Utente
gentili dottori dopo 3 anni dall'operazione hai polipi nasali ,riporto la tac le cavita pneumiche paranasali appaiono impegnate da tessuto ipodenso di natura flogistica con ispessimenti mammellonati che si estendono ad occupare totalmente le regioni ostio meatali .scusate ma i polipi non sono nell'etmoide quindi sono più in basso?non si riconoscono grossolane erosioni delle superficie ossee?cioe riguardo l'intervento di prima non mi hanno eroso le ossa?ho si sta riferendo hai polipi?io comunque respiro benissimo con la.... bocca.ho la sindrome di widal qualcuno e riuscito a guarire?ho nessuno?cordiali saluti

[#1]  
Dr. Giancarlo Cassani

40% attività
20% attualità
12% socialità
CASALPUSTERLENGO (LO)
SAN COLOMBANO AL LAMBRO (MI)
PIACENZA (PC)
MILANO (MI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Buongiorno,
dal referto TAC da Lei riportato sembra che vi sia una recidiva di polipi naso-sinusali "(ispessimenti mammellonati").
I polipi-nasosinusali possono interessare a volte solo le cavità nasali e/o uno o più seni paranasali (quindi seni frontali, mascellari, etmoide e sfenoide) con estrema variabilità. Quindi i polipi non sono una esclusività dell'etmoide. Nel suo caso inoltre occupano la regione meatale per cui i seni non sono ventilati e la sintomatologia potrebbe peggiorare.
Mi sembra di capire che in un precedente intervento non sono state intaccate le strutture ossee etmoidali, e probabilmente hanno ritenuto sufficiente asportare solo i polipi nasali, forse perchè non vi era un interessamnto massivo sinusale.
D'altronde si sa che la poliposi spesso tende a recidivare e un solo intervento può non bastare.
In conclusione Lei potrebbe consultare l'otorino anche per considerare se sia il caso di sottoporsi a un intervento di asportazione più radicale o fare cure aerosoliche o altro ancora
coediali saluti
Dr. GIANCARLO CASSANI

[#2] dopo  
Utente
si dovrei fare l'intervento ma dice che dovranno scvare tanto?limportante che che possa farlo con la mia asma e tachicardia cronica ,quanto durera l'intervento?uno mi ha detto due ore l'altro pochi minuti,dovranno segare l'etmoide?gentilissimo per avermi risposto tanti saluti

[#3]  
Dr. Giancarlo Cassani

40% attività
20% attualità
12% socialità
CASALPUSTERLENGO (LO)
SAN COLOMBANO AL LAMBRO (MI)
PIACENZA (PC)
MILANO (MI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2013
Buonasera,
L'asma e la tachicardia saranno controllate dall'Anestesista (se darà il benestare all'intervento). La durata strettamente chirurgica è ben difficile che superi 1 ora. Quanto a eliminare l'osso malato, questo non viene segato, tutt'alpiù si potrà usare un microtrapano simile a quello del dentista , ma le spiegazioni tecniche Lei le potrà e le dovrà chiedere solo a chi fa l'intervento.
cordiali saluti
Dr. GIANCARLO CASSANI

[#4] dopo  
Utente
buonasera dottore faytto l'intervento stavolta ho sofferto di piu dell'altra volta quando sono uscito dalla sala operatoria avevo la gola con muco e respiravoa fatica in piu sentivo i fischi dell'asma orribile poi il naso mi sanguinava e dovevo tenere fazzoletti perche mi colava giu per il collo cosi per tutta la notte poi e passato ma per 6 giorni avevo ancora dolore per il tubo nella trache che mi ha procurato un edema cosi mi ha detto l'otorino ora tutti mi hanno detto che presto torneranno e allora che devo fare ,mangiare solo verdure cotte sperare che venga da quello ho dall'aria che respiro non so cosa fare la saluto

[#5] dopo  
Utente
scusate volevo chiedere dopo quanto tempo dall'operazione si puo prendere il nasonex ancora mi scende muco denso?grazie per la risposta e se mi potete indirizzare in centri dove curano la sindrome di widal

[#6] dopo  
Utente
mi hanno detto di aver subito etmoidectomia secondo voi e corretto come intervento?

[#7]  
Dr. Giancarlo Cassani

40% attività
20% attualità
12% socialità
CASALPUSTERLENGO (LO)
SAN COLOMBANO AL LAMBRO (MI)
PIACENZA (PC)
MILANO (MI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2013
Suppongo di sì ma in ogni caso valeva il giudizio dei medici che l'anno in cura ...Uno spray nasale potrà essere usato a cicli. Sotto controllo del curante
Dr. GIANCARLO CASSANI