Utente
Salve il mio bimbo di tre anni soffre di otite media seriosa, causata ad adenoidi ipertrofiche, siamo in lista per l’intervento di adenoidectomia, ma nell’attesa non so come poter prevenire queste continue otite, ha seguito diverse terapie con antibiotici e cortisone, mi hanno consigliato l’utilizzo del rinowash per pulire il nasino ma il mio otorino lo sconsiglia in quanto sostiene che potrebbe spingere il muco verso l’orecchio e provocare un’otite seriosa. Ho consultato un altro otorino e sostiene l’esatto contrario. Lei cosa ne pensa ??? In rinowash può essere utile e nel caso solo con fisiologica o anche con cortisonico??? Grazie mille per l'attenzione.

[#1]  
Dr. Agostino Canessa

28% attività
16% attualità
16% socialità
SESTRI LEVANTE (GE)
RAPALLO (GE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Penso che il rinowash non sia dannoso, anzi molto utile perche' idrata le mucose. Attenda l'intervento con pazienza ... saluti
Agostino Canessa

[#2]  
Dr. Agostino Canessa

28% attività
16% attualità
16% socialità
SESTRI LEVANTE (GE)
RAPALLO (GE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Penso che il rinowash non sia dannoso, anzi molto utile perche' idrata le mucose. Attenda l'intervento con pazienza ... saluti
Agostino Canessa

[#3]  
Dr. Claudio Lambertoni

24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Sono assolutamente d'accordo con il collega.
Lo uso con tranquillità...
può fare solo del bene
Cordialità
Dott. Claudio Lambertoni - Specialista in otorinolaringoiatria.
E - mail: claudiolambertoni@yahoo.it
MILANO - ROMA Tel: 335 6941190

[#4]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentlle Signora, Concordo con l'utilità e la innocuità dei lavaggi nasali. E' però importante che , dopo il lavaggio, lei soffi il naso al bambino senza comprimere le narici, come fa per educazione l'adulto, al fine di evitare il pericolo paventato dal Collega, cioé i reflusso di acqua e muco nella tuba.
Vorrei però osservare che le Linee Guida italiane sull'Adenotonsillectomia sono alquanto prudenti nel considerare l'intervento di adenoidectomia come rimedio all'otite media acuta ricorrente. In attesa dell'intervento , comunque, potrebbe essere utile verificare se l'occlusione dentaria e la postura mendibolare possono essere in causa.
Veda in proposito, su questo sito, gli articoli sotto linkati:

• Problemi di “naso chiuso”: a volte la causa sta in bocca
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/983-problemi-di-naso-chiuso-a-volte-la-causa-sta-in-bocca.html

• Otite che non guarisce: colpa dei denti?
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/961-otite-ricorrente-colpa-dei-denti.html

Cordiali saluti
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#5]  
Dr. Agostino Canessa

28% attività
16% attualità
16% socialità
SESTRI LEVANTE (GE)
RAPALLO (GE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
gentile signora il dottor Bernkopf le ha esposto correttamente una delle possibili cause ... ne parli anche con il pediatra... l'intervento di asportazione di vegetazioni adenoidi ipertrofiche ha ragione di essere eseguito se provoca ripetuti episodi di otiti medie acute sierose, perforazioni timpaniche ricorrenti, alterazioni sociali derivanti dalle troppe assenze scolastiche e/o cattivo rendimento scolastico derivante dall'ipoacusia che ne consegue. Spesso però sono anche le tonsille palatine grosse che sollevano il palato riducendo ulteriormente lo spazio respiratorio. e' necessario valutare anche tale possibilità. l'intervento di asportazione di vegetazioni adenoidi ipertrofiche è un intervento semplice e poco impegnativo sia per il piccolo paziente che per la famiglia nel post-operatorio, a cui spesso si associa il posizionamento di un tubicino di drenaggio timpanico che permette una migliore stabilizzazione/guarigione dell'orecchio. Altro discorso se si deve associare la tonsillectomia che è certamente più impegnativa e a valutare più attentamente.
Agostino Canessa

[#6] dopo  
Utente
Grazie a tutti per le celeri risposte. Purtroppo, l'intervento di adenoidectomia è necessario in quanto il bambino ha ripetuti episodi di otiti medie acute sierose, perforazioni timpaniche ricorrenti, (da dicembre ne ha avute già 4/5), il mio otorino sostiene che la membrana ormai è quasi sempre aperta e riferisce che bisogna intervenire quanto prima x evitare che in futuro il bimbo possa avere problemi di udito. Le tonsille sono ok, sono le adenoidi molto grosse che oltre alle otiti di cui sopra, gli provocano anche difficoltà nel respirare, infatti, russa moto e respira quasi sempre con la bocca aperta. Mi hanno anche consigliato oltre al rinowash, l'argento proteinato da mettere nel nasino mattina e sera, può essere utile?? Il rinowash lo sto facendo due volte al giorno solo con fisiologica va bene??? Ancora mille grazie.

[#7] dopo  
Utente
ah dimenticavo, ma può essere rischioso l'utilizzo del rinowash quando la membrana è aperta???? Grazie mille

[#8]  
Dr. Claudio Lambertoni

24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
No Signora,
non esiste la possibilità che le inalazioni possano attraverso la tuba di Eustachio raggiungere l'orecchio medio e quindi la membrana timpanica
Dott. Claudio Lambertoni - Specialista in otorinolaringoiatria.
E - mail: claudiolambertoni@yahoo.it
MILANO - ROMA Tel: 335 6941190

[#9]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, nel suo ultimo mesaggio ha aggiunto un particolare molto importante sulla situazione del suo bambino: presenta anche infatti"difficoltà nel respirare, russa molto e respira quasi sempre con la bocca aperta".
Se oltre a russare "molto" presenta episodi di apnea (sarebbe il caso di verificarlo) ciò costituirebbe la prima e più forte l'indicazione all'intervento, che però dovrebbe comprendere anche le tonsille.
Le linee guida italiane sull'adenotonsillectomia, però, raccomandano che, prima di decidere e procedere all'intervento, si consideri l'eventuale presenza di una malocclusione dentaria che potrebbe essere una importante concausa del problema e , se intercettata precocemente, potrebbe anche rendere non più indicato l'intervento.
Per questo le consiglierei di consultare anche un dentista esperto in problemi nel sonno e nel trattamento intercettivo di bambini piccoli. Ne parli anche con il suo Pediatra.

Dia un’occhiata agli articoli linkati qui sotto, e veda se il suo caso può rientrare nella problematica descritta. Cordiali saluti e auguri

www.studiober.com/pdf/Respirazione_Orale_e_Malocclusione.pdf
(attendere con pazienza quando si vuole aprire il link: è molto pesante)

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com