Attivo dal 2014 al 2014
Buonasera,
Sabato mi è stata diagnosticata una vertigine parossistica posizionale. Effettuata manovra barbecue e consigliata terapia con Vertiserc 24mg (1 compressa al giorno) .
Ad oggi persiste un forte senso di instabilità e vertigini al movimento della testa. Sono più lievi ma ugualmente invalidanti. Sto cercando di stare più a riposo possibile ma sta subentrando lo sconforto e la sensazione che non passeranno più.
In più oggi ho la sensazione di gola chiusa , come se non riuscissi a respirare. Può essere causata dalle vertigini? Dalla mia postura rigida precauzionale?Dall'ansia? Non so più cosa pensare.
Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Probabilmente, occorre che si sottoponga ad una nuova manovra liberatoria per il riposizionamento degli otoliti nell'ampolla del canale semicircolare del labirinto. Per quanto riguarda la gola, non so che dirle: probabilmente dipende da uno stato ansioso o da una esofagite da reflusso, ma occorre verificare attraverso una rinolaringoscopia a fibre ottiche.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Attivo dal 2014 al 2014
Grazie Dottore, credo sia un fattore ansioso. Perché non ho reflusso, domani comunque dovrei tornare im ospedale per il controllo e un eventuale manovra. Ad oggi avverto instabilità e si è aggiunto bruciore e dolore alla spalla e braccio. Chiederò bene domani.
Buona giornata.
Saluti.

[#3] dopo  
Attivo dal 2014 al 2014
Buongiorno, sono ancora io e dato che offrite questo utile servizio ne approfitto per aggiornare la mia situazione e sfruttare la Vostra gentilezza e disponibilita' :)
Ad oggi, quindi esattamente 10 giorni dalla diagnosi le vertigini sono nettamente migliorate. Dopo il secondo controllo e ripetizione delle manovre liberatorie (da un ottimo otorino privato) la situazione è migliorata la sera stessa. Ho sospeso la terapia farmacologica sotto consiglio fello stesso medico e mi ha prescritto una serie di esercizi da effettuare per 15 giorni, due volte al giorno. Non nego che questi esercizi hanno scatenato vertigini molto forti come il primo giorno ma alla ripetizione dello stesso esercizio poi sparivano.
Un dubbio mi sorge alla reazione agli esercizi di ieri sera: il forte caldo mi ha provocato um fastidioso mal di testa e non so se sia correlato ma la vertigine causata dagli esercizi si è trasformata in una specie di scossa del cervello ( non riesco a spiegarla meglio) come se sentissi una presssione interna che mandasse una specie di fibrillazione.. che avvertivo anche agli occhi. Un senso di stordimento di pocho secondi. (Forse farà ridere, ma faccio difficoltà ad esprimermi in termini medici).
In ogni caso agli esercizi di questa mattina non ho riscontrato particolari problemi. Potrebbe essere legato al mal d testa? Misto a vertigini residue che danno questo senso di traballamento interno?
Per quanto riguarda il disturbo alla gola, oltre all'ansia la dottoressa mi ha diagnosticato una laringofaringite (o faringolaringite, scusate :D) da reflusso. Misto alla mia ansia mi ha giocato quello scherzetto che ora é decisamente sparito.
Grazie in anticipo per l'eventuale risposta. Sperando anche di essere utile ad altri utenti che hanno questo problema. Io mi sono spaventata tanto. Ma é risolvibilissimo.. ssoprattutto con il movimento. Io ho sbagliato a stare bloccata a letto una settimana. Avrei anticipato la guarigione, giusto Dottore?

:-)

[#4]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Cio' che descrive, spesso è normale che si verifichi in corso di esercizi o manovre posizionali e non è legato alla cefalea sofferta.
Certo, in un caso come il suo, non necessita l'immobilità ma esercizi posturali e manovre liberatorie.
Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori