Utente
Gentili dottori,
Mia figlia, di quasi 8 anni, ha sempre avuto un modo di camminare sbagliato, ha camminato sulle punte fino a 3 anni compiuti, x questo aveva fatto visita ortopedica e neuropsichiatrica, ma non aveva niente né a livello muscolo-scheltrico né a livello neurologico, camminava sulle punte x una sua abitudine sbagliata. Progressivamente la situazione è migliorata, la bambina non cammina più in punta di piedi, ma cmq non ha una deambulazione "normale", appoggia prima l'avampiede, come se camminasse in discesa, e se è a piedi nudi in casa cammina ancora in punta! In tutto questo da un anno ha iniziato ad avere dolore con certi tipi di scarpe (scarpe tipo ballerine e alcuni sandali), infatti è evidente che cammina buttando i piedi "a caso" e appoggia il peso ul lato interno del tallone.
E' in grado di camminare bene ma non lo fa se non richiamata, in pratica dovremmo richiamarla ogni 3 passi. Quest'inverno, dopo una festa nella quale aveva corso parecchio con delle scarpe tipo ballerine ha avuto dolore al tallone tale da non poter camminare bene, il dolore in 2/3 gg è passato, ma le abbiamo fatto fare una visita FISIATRICA, dalla quale non è risultato niente, inoltre lei davanti al medico ha fatto la furba e ha camminato normalmente, e non come cammina di solito.
Ora da qualche giorno ha un forte dolore al tallone sinistro, va zoppa, il dolore è presente se cammina, ma non se sta ferma in piedi, e talvolta se cerca di "stirare" il piede verso il basso, con la punta in giù. Questo dolore, contrariamente a quanto era successo in passato, non passa minimamente e x questo siamo andato da un ortopedico pediatrico, che però non ci ha ascoltati molto... in ogni caso l'ha visitata e ha detto che è meglio fare una lastra visto che la bambina sembrerebbe avere molto dolore visto come cammina e non ha fatto altre ipotesi. Ha detto che deve camminare con delle scarpe che sollevino il tallone, ma lei anche con queste scarpe non si appoggia e salta su un piede solo. Io non so più cosa fare, anche perché per questa visita ortopedica ho speso parecchio solo x farmi dire di fare una lastra e di indossare scarpe che si stanno rivelando inutili.
La bambina al momento non pratica sport, ha fatto nuoto x tutto l'inverno, e ora la portiamo a fare passeggiate in bici (in bici non ha dolore), è in sovrappeso ma non obesa.
Grazie

[#1]  
Dr. Alessandro Formica

40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2012
Una volta esclusi , come da lei riferito , problemi di natura neurologica , penserei che l'origine di questa sintomatologia potrebbe essere riconducibile ad una fascite plantare associata ad un Morbo di Sever Blanke .In questo caso, siamo di fronte a una patologia che colpisce soprattutto i bambini in età compresa tra i 7 e gli 13 anni. Si tratta di una´infiammazione che riguarda la cartilagine di accrescimento del calcagno .
ll dolore è localizzato sul tallone e spesso è bilaterale e costringe il bambino a camminare sulle punte per non fare carico sui talloni
La diagnosi generalmente viene fatta sulla scorta dell’esame obiettivo e dell’anamnestica eccessiva sollecitazione funzionale ( la malattia è più frequente nei ragazzi che praticano sport o comuque sovrapeso ); alla visita si evidenzia evocabilità del dolore alla palpazione del calcagno in corrispondenza della sua tuberosità posteriore .
L’esame radiografico non sempre è dirimente e da tanti è ritenuto inutile; in uno studio del 2011, solo in 5 “piedi” su 134 con malattia di Sever fu possibile identificare anomalie radiologiche suggestive .
Comunque , per tranquilizzarla , le ricordo che generalmente la malattia di Sever è autolimitante e risponde bene al riposo funzionale e alla modifica dell’attività sportiva e perfino alla scelta di una calzatura più appropriata con talloniere morbide; utili gli esercizi di stretching dei muscoli del polpaccio.
Efficaci anche la crioterapia, il paracetamolo e i FANS , sempre previo consulto specialistico che confermi la diagnosi
Cordiali saluti
Dr Alessandro Formica
Dr. alessandro formica

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore.
Mia figlia ha appena fatto la radiografia e risulta che ha la spina calcaneale in entrambi i piedi. Ma è normale a 7 anni?????
Può essere dovuto a una camminata viziata?
Il referto dice:
"Indagine effetttuata comparativamente ssu entrambi i piedi.
Nella norma i rapporti articolari su tutto l'ambito esaminato, non alterazioni ostero strutturali focali litiche o addensanti a carico dei capi ossei esaminati ed in particolare il calcagno di sinistra. Non immagini riferibili a rime di frattura.
Spina calcaneale anteriore bilaterale.
Si consiglia valutazione ortopedica."
Ora cosa è meglio fare?

[#3]  
Dr. Alessandro Formica

40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2012
Una spina calcaneare è un segno radiografico indiretto di fascite plantare ma non patognomonico ...il che significa che molti pazienti possono avere una spina calcaneare senza alcun disturbo doloroso
Pertanto rimango convinto che la possibilità che si tratti di un Sever Blanke cioe un apofisite posteriore del calcagno sia l’ orientamento diagnostici piu giusto . Ad ogni modo in fase acuta il trattamento è simile ( come suggerito nel precedente consulto ) . Pero se si trattasse di un Sever Blanke .... il vantaggio sarebbe che la malattia guarisce non appena termina il processo di issificazione cioè intorno ai12 13anni ... in attesa di ciò ripeto calzature idonee ( cioe scarpe che abbiano sempre un tacco e possibilmente plantari con sarico calcaneare , crioterapia ( ghiaccio) , riposo funzionale ( cioe no attività sportiva )
Mi faccia sapere come va’
Cordiali saluti
Alessandro Formica
Dr. alessandro formica

[#4] dopo  
Utente
Le abbiamo già comprato della scarpe più rialzate e non le farò più usare le ballerine, nel frattempo riposo. Grazie.