Utente
Buonasera, vi pongo il mio problema Nella speranza che possiate aiutarmi.
Circa un mese fa mi sono ammalata di tonsillite, con poca febbre e mal di gola non tanto acuto, curata dal mio medico con un antibiotico. Le placche bianche erano sparite, ma a distanza di qualche giorno si sono ripresentate con sintomi un po più acuti e febbre non superiore a 37,5. Mi è stato prescritto un altro antibiotico (amoxicillina) e anche stavolta le placche sono sparite. A distanza di due giorni dalla fine dell antibiotico ho avvertito un po di mal di gola e guardandomi ho notato che c'era nuovamente quella sostanza bianca sulle tonsille. Stavolta però non mi è venuta febbre e il mal di gola era lieve, e dopo tre giorni le placche sembravano migliorare ma mi sono recata comunque dal medico che non ha ritenuto necessario darmi un antibiotico o farmi un tampone e mi ha soltanto dato una cura per una sinusite che tuttavia non mi da particolari sintomi. Il problema è che comunque la sostanza bianca sulle tonsille non va via e sembra aumentare se esco o parlo per più tempo. Ho pensato anche a del muco ma mi sembra improbabile perché non va via facilmente. Vorrei precisare anche che il medico ha notato dei linfonodi un po gonfi del collo, tuttavia ho anche eseguito degli esami del sangue durante la terapia antibiotica e vi era soltanto un valore dubbio nelle igM del virus dellw mononucleosi che tuttavia io ho già avuto quindi il medico non l'ha ritenuto rilevante, e il TAS è negativo. A questo punto non so come procedere, se sperare che passi da solo oppure rivolgermi a uno specialista in quanto la situazione sta diventando per me pesante e ho paura che mi possa portare anche altri problemi come alitosi.
grazie mille per l'attenzione.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Prima di tutto, deve sospendere la terapia antibiotica e, dopo una decina di giorni, deve fare un tampone faringeo per la ricerca di germi patogeni. Poi, consulti uno Specialista. Nel frattempo puo' fare una cura antinfiammatoria.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
La terapia antibiotica l'ho già sispesa ormai da 9 giorni, ma il medico non mi ha prescritto il tampone dicendo che non è una gola da streptococco e che comunque anche se venisse positivo non è molto indicativo. Secondo lei dovrei tornare e chiedergli di prescrivermelo? La sostanza bianca continua ad esserci anche se non ho particolare dolore. Ho pensato anche che potrebbe essere un infiammazione delle tonsille che producono quella sostanza che credo sia chiamata caseum, per questo provo a togliermela con un cotton fioc ma non vorrei peggiorare la situazione.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Ci sono altri germi oltre allo streptococco che possono dare delle patologie e, per questo, il tampone è sempre utile.
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Buonasera dottore, scusi se la disturbo nuovamente ma volevo aggiornarla sul fatto che ho effettuato un tampone e l'esito è che presento solo la flora abitualmente presente nel cavo orale. Due giorni fa è apparsa una pallina di colore violaceo su una tonsilla che oggi è sparita, e comunque continuo a presentare questa sostanza bianca che si produce nel corso della giornata, che a questo punto deduco sia dovuta anche al cibo, e ci sono sempre due o tre puntini bianchi fissi. Mi chiedo a questo punto se si Puo trattare di tonsille criptiche e quindi tonsilloliti , tuttavia io non mi sono mai trovata in bocca quelle tipiche palline gialle che riferiscono le persone affette.

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Perfetto, non c'è nulla di patologico se non delle tonsille criptiche in cui si incastrano residui di cibo o tonsilloliti. Per l'igiene tonsillare, puo' quindi fare dei gargarismi con del the molto scuro o coca-cola.
Cordialità
Dr. Raffaello Brunori