Utente
Buongiorno, vi ringrazio innanzitutto per l'attenzione e la cura che dedicate a rispondere senza scopo di lucro alle nostre domande.
Questo il mio problema: ho quasi 40 anni e sono donna. Soffro da alcuni anni di tonsillectomie ricorrenti, che insorgono sempre nello stesso modo che descrivo brevemente:
1) si inizia con gonfiore e fastidio nella deglutizione ad una delle tonsille (per es. a destra)
2) poi si prosegue con la comparsa delle placche e il dolore al collo e all'orecchio collegato (sempre a destra)
3) poi si prosegue con comparsa di febbricola, stanchezza e le placche si estendono anche all'altra tonsilla.
4) Se non si interviene con gli antibiotici la febbricola arriva anche a 39.

Tutto questo senza che l'antipiretico per eccellenza, o anti-infiammatori di vario genere, riescano ad interrompere la "catena".
Alla fine non rimane che assumere per 3 giorni l'azitromicina e finalmente mi libero dal mal di gola e dalle placche. Ultimamente questo sta capitando sempre più spesso. Diciamo ogni due mesi.
Non posso operarmi di tonsille, a causa di altri problemi di salute.
La mia domanda è questa: se si leggono le informazioni presenti su internet, sembra che dei semplici gargarismi con acqua e sale risolvano tutto, peccato che a me non abbiano mai funzionato......
La domanda è semplice: possibile che non esista nessun prodotto che al momento dei primi segni di gonfiore alle tonsille, possa interrompere questo processo ed evitarmi l'uso degli antibiotici?
Avete esperienza di qualche prodotto in tal senso? Oppure è possibile aumentare le difese immunitarie della zona interessata?
Vi ringrazio molto per quanto potrete dirmi e vi faccio i miei più sinceri saluti.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Purtroppo, i gargarismi con acqua e sala non sono miracolosi. Piu' gradevoli sono quelli con il the scuro o con coca-cola. Una tonsilite, con o senza antibiotici, ha la durata di circa quattro giorni. E' inutile, quindi, iniziare con l'antibiotico prima del quarto giorno dall'inizio della sintomatologia. Per abbassare la temperatura corporea o per lenire il dolore si puo' utilizzare un antinfiammatorio, anche il cortisone. Nel suo caso, consiglio un tampone tonsillare per la ricerca di germi patogeni e delle analisi di laboratorio: emocromo con formula, tas, ves, azotemia, glicemia, pcr, mucoproteine, ebv, citomegalovirus, es. urine. Per quanto riguarda, invece, una terapia preventiva, generalmente vengono prescriti degli immunostimolanti o dei lisati batterici. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Dottor Brunori, la ringrazio moltissimo per le indicazioni che mi ha dato.
Non sapevo infatti anche il discorso di attendere 4 giorni. E' molto importante. Farò le analisi che mi ha elencato, così da avere un quadro più preciso della situazione.
Gli immunostimolanti e i lisati batterici li ho già provati più volte (anche di tipo diverso), ma sembrano non funzionare per niente.
Per cui forse è molto utile indagare sulle cause, come mi ha indicato lei.
La ringrazio nuovamente. Un saluto.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Mi farà piacere conscere l'esito degli esami. A presto
Dr. Raffaello Brunori