Utente
Gentili dottori,dopo varie visite orl anche fibroscopiche dai referti discordanti vorrei sapere da voi quale potrebbe essere la causa di un continuo scolo rinofaringeo (muco trasparente)e presenza di catarro a livello delle corde vocali,ho deviazione al setto ma siccome non ho sempre il naso ostruito ma diciamo che alterno naso chiuso/naso libero durante tutto il giorno alcuni otorini mi dicevano che potrei operarmi altri invece erano diametralmente discordi,cosa posso fare per avere un quadro reale e non incorrere in operazioni che potrebbero essere utili quanto inutili?da cosa può dipendere e come curare questo continuo naso tappato/stappato?
Grazie per il Vostro ottimo ed utile lavoro

[#1]  
Dr. Andrea Mezzoli

24% attività
0% attualità
0% socialità
RIMINI (RN)
LUGO (RA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
la deviazione settale (se dovesse esserci),sicuramente contribuisce all'insufficienza respiratoria nasale; ma il problema della continua produzione di secrezioni nasali e mucosa congestionata sono indipendenti dal setto. Potrebbero essere su base allergica,magari Lei fuma,oppure è allergico ad alcuni alimenti o inalanti atmosferici;difficile comunque valutare senza vedere il problema.
Le posso consigliare di eseguire lavaggi nasali con soluzione fisiologica tiepida tipo Lavonase;mentre per una terapia farmacologica sarebbe opportuno farsi visitare da un otorino di fiducia.
Cordiali saluti
Andrea Mezzoli
Andrea Mezzoli

[#2]  
Prof. Nicola Lombardo

20% attività
0% attualità
0% socialità
CATANZARO (CZ)
SOVERATO (CZ)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Come già Le ha detto il collega è difficile poter esprimere un parere esaustivo senza una valutazione endoscopica obiettiva. A livello ipotetico ritengo comunque che la presenza di una secrezione catarrale trasparente gelatinosa come da Lei riferito possa implicare la presa in carico di una probabile "sindrome da iperreattività specifica o aspecifica delle prime vie aeree". In tal caso una terapia con antistaminici topici o per via generale e/o una terapia con disodiocromoglicato possa costituire un valido supporto farmacologico al suo problema. Circa l'ipotesi chirurgica ritengo che possa essere presa in considerazione sia con un intervento di settoturbinoplastica che in alternativa con un intervento sui turbinati con le radiofrequenze. Cordiali saluti nicola lombardo

[#3] dopo  
Utente
Gentili dottori,grazie per i consuti.
il mio interessa maggiore è evitare un'operazione al setto che non sia l'effettiva risoluzione del problema,siccome i vari optorini che mi hanno visitato erano tra loro discordi circa la necessità dell'intervento vorrei capire se ci sono esami strumentali che possono individuare le cause dei miei problemi o se la fibroscopia è l'unico mezzo di valutazione.Quando dico che il naso mi si tappa e mi si stappa molto medici mi hanno detto che quindi il problema non è del setto perchè essendo un osso se da problemi li da costantemente non a volte si ed altre no!grazie anticipatamente

[#4]  
Dr. Alessandro Valieri

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)
CODIGORO (FE)
RAVENNA (RA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro paziente,
concordo con i colleghi nel dire che l'alternarsi di pervietà delle fosse nasali deponga più per una rinite vasomotoria che per una stenosi da deformità settale. Per sapere come poter risolvere i Suoi disturbi con tecnologie d'avanguardia, in modo non invasivo, può visitare il sito del mio Centro: www.medicinapontenuovo.it
Dr. ALESSANDRO VALIERI
*Centro Laser Chirurgia Emilia e Romagna*
www.alessandrovalieri.it

[#5]  
Dr. Domenico Cifarelli

24% attività
0% attualità
4% socialità
MATERA (MT)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2003
Gentile utente, per la risoluzione del suo problema occore fare una diagnosi, prima di qualunque terapia: dovrà in sostanza sottoporsi, oltre alla visita ORL, a rinomanometria anteriore di base e dopo decongestione (per quantificare la sua ostruzione nasale e l'importanza della deviazione settale)ed a tests allergometrici cutanei per aeroallergeni. In caso di negatività di questi ultimi dovrà eseguire una citologia nasale.
Auguri
Domenico Cifarelli
Domenico Cifarelli
Otorinolaringoiatra
Allergologo