Utente
Buongiorno,
Oggi mi sono recato dall'otorinolaringoiatra per la presenza di sibili-fischi provenienti dall'interno di entrambe le orecchie. Appurato la presenza di tappi di cerume ( piuttosto consistenti, a suo dire), ha effettuato un lavaggio con la siringa nell'orecchio destro ma, dopo tre spruzzi , ho dovuto fermarlo a causa del dolore intenso che quasi mi portava allo svenimento. Poi, ha provato ad aspirrare il cerume ma senza successo. Mi ha prescritto delle gocce di cerulisina per una decina di giorni per poi ripetere l'operazione. Ora : il dolore orecchio mandibola si è attenuato ( sono passate 6 ore) ma l'orecchio lo sento completamente chiuso ed il sibilo e ' decisamente aumentato. La sensazione è che l'acqua che ha " sparato " all' interno dell'orecchio sia rimasta tutta lì!! Evaporerà o dovrò aspettare di ripetere l'operazione?? Si può' intervenire solo con l'aspiratore o bisogna necessariamente effettuare il lavaggio con la siringa??
Grazie

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Tutto cio' che descrive è stato provocato dall'acqua che è stata assorbita dal cerume e che, pertanto, è aumentato di volume, provocando la sintomatologia sofferta. Già ora dovrebbe essere migliorata. Certo, lo Specialista la prossima volta dovrà effettuare il lavaggio auricolare, che avverrà senza tutti i disturbi subiti oggi.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Il dolore si è' attenuato ma l'orecchio e ' completamente "otturato". Dovrò aspettare il prossimo lavaggio perché si " sturi" o con l'utilizzo delle gocce posso aspettarmi un miglioramento??
Cordialmente

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Purtroppo, per la scomparsa della sintomatologia, dovrà atendere il prossimo lavaggio auricolare.
Buona giornata
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Va bene, ma il lavaggio con la siringa lo vorrei assolutamente evitare , vista l'esperienza negativa nei risultati dati ma soprattutto per il dolore provocatomi. Con quale altra metodica su puo' procedere?
Inoltre credo che l'iter seguito dal mio otorino si errato, se riteneva che i tappi fossero così duri avrebbe PRIMA dovuto farmi fare un ciclo di cetulisina!...
Cordialmente

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La tecnica di asportazione dipende molto dalla consistenza del tappo e dalla sua posizione. Comunque, il lavaggio auricolare viene sempre utilizzato, oltre che le pinze. Certo, di solito, sempre in base all'aspetto del cerume, si consiglia sempre di far ammorbidire il tutto con delle gocce auricolari prima di effettuare la rimozione.
Cordialità
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
Bene, cambierò otorino e , palesate le mie paure per il lavaggio,gli chiederò di provare a procedere con l'aspirazione. Che poi tecnicamente perché nel mio caso irrigazione ha auto un riscontro cosi negativo? ( il Dolore era davvero insopportabile). Quali possono essere le cause?
Grazie ancora

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
E' bene procedere con il lavaggio piuttosto che con l'aspirazione. Comunque, la tecnica spetta sempre al medico, in base al problema che si trova di fronte. Il dolore puo' essere scaturito da una infiammazione del condotto in seguito alla permanenza del cerume o dal tappo stesso che preme sul timpano.
Buona giornata
Dr. Raffaello Brunori

[#8] dopo  
Utente
Grazie per la disponibilita.
Buona serata

[#9] dopo  
Utente
Buonasera,
Oggi l'otorino ha effettuato il lavaggio. Orecchio sx nessun problema, il dx invece , pure essendo riuscito nella procedura, mi ha procurato un po' di dolore. Infatti ha riscontrato un'otite esterna. inflammato probabilmente a causa della manovra errata del medico precedente. Comunque attualmente persiste un senso di orecchio chiuso ( anche se leggermente meno ) e di fischi. Mi ha prescritto il tobral dicendomi che probabilmente il tutto si risolverà in pochi giorni. Cosa ne pensa?
Grazie

[#10]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Penso che il tutto si risolva entro uno o due giorni. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#11] dopo  
Utente
Buongiorno,
Continua a persistere il senso di orecchio chiuso aal quale si sono aggiunti dei "scricchiolii", "crepitii', ogni volta che deglutisco. Rimane anche l'acufene. A questo punto non credo dipenda tutto da una leggera otite esterna ( per altro non provo alcun dolore). Un suo cortese parere. Grazie

[#12]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Aspettiamo ancora qualche giorno prima di ritornare dallo Specialista per un ulteriore controllo. Potrebbe esserci ancora un po' di infiammazione.
Dr. Raffaello Brunori

[#13] dopo  
Utente
........ho parlato troppo presto, si è aggiunto anche dolore ( comunque sopportabile) proveniente dalla parte alta della mascella. Mi spiego: masticando la parte estrema destra delle arcate dentarie mi dolgono, ovviamente tutto imputabile all'orecchio. Le chiedo se a questo punto possa esserci qualche problema " nella parte interna dopo il timpano " ( liquidi?, infiammazione?) e se si come questo posso esserci se fino al primo tentativo,fallito, di estrazione del cerume, non avvertivo nessun problema se non l'acufene!
Grazie ancora per la sua disponibilità

[#14]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Deve necessariamente tornare dallo Specialista per una visita. Non sono in grado, da lontano, di fare una diagnosi. nel caso dovesse risultare tutto nella norma, allora sarà necessaria una visita da parte dell'Odontoiatra.
Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#15] dopo  
Utente
Buongiorno. La aggiorno: i dolori sono quasi del tutto scomparsi ma persiste , ed in forma continua ,l'acufene. Una settimana fa mi sono recato dal l'otorino il quale mi ha diagnosticato il timpano perforato ( probabilmente in seguito ad una manovra errata del primo specialista) consigliandomi, se non si dovesse richiudere, un'operazione di timpano plastica. La sua opinione? Inoltre si può prendere l'aereo senza subire conseguenze con un timpano perforato . Grazie

[#16]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Attendiamo, prima di pensare ad una chiusura chirurgica della perforazione. Deve stare attento che non entri acqua, shampoo nel condotto uditivo esterno; si soffi delicatamente il naso, meglio se fa dei lavaggi delle fosse nasali con della soluzione fisiologica. Per quanto riguarda il volo, sarebbe meglio non utilizzare l'aereo nella fase di chiusura spontanea della perforazione.
Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori

[#17] dopo  
Utente
Buongiorno,
L'aereo saro costretto a prenderlo per motivi di lavoro. Ci sono degli accorgimenti che comunque posso attuare?

[#18]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Prima del decollo, deve spruzzare nel naso un qualsiasi spray decongestionante le mucose nasale e deve masticare della gomma americana durante il volo.
Cordialità
Dr. Raffaello Brunori

[#19] dopo  
Utente
Bene,
Grazie ancora per la sua disponibilità'.