Utente
Buongiorno, ho un problema alla tonsilla sinistra, la quale si presenta ingrossata e con dei punti bianchi del diametro di alcuni mm, solitamente si annidano in piccole cavità della tonsilla, questa situazione permane ormai da quasi due mesi, dopo aver fatto una tonsillite non eccessivamente dolorosa, mi sono rivolto a già due otorini, i quali mi hanno prescritto, amo- Amoxicillina + acido clavunalico
- Amoxicillina    
-Rovamicina + deltacortene + erdotin + tonimer hypertonic + biorinil e poi nasonex
-Tavanic 500,
-Benzilpenicillina
questi farmaci mi sono stati viavia prescritti quando non vedevano risultati, inoltre ho pure fatto una risonanza al massicciofacciale ,la quale ha evidenziato che ho i turbinali del naso infiammati.
Oltre ad avere questa tonsilla in queste condizioni con continuo pus che fuoriesce ho spesso raffreddori, e parecchio catarro, ieri ho fatto gli esami del sangue per verificare la VES, TAS , tampone mirato con coltura batterica, reumatest, vorrei sapere se secondo voi è possibile che nonostante i farmaci questo stato di infiammazione non passa. Ho sentito di iniezioni locali di farmaco direttamente in tonsilla, sono efficaci? L'otorino mi ha pure detto che con tutta probabilità dovrò toglierla, solo che in caso, vorrei che fosse rimossa con tecnica laser, solo che non conosco nessun centro che lo fa in Lombardia.
Grazie  

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Prima di tutto dobbiamo aspettare il risultato degli esami cui si è già sottoposto. Siamo sicuri che cio' che evidenza sulla superficie tonsillare sono placche o semplicemente residui di cibo che si incastrano nelle cripte tonsillari? Per quanto riguarda la tecnica chirurgica per l'asportazione delle tonsille, questa spetta allo Specialista, dopo una valutazione dello specifico caso clinico. Attendo i risultati degli esmi. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Dottore, grazie della risposta, l'otorino che mi ha visitato, ha eseguito la premitura della tonsilla ed e' emerso :
ipertrofia tonsillare di 2° grado criptica, flogosata e infettata , con spremitura nettamente positiva a sinistra, mentre il collo si presenta con adenopatia consensuale.
inoltre tramite controllo con lo strumento inserito dal naso, ha trovato ipertrofia adenoidea di 3° grado.
ho eseguito anche una RMA che ha ribadito appunto l'infiammazione, spero che se ci fosse stato qualcosa di preoccupante , si fosse visto tramite la risonanza!

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
D'accordo: si tratta di una tonsillite ed i linfonodi sono reattivi, ovvero su base infiammatoria. Malgrado l'età, persiste ancora del tessuto adenoideo ipertrofico. Penso che, purtroppo, debba sottoporsi ad un intervento chirurgico di adenotonsillectomia. Comunque, sarà, ripeto, lo Specialista che la segue a decidere la terapia piu' idonea per la risoluzione della patologia.
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
ma secondo lei puo' essere che l'infiammazione sia dovuta al fatto che mi hanno rimosso un'amalgaman dentaria senza aver otilizzato precauzioni, ed ho respirato il mercurio dell'amalgama, lo dimostra che il problema del raffreddore e del catarro retronasale, si e' presentato il giorno dopo l'intervento del dentista, in quanto fino al giorno precedente non avevo nessun problema e mai si erano presentati simili problemi!
secondo lei dovro' per forza rimuovere anche le adenoidi? non e' possibile che si disinfiammino con cure ?
ormai sono abbastanza sfiduciato in quanto non ho visto risultati soddisfacenti con le cure fatte.

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Caro Amico, comprenda che , a distanza, senza un esame clinico, non sono in grado di valutare il suo caso clinico. Lo scolo di muco retronasale non dipende certamente dall'interveto dell'Odontoiatra: è solo una coincidenza.
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
vede, le ho detto questo , perche' poi a distanza di un mese, effettuando continui sciacqui nasali , un giorni e' fuoriuscito materiale color argento , il tutto simile all'amalgama dentaria, e dato i problemi che spesso causa questo materiale, ho subito messo sotto accusa l'intervento del dentista

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Credo a cio' che mi dice. Purtroppo non conosco la professionalità del Dentista cui si è rivolto e le precauzioni adottate nel rimuovere l'amalgama dentale. Le consiglio, quindi, di rivolgersi all'Ospedale della sua città per sottoporsi a dei test specifici per il mercurio, l'argento, etc.
Dr. Raffaello Brunori

[#8] dopo  
Utente
gia' infatti era mia intenzione fare l'esame del capello per vedere la presenza di argento e mercurio nell'organismo.
un'ultima domanda ho da porle , secondo lei e' sempre necessario la rimozione delle adenoidi e delle tonsille nel mio caso? non si possono curare con farmaci mirati?
grazie

[#9]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Tentativi di terapia farmacologica per una infiammazione cronica adenotonsillare si puo' effettuare ma, ripeto, non conoscendo il suo caso clinico attraverso un'anamnesi ed un acurato esame clinico, non sono in grado in questa Sede di darle uno specifico parere. Intanto, aspettiamo il risultato delle analisi. Poi, dovrà mettersi nelle mani di uno Specialista di sua fiducia.
Dr. Raffaello Brunori

[#10] dopo  
Utente
grazie di tutto, le auguro tanti auguri per le prossime festivita'

[#11]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Ringraziandola, ricambio sinceri auguri di serenità e salute. Mi farà sempre piacere avere sue notizie in merito al suo problema di salute.
Dr. Raffaello Brunori