Utente
due mesi fa durante na partita di pallavolo ho avuto la lussazione del mignolo sinistro cche prontamente ho raddrizzato. sono andata al pronto soccorso e mi e' stato immobilizzato, dopo qualche giorno in cui il dolore continuava mi e' stata praticata una radiografia che ha rilevato un frammento osseo piccolissimo vicino alla falangina che mi e' stato rimosso chirurgicamente e installata una stecca per l'immoblizzazione che ho tenuto per 20 giorni. con la rimozione della sutura mi e' stata assegnata terapia riabilitativa. ma a distanza di un mese il mignolo e' sempre gonfio e brucia. riesco a piegarlo dritto a pugno chiuso dopo un po' che ho iniziato la terapia riabilitativa consistente in bagnii in acqua calda con esercizi, applicazione di ghiaccio e esercizi con pallina di gomma ecc. ma il dolore ed il bruciore permangono nonostante gli antifiammatori. dopo la terapia, che pratico tutti i giorni, il dito sembra sgonfiarsi, ma dopo un po' torna allo stato di prima, e soprattutto la mattina successiva e' sempre piu' rigido, gonfio e dolorante. Sono esausta, soprattutto per la sofferenza che dura ormai da due mesi. Cosa posso fare?. grazie

[#1]  
Dr. Riccardo Busa

24% attività
0% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
RAVENNA (RA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Il distacco osseo parcellare anteriore (generalmente alla base della seconda falange) è indicazione indiretta di una importante lesione capsulare anteriore. Essenzialmente a distanza di due mesi occorre valutare in ambito specialistico la stabilità articolare del dito e la sua escursione attiva e passiva. Inoltre richiederei una nuova RX per valutare la conguenza e i rapporti articolari ed una ecografia per la valutazione dei legamenti collaterali e lo scorrimento dei flessori. Nella gran parte dei casi la risoluzione è non-chirurgica mediante applicazione di tutore dinamico e rieducazione appropriata.
Consiglio comunque visita specialistica.
Dr. Riccardo Busa
S.C. Chirurgia della Mano e Microchirurgia
Az. Osp./Univ. Policlinico di Modena

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore, ha inteso perfettamente dove ho avuto la lussazione. Infatti l'intervento chirurgico si e' reso necessario per la sola rimozione del minuscolo frammento osseo.
Credo proprio che faro' al piu' presto una nuova radiografia ed un'eco per andare a fondo del problema. Continuero' la fisioterapia anche se sono scettica sul ripristino totale della funzionalita'. grazie.