Utente 657XXX
Gentilissimi,
2 anni fa sono stata operata a tutte e 2 le orecchie per colesteatoma.Vi riporto la lettera di dimissione: sottoposta a intervento di timpanoplastica aperta è stato evidenziata erosione del tagmen antri, erosione della dura madre e ditruzione della parete posteriore del CUE da prte del colesteatoma che occupa la cassa, eseguita anche toilette del VII n.c. che risultava essere scoperto ungo il secondo ginocchio.Questo per la sx.Per la dx invece:intervento di timpanoplastica aperta destra con plastica della conca ed inserzione di VT.
Tutto sembrava essersi risolto nel migliore dei modi fino a qualche mese fa quando mi rendo conto che dalla dx non ci sento praticamente più.é stata una cosa graduale!Vado al controllo e il risultato dell'audiometria è che ho perso circa 70 decibel per orecchio!Anche se a me sembra di sentirci meno dalla dx!La proposta del medico è stat quella di acquistare quei "apparecchi" che si posizionano sopra l'orecchio.Voi capirete che io ho 27 anni e per quanto piccoli possano essere ora, non è il massimo per me, l'idea mi fa stare male!Io chiedo:è possibile che per il mio problema l'unica soluzione sia quella?Ho sentito parlare di quei microcip che si inseriscono allinerno dell'orecchio, non possono essere la mia soluzione??
E poi.. è vero che la mia situazione era molto grave sopratutto per quanto riguarda il primmo intervento??
Ringraziandovi di cuore per il vostro infinito lavoro e umanità saluto cordialmente

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, purtroppo, da quanto qui riporta, credo che non ci sia, nel Suo caso, altra soluzione se non la protesizzazione acustica. Comunque, chieda un consulto presso il Policlinico di Verona, Clinica Otorino, portando tutta la documentazione in Suo possesso. Cordiali saluti
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente 657XXX

La ringrazio vivamente della sua risposta così immediata!un'altra domanda:era realmente grave la mia situazione(in pericolo di vita)prima della prima operazione, dati i rusultati?e ancora..perchè l'orecchio sx, dopo 2 anni dall'intervento continua a schioccare e tapparsi-stapparsi?Inoltre ho anche giornate in cui mi si presentano molte vertigini, dipende tutto da questo??
Grazie infinite..cordialmente saluto

[#3]  
Dr. Alessandro Valieri

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
16% socialità
CODIGORO (FE)
RAVENNA (RA)
BOLOGNA (BO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Il colesteatoma non rappresenta patologia che possa mettere in pericolo di vita.
Il tappare-stapparsi potrebbe dipendere dalla tuba di Eustachio, così come essere una percezione reliquato dell'intervento.
Dr. ALESSANDRO VALIERI
*Centro Laser Chirurgia Emilia e Romagna*
www.alessandrovalieri.it

[#4]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
L'otite media purulenta cronica colesteatomatosa, molto spesso, puo' essere considerata una evoluzione sfavorevole di una otite media acuta, oppure esito di una terapia farmacologica non adeguata o anche di un processo infiammatorio acuto grave. Le cause favorenti tale patologia possono essere di natura generale (diabete) o specifiche del distretto otorinolaringoiatrico (adenoiditi, deviazione setto nasale, rinofaringiti, ipertrofia dei turbinati, fattori allergenizzanti, etc). Di solito, è sempre presente una perforazione della membrana timpanica con fuoriuscita di secrezione muco-purulenta. La perforazione interessa sempre la parte piu'alta ed anteriore della membrana stessa (epitimpano). All'otoscopia, il colesteatoma appare sotto forma di una formazione biancastra e costituita da cellule epiteliali in disfacimento. Esso è secondario ad un processo purulento cronico dell'orecchio medio. La caratteristica di tale neoformazione è il suo progressivo accrescimento (tipo formazione tumorale) e distrugge tutto cio' che lo circonda. Le complicanze possono essere a carico delle strutture del labirinto, del nervo facciale, delle ossa della base del cranio, delle meningi. Quindi, ripeto, non è assolutamente da sottovalutare questa patologia che se trascurata, puo' dare delle COMPLICANZE ENDOCRANICHE, come la MENINGITE, l'ASCESSO ENDOCRANICO, la TROMBOFLEBITE DEL SENO LATERALE. Dette complicanze possono portare a RISCHIO DI VITA!!
Invito, pertanto i Colleghi, a non dare informazioni sbagliate!
Certo, per quanto La riguarda, bisognerebbe vedere la gravità della patologia che si presentava al momento dell'intervento chirurgico cui si è sottoposta.
Di solito, l'intervento che si esegue consiste in una radicale (svuotamento timpano-petro-mastoideo) e puo' essere seguito da un altro intervento per la ricostruzione della catena degli ossicini.
Pertanto, per i disturbi che lamenta, Le consiglio di tornare a visita dal Chirurgo che è intervenuto e che di certo saprà dare auna spiegazione ai suoi quesiti. Voglia gradire i miei piu' cordiali saluti
Dr. Raffaello Brunori

[#5] dopo  
Utente 657XXX

Ringrazio di cuore il Dott.BRUNORI per le sue risposte immediate e molto comprensibili, la sua risposta per me è una grande rassicurazione dal momento che è uguale a quella del chirurgo che mi ha operata e che tutto'ora mi controlla.Necessitavo di questa dal momento che molti medici che sottovalutano tale problema,(a mio avviso è bene essere consapevoli che non si ha MAI finito di imparare anche se si è medici!!)per ben quasi 2 anni di mie insistenti visite per il dolore che provavo e la sordità cui ero arrivata, mi liquidavano con un semplice:" NON FACCIA FINTA CHE STA MEGLIO DI ME"!pRECISO CHE QUESTE RISPOSTE MI VENIVANO DATE OSSERVANDO RESPONSI DI TAC, AUDIOMETRIE, TIMPANOGRAMMI, OTOMICROSCOPIEE CHI PIù NE HA PIù NE METTA!!Per fortuna poi ho trovato una persona consapevole che il suo lavoro lo sa fare!!Torno quindi a ringraziarla vivamente Dott.BRUNORI anche per la sua semplicità nel far comprendere la patologiae e inviterei MOLTI DOTTORI a seguire il suo esempio perchè non è sottovalutando che si curano le persone!!LA VITA è UNA SOLA!Altrimenti di lavori ce ne sono tanti!!

[#6] dopo  
Utente 657XXX

Gentilissimi avrei bisogno di un'altra informazione a riguardo del mio problema tapparsi-stapparsi dell'orecchio sx(prima operazine per colesteatoma febbraio 2006)!Riferisco meglio i miei sintomi: l'orecchio si tappa e per un bel pò di gg. non ci sento propio più.Ho notato che in questi gg. non c'è alcuna minima fuoriuscita di cerume, dopo 15/20 gg. l'orecchio si stappa, torno a sentirci come prima e contemporaneamente inizia una fuoriuscita di cerume abbondante, pellicine, crosticine a volte talmente grosse che faccio fatica a toglierle.Può essere questo il motivo per cui si tappa l'orecchio, ossia questa difficoltà nell'espellere queste cose??Se così fosse, posso utilizzare quei spray che vendono in farmacia per la pulzia delle orecchie e per togliere i tappi di cerume, o visto la mia situazione devo evitare??farei meglio a consultre il mio chirurgo?Ho propio notato che il cerume esce solo quando è talmente abbondante da non starci più dentro, però rimanendo lì si secca e poi toglierlo mi fa male!Devo vivere una vita sentendoci per dieci giorni al mese e i rimanenti da sorda quasi totale??Puntualizzo che nell'altro orecchio mi mancano 70 decibel, vi lascio immaginare la mia situazione nei gg. con l'altro tappato!Vi ringrazio infinitamente per la risposta SALUTI

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Cara Signora, sicuramente puo' effettuare la pulizia dell'orecchio con uno degli spray auricolari in commercio nelle farmacie. Utile è anche un prodotto in gocce del Laboratorio Chimico Deca a base di semi di pompelmo: quest'ultimo agisce come antinfiammatorio naturale della pelle del condotto in caso di infiammazione (dermatite) con conseguente umento di produzione del cerume. Comunque, è sempre bene farsi rivedere dal Suo Specialista. Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori

[#8] dopo  
Utente 657XXX

Dottore la ringrazio infinitamente!!Questi spray posso usarli periodicamente??Per esempio usarlo un paio di vole al mese così da non arrivare ad avere quell'eccesso di cerume fastidiosissimo?O meglio usarli solamente quando mi si presenta il problema??
E ancora, è possibile avere il nome di qualche luminare in materia?
Distinti saluti

[#9]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Gli spray auricolari per l'igiene dell'orecchio possono essere usati con tranquillità, non contenendo alcuna sostanza chimica. Perchè chiedere il consulto di un altro Specialista: continui a farsi controllare periodicamente dal Collega che è intervenuto e che la segue con diligenza. Cordiali saluti
Dr. Raffaello Brunori

[#10] dopo  
Utente 657XXX

La ringrazio ancora una volta.Se io le dico Dott.BORDIN SANDRO che mi dice?Mi scusi ma sono stata molto delusa dalla categoria prima di due anni fa, e così ora fidarsi è faticoso.Grazie mille

[#11]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Mi dispiace, ma non conosco, ne sentito nominare la persona da lei menzionata.
Dr. Raffaello Brunori

[#12] dopo  
Utente 657XXX

lA RINGRAZIO DOTTORE PER TUTTI I CONSIGLI CHE MI HA DATO E PER LA SUA GENTILEZZA. ARRISENTIRCI E ANCORA GRAZIE INFINITE

[#13] dopo  
Utente 657XXX

***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.
Buon giorno,
Finalmente dopo anni mi sono convinta ad ausare le protesi acustiche(retroauricolari per il mio caso).
Ho dovuto mettere le chiocciole in silicone più morbide di tutte perché le altre dopo svariati tentativi non riuscivo a tenerle dal male provocato, infatti mi infiammavano e arrossavano tutto l'orecchio.
Queste non mi "battono" sul condotto al punto di farmi male, ma sento dolore di otite(che purtroppo conosco bene)!
Potrebbero essere le chiocciole la causa dell'otite?Preciso che mi avevano già detto di tale inconvienente possibile, in quanto queste non consentono una ventilazione controllata dell'orecchio perché molto morbide!
Preciso in oltre che porto drenaggi transtimpanici permanenti per otosalpingite cronica.
Aspetto delucidazioni
Grazie infinite