvio BOER
Dr. Silvio BOER
Specialista ORTOPEDIA e TRAUMATOLOGIA
Ex Medico Sociale Hockey Club ValPellice

[#5] dopo  
Utente
Salve,

Ho fatto una rmi per verificare come stia andando la mia guarigione. Attendo di discutere referto con ortopedico.

Il referto recita:

"Si rilevano esiti di pregressa lesione del tendine di achille. Il tendine presenta in atto diffusa e disomogenea alterazione del segnale ed esteso incremento del calibro. E' presente modesto edema del peritenonio. Non si rilevano altre lesioni tendinee o ligamentose. Non si evidenziano lesioni ostecondrali a focolaio. Si apprezza sfumato edema delle parti molli retrocalcaneari."

Sto guarendo bene? O mi devo preoccupare? Protrebbe spiegarmi cosa significa?

Grazie,

Alex

[#6]  
Dr. Silvio Boer

28% attività
16% attualità
16% socialità
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Di norma siamo abituati a visionare l'esame vero e proprio e non è corretto esprimere giudizi sul solo referto scritto e per giunta senza mettere in relazione quanto riportato senza aver visitato il paziente. Le posso comunque genericamente dire che da quanto riportato il processo di guarigione della lesione tendinea sembrerebbe procedere bene e l'incremento del calibro è suggestivo per una riparazione. Da qui a capire bene i tempi e i modi di recupero occorre la visita competente del Collega che la ha in cura. Cordiali saluti, Dr.Silvio BOER
Dr. Silvio BOER
Specialista ORTOPEDIA e TRAUMATOLOGIA
Ex Medico Sociale Hockey Club ValPellice

[#7] dopo  
Utente
Grazie mille per suo feedback.

Ma cosa significa in parole semplici "il tendine presenta in atto diffusa e disomogenea alterazione del segnale"?

Grazie,

Alex

[#8]  
Dr. Silvio Boer

28% attività
16% attualità
16% socialità
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Si tratta di una definizione dell'interpretazione dell'immagine che evidenzia una lesione nella struttura del tendine e di un processo di riparazione del medesimo.
Dr. Silvio BOER
Specialista ORTOPEDIA e TRAUMATOLOGIA
Ex Medico Sociale Hockey Club ValPellice

[#9] dopo  
Utente
Salve,

Grazie mille per le sue risposte. Dopo tre settimane di gesso in equinismo, come indicato da ortopedico che mi segue dal 6 novembre tolto il gesso sto deambulando con due stampelle caricando a tolleranza aspettando la prox visita di controllo il 6 dicembre.

Ad oggi a piede scarico non riesco a fare flessione dorsale del piede, mentre riesco apparentemente a fare flessione plantare; quando provo a fare flessione dorsale sento un po tirare e come se tendine fosse rigido, ovviamente non forzo la flessione
questo puo essere in generale nella norma? Solo una questione di tempo?

Grazie mille, capisco che le mie sono domande che necessitano una visita ma a me basta anche una risposta di principio,

Alex

[#10]  
Dr. Silvio Boer

28% attività
16% attualità
16% socialità
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Ciò che riferisce è normale in un processo di guarigione e di recupero di una lesione tendinea del tendine di Achille ed il recupero può richiedere parecchio tempo. Segua i consigli che Le vengono dati dall'ortopedico che la ha in cura che sicuramente a breve le dirà di procedere ad un programma di rieducazione funzionale in palestra con personale qualificato. In questi casi è bene non avere troppa fretta.
Dr. Silvio BOER
Specialista ORTOPEDIA e TRAUMATOLOGIA
Ex Medico Sociale Hockey Club ValPellice

[#11] dopo  
Utente
Grazie mille.

Quali alimenti sono fondamentali da tenere nella dieta per "aiutare" il processo di guarigione dei tendini e garantire un corretto apporto nutritivo per essere sani?

Grazie,

Alex

[#12]  
Dr. Silvio Boer

28% attività
16% attualità
16% socialità
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Non vi sono alimenti specifici che inducano una migliore guarigione del tendine ma valgono le comuni buone regole di una sana alimentazione anche atte ad evitare un eventuale sovrappeso se presente. Eviti comunque cibi grassi ed ipercalorici e prediliga frutta e verdura con una buona idratazione. Utile l'esecuzione di automassaggio del piede e del polpaccio con una crema idratante.
Dr. Silvio BOER
Specialista ORTOPEDIA e TRAUMATOLOGIA
Ex Medico Sociale Hockey Club ValPellice

[#13] dopo  
Utente
Salve,

Grazie ancora per feedback. Sono indicazione del ortopedico ho incominciato a fare della fisioterapia: massagi, esercizi eccentrici e concentrici e laser terapia.

Quante sessioni minime di laserterapia sono consigliate per avere un buon esito?

La laserterapia e' utile in questi casi?

Grazie,

Alex

[#14]  
Dr. Silvio Boer

28% attività
16% attualità
16% socialità
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
La terapia con Laser può essere utile e le sessioni dipendono dal tipo di Laser e quindi deve essere il terapeuta che la ha in cura a dare le corrette indicazioni con il numero di sedute associate al recupero funzionale ed al decorso della guarigione.
Dr. Silvio BOER
Specialista ORTOPEDIA e TRAUMATOLOGIA
Ex Medico Sociale Hockey Club ValPellice

[#15] dopo  
Utente
Grazie mille. E' vero che una lesione del tendine d'achille trattata incruentamente puo presentare in generale statisticamente una percentuale maggiore di possibili rirotture rispetto ad un tendine trattato chilirgicamente?

Grazie,

Alex

[#16] dopo  
Utente
Salve,

Seguendo indicazioni del ortopedico da 10 giorni deambulo senza stampelle e scarpa con un po di tacco, con al momento:

una leggera zoppia , un senso di rigidezza residua del tendine ed un leggero dolore.

Il medico mi ha consigliato di fare esercizi concentrici/eccentrici, strecthing del tendine di achillle, ciclete e nuoto.

Da una settimana frequento un centro benessere/riabilitativo dove vado a giorni alterni, esluso il WE, facendo a sessione 20/25 min di cyclete + 1 hr di nuoto libero + 20 min di camminata in percorso acqua calda/fredda.

Dopo ogni sessione avverto un po di dolori al tendine, che comunque spariscono il giorno dopo.

Secondo lei tali dolori possono essere sintomo di un carico eccesivo? Protrei stressare troppo il tendine?

I giorni che non vado in piscina faccio esercizi eccentrici/concentrici usando entrambi I piedi solitamente due volte al giorno tre serie da 15 ripetizioni.

Ogni giorno faccio esercizi di strecthing.

Ho continuato a fare deI massagi per prevenire aderenze e laser terapia.

Puo darmi qualche ulteriore consiglio?

Grazie,

Alex

[#17]  
Dr. Silvio Boer

28% attività
16% attualità
16% socialità
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Tutto quello che riferisce fa parte di una corretta riabilitazione e quindi non necessita di altre indicazioni. Il tempo farà la sua parte e con calma riprenderà un normale recupero, Cordiali saluti, Dr,BOER
Dr. Silvio BOER
Specialista ORTOPEDIA e TRAUMATOLOGIA
Ex Medico Sociale Hockey Club ValPellice

[#18] dopo  
Utente
Grazie mille per il suo feedback.

Ho notato che all'altezza della lesione si e' formata una cicatrice che al tatto "si sente" come un prominenza/rilievo. Mi chiedevo se con il tempo tale rilievo scomparisse?

Ho letto che un tendine riparato conservativamente e piu soggetto a rirotturre! Cosa potrei fare in generale per minimizzare tale rischio?

Grazie ancora,

Alex

[#19] dopo  
Utente
Salve,

Dopo 3 mesi di trattamento incruento a seguito di lesione tendine di achille sinistro, ortopedico mi aveva dato ok a guidare ma dopo qualche giorno il piede si e' gonfiato ed a seguito di ecografia ho evidenza di una lesione parziale ( circa 1/4 sezione del tendine ispessito ).

Io ho una macchina con cambio manuale, puo atto di premere la frizione sollecitare troppo un tendine?

Posso con una lesione parziale premere pedale della frizione?

Guidando non avverto apparentamente fastidio.

Grazie,

Alex

[#20]  
Dr. Silvio Boer

28% attività
16% attualità
16% socialità
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Dopo 3 mesi dalla lesione è corretto lasciare libertà di movimento e dovendo scegliere sarebbe meglio usare una macchina con cambia automatico, ma in ogni caso non è la guida che può essere la causa di un peggioramento ed in effetti lei non riferisce fastidio in questa azione. E' bene comunque che continui un programma di rieducazione funzionale seguito da un Fisiatra in un centro attrezzato per la Fisioterapia. Cordiali saluti. Dr.Silvio BOER
Dr. Silvio BOER
Specialista ORTOPEDIA e TRAUMATOLOGIA
Ex Medico Sociale Hockey Club ValPellice

[#21] dopo  
Utente
Grazie mille,

Dopo il we passato al riposo con ghiaccio, usando scarpa con tacco non provo apparente dolore.

Ho il dubbio se andare domani a lavoro aspettando di fare visita ortopedica mostrando ecografia o cmq stare a riposo fin quamdo ortopedico non mi visita.

Potrei lesionare tendine ulteriormente camminando? Ora piede non e' piu gonfio!

Grazie,

Alex

[#22] dopo  
Utente
Grazie mille,

Dopo il we passato al riposo con ghiaccio, usando scarpa con tacco non provo apparente dolore.

Ho il dubbio se andare domani a lavoro aspettando di fare visita ortopedica mostrando ecografia o cmq stare a riposo fin quamdo ortopedico non mi visita.

Potrei lesionare tendine ulteriormente camminando? Ora piede non e' piu gonfio!

Grazie,

Alex

[#23] dopo  
Utente
Oggi visita ortopedica andata bene, ortopedico mi ha prescritto dei spessori per aumentare tacco !
Alla fine il tendine si era infiammato.

Avere l'abbitudine ogni sera guardando la tv di tenere piede con impacchi di ghiaccio puo aiutare a prevenire infiammazioni del tendine / gonfiore del piede?

Grazie,

Alex

[#24] dopo  
Utente
Salve,

3 volte a settimana faccio nuoto e devo dire che sento una senzazione positiva sul tendine! Da un punto di vista medico a cosa e' dovuto?

Grazie,

Alex

[#25]  
Dr. Silvio Boer

28% attività
16% attualità
16% socialità
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Sia l'effetto benefico del movimento dolce non traumatico del movimento in acqua associato al rinforzo muscolare senza il carico comporta una ottima fisioterapia con recupero della lesione. Prosegua le farà del bene non solo al recupero del tendine. Cordiali saluti, Dr.BOER
Dr. Silvio BOER
Specialista ORTOPEDIA e TRAUMATOLOGIA
Ex Medico Sociale Hockey Club ValPellice

[#26] dopo  
Utente
Grazie mille.

Quali sono gli effetti positivi della cyclette?

I giorni che nn nuoto faccio 10/20 minuti di cyclette.

Grazie,

Alex

[#27] dopo  
Utente
Da un referto che recita:

"From the impression of the MRI there is sign of achilles tendinosis and rupture of the achilles tendon, starting +/- 5 cm from the insertion of calcaneus, with a tendineous gap approximately 3-3, 5 cm ( type 2-3 ). Fluid collection and oedema is seen in the fat content kager's triangle and in the surrounding calcaneus posterior"

E' sintomatico di una rottura totale di un tendine di achille? Vorrei capire se una assicurazione puo' contestare rottura totale del tendine.

Grazie mille,

Alex

[#28] dopo  
Utente
Salve,

sono ormai 6 mesi da quando ho lesionato tendine di achille, trattato conservativamente. Lunedi il mio ortopedico si e' raccomandato di proseguire con ginnastica rinforzo muscolare: il mio dubbio fare nuoto ( stile libero / dorso / rana ) e ciclette....possono essere sufficienti come rinforzo muscolare?

grazie,

Alex

[#29]  
Dr. Silvio Boer

28% attività
16% attualità
16% socialità
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
E' corretto nel suo caso proseguire con il trattamento di rieducazione motoria e l'attività in special modo in scarico che sta eseguendo va bene e sufficiente per poter valutare il recupero della funzionalità del tendine. E' comunque solo il collega che lo ha in cura a poter fare una corretta valutazione nel suo caso. Cordiali saluti.
Dr. Silvio BOER
Specialista ORTOPEDIA e TRAUMATOLOGIA
Ex Medico Sociale Hockey Club ValPellice

[#30] dopo  
Utente
Grazie mille,

Dopo 6 mesi mi aspettavo un recupero migliore:mi illudevo che sarei tornato come prima. Ma ancora adesso sento che il mio piede non e' a posto! Cmq il dott.re mi ha detto che tra due mesi ( a distanza da 8 mesi da infortunio ) potrei incominciare a correre su tapis rouland.

E' nella norma impiegari cosi tanto a recuperare?

Grazie,

Alex

[#31] dopo  
Utente
Salve dottore,

E' passato oltre 1 anno dalla lesione al tendine dI achile ( settembre 2013 ). Ormai da almeno luglio 2014 sembra che abbia recuperato bene, anche se continuo a fare nuoto e raramente faccio un po di tapis rouland.

Mi trovo all'estero per lavoro e qualche settimana fa ho fatto risonanza maqnetica per la caviglia che recita:

"There is a fusiform thickening of the achiles tendon , maximal at approximately 7, 5 cm from insertion. This part of tendon measures 2.0 x 1.7 cm (TR x AP). There is subtle heterogeneity of the tendon at this level. The flexor , extensor and peroneal are normal. The tibiotalar and subtalar joints are unremarkable. The major ankle ligaments are intact.

Comment:

The fusiform enlargement of the achiles tendon would be in keeping with tendinopathy. Unable to identify any definite tear at this stage althought it is entirely possible that a partial tear has now healed"


Cosa significa? Sono guarito bene o devo stare attento a cosa faccio come sport?

Grazie,

Alessandro