Utente
Gentili dottori, vi chiedo un ultimo parere su una lunga storia, già affrontata a spezzoni, chiedendovi al contempo se posso pubblicare questo messaggio anche a vostri colleghi in specializzazioni diverse.
Due anni fa inizio ad accusare ovattamento e dolori orecchio sx, dolore in zona emiviso SX, senso di disequilibrio e qualche capogiro più importante. Dopo aver fatto emocromo e urine faccio anche esami tiroide, tutti negativi. Mi rivolgo allora ad un otorino che mi effettua esame audiometrico e impendeziometria che risultano perfetti. I sintomi proseguono e allora contatto un secondo otorino che mi fa vemps, stabilometria e nistagmografia con prove caloriche, anche queste tutte negative. Su suo suggerimento contatto gnatologo che dopo visita clinica e tac 3d dei condili mi diagnostica problema temporomandibolare e mi confeziona bite inferiore rigido da portare h24 tranne pasti. Dopo cinque mesi i sintomi migliorano ma non passano, soprattutto instabilità e sensazione di camminare sul morbido, più forte dopo automobile e ascensore. Effettuo anche visita neurologica e il dottore dopo molti test e prove( equilibrio occhi chiusi, riflessi, prove oculari, sensibilità etc) esclude categoricamente patologie e mi conferma che un disordine dccm ostinato e di lunga data giustifica i miei sintomi e mi dice di associare al bite dell'osteopatia in quanto ho anche spesso male al collo e spalle e le due cose si influenzano.
Voi che pensate di questo lungo e tortuoso malanno?
Grazie

[#1]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, non è la prima volta che si rivolge al Sito, e già in passato ha avuto l'indicazione a considerare l'opportuità di u percorso gnatologico: anch'io mi ero espresso i tal senso.
Infatti l'applicazione di un bite le ha dato un risultasto, anche sde parziale, comunque significativo in rapporto ad altre ipotesi diagnostiche che non hanno avuto riscontro.
La prescrizione di un bite, in un caso come il suo è corretta, ma dire "un bite" é come dire "una pillola" : rappresenta un trattamento assolutamente individuale i (diffido dei preconfezionati che si vendono in farmacia), e , come una pillola consiste nello sbocco terapeutico di una diagnosi che deve essere corretta, e corretta deve essere anche la modalità di assunzione, (e solo a queste condizioni la pillola può risolvere la patologia), così il bite rappresenta la configurazione tecnica e artigianale di un ragionamento diagnostico e di una ipotesi terapeutica formulata dal dentista-gnatologo che lo prescrive e fa realizzare: è quest’ultima, cioè la prestazione culturale che il paziente acquista, non l'oggetto artigianale che qualunque tecnico realizza in un'ora di lavoro, e che è di infimo valore venale se disgiunto dalla prima.
I sintomi da lei segnalati possono essere riferibili ad una disfunzione dell'ATM; peraltro il successo terapeutico solo parziale con il bite dovrebbe ridimensionare questa ipotesi: se dopo alcuni mesi di bite, portato 24 ore al giorno pasti esclusi, non si arriva ad un risultato soddisfacente, delle due l'una: o i suoi problemi non dipendono totalmente dall'occlusione e dall'ATM, oppure il bite potrebbe essere di caratteristiche buone , ma migliorabili.

Sono rimasto a quanto mi aveva scritto in passato: "il mio dentista mi ha confezionato un bite inferiore di svincolo notturno ": ci sono state evoluzioni?
Quanto sopra ha valore comunque del tutto relativo, non potendosi avere via rete gli indispensabili riscontri di una visita diretta: è importante che il dentista al quale si rivolge sia esperto in problemi dell'ATM: non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità, che prende il nome di “Gnatologia” (scienza dell’Occlusione).
Cordiali saluti ed auguri.






Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dottor Bernkopf per l'intervento.
Gradirei anche un parere da qualche otorino....
Grazie

[#3]  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Il collega dice che se non si porta il bite 24 ore al giorno non si possono avere risultati. Io dissento altri tipi di bite hanno meccanismi diversi e più forti e non hanno questa necessità. Legga http://www.danieletonlorenzi.it/news/bite-alti-15-20-mm-perche/ quando compare "stai per abbandonare il sito medicitalia" clicchi su "continua ed apri il sito" ci trova i presupposti scientifici della mia tecnica.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Il collega ha purtroppo le sue croniche fissazioni: "Il collega dice che se non si porta il bite 24 ore al giorno non si possono avere risultati".
Non l'ho mai detto e sarebbe ora che il collega Tonlorenzi la smettesse di attribuirmi le sue fantasie.
Lei ha scritto "mi confeziona bite inferiore rigido da portare h24 tranne pasti.". Io ho osservato: "se dopo alcuni mesi di bite, portato 24 ore al giorno pasti esclusi, non si arriva ad un risultato soddisfacente....",
Non si capisce quindi su cosa ilk collega si sforzi di dissentire, se non sulle proprie fantasie, non certo su quello che "il collega (il soittoscritto) dice".
A prescindere dal suo intervento del tutto fuori tema, preciso che non ho comunque bisogno del permesso del collega per consigliare la terapia che ritengo migliore, validata nella letteratura scientifica al pari di altre , senza nulla togliere a chi fa diversamente, semprechè le tecniche suggerite siano validate e non frutto di forzature parascientifiche e di suggestioni personali..
Mi spiace molto che lei si trovi coinvolto incolpevolmente in questa discussione. Cordiali saluti.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#5]  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Evidentemente c'è stato da parte mia un errore di comunicazione.
Nell'interesse dell'Utente riscrivo il post.
Lei ha una malocclusione, curata (forse non del tutto) con un bite che porta 24 ore che le fa rimanere instabilità.
Il bite è probabilmente migliorabile nella forma e nel concetto. Alcuni tipi di bite più alti sembrano comunque dare risultati migliori (anche se non portati 24 ore) rispetto ad altri http://www.danieletonlorenzi.it/news/bite-alti-15-20-mm-perche/ (clicchi su "continua ed apri il sito") e corrispondono alla mia esperienza.
Se nel post ci sono scritte cose poco scientifiche si prega di sottolineare quali, nell'interesse dell'utente evidenziandone l'errore. Sarà mio compito citare le fonti (laddove non fossero già citate).
Credo che l'utente abbia diritto di sentire due pareri.... possibilmente un po più sereni.
https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#6] dopo  
Utente
24ore, solo la notte,alto, basso, lungo, corto.......... capisco le vostre rispettive posizioni ma sapete qual è l'unica verità per me? Che io ho speso molti euro e non sono guarito. Che ogni gnatologo che consulto on line mi da informazioni diverse e, soprattutto, che viviamo in un sistema che permette di tentare la guarigione solo ai benestanti. La sanità pubblica se ne frega bellamente di patologie così particolari ed i privati possono chiedere qualunque cifra. Qualunque.
Non è una accusa a voi ovviamente, che siete cortesi nel rispondere, ma al sistema. Per fare una tac velocemente, per avere un parere neurologico senza aspettare sei mesi...... In un anno ho speso quasi quattromila euro per NON essere guarito. Ora i soldi son finiti e io mi tengo la mia patologia che tra dolori e sbandamenti è davvero invalidante, anche sul piano lavorativo e familiare.
Evviva.

[#7]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Mi spiace: la lascio al Dr. Tonlorenzi e ai suoi scientifici consigli.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#8]  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
io ho speso molti euro e non sono guarito. Che ogni gnatologo che consulto on line mi da informazioni diverse

Ci spiace che sia davvero così, Lei soffre perché non è stato individuato un corretto rapporto tra le arcate dentali. Un altro gnatologo sarebbero altri soldi. Sa cosa Le propongo? di provare una cura gratuitamente, se funzionerà pagherà... altrimenti nessuna spesa.
Siamo lontani ma ci pensi.
Saluti
https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#9] dopo  
Utente
Dottor Tonlorenzi, grazie infinite per la generosissima proposta... La contatteró in privato. Colgo l'occasione per dire che la sua proposta dovrebbe essere di esempio per molti professionisti, in molti settori. In fin dei conti mi pare ragionevole presupporre dei risultati soprattutto quando le spese sono ingenti.

[#10] dopo  
Utente
Dottor Tonlorenzi.... Le ho mandato una mail all'indirizzo indicato nel sito ma mi torna indietro in quanto la casella risulta piena. Mi indica come posso contattarla?grazie

[#11]  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
drtonlorenzi@gmail.com
tel 058553075
https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#12] dopo  
Utente
Volevo ringraziare direttamente il dott. Tonlorenzi dal quale sono stato visitato nei giorni scorsi... mi ha confezionato un bite che pagherò solo se funzionerà. Credo che sia un approccio straordinariamente lodevole. Ringrazio indirettamente anche il dott. Bernkopf per avermi consigliato di andare da questo "scienziato".........

[#13] dopo  
Utente
Aggiungo che il bite (alto) lo sento bene, non mi da fastidio e non sento precontatti. Per ora tutto bene...

[#14]  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
La ringrazio per la fiducia che mi ha accordato e siamo tutti contenti dei risultati ottenuti che (per ora) sono buoni. Può essere che in futuro ci sia qualche ritocco da fare. Via il dolore al primo appuntamento e al primo tentativo.... con un bite "provvisorio" (fatto con silicone da impronta molto rigido) tempo per la registrazione del morso circa 30 minuti. Subito bene.
Oltre agli "scientifici consigli" (come detto dal collega) talvolta servono idee chiare..... e mano esperta.
Di nuovo grazie per la fiducia.
A disposizione se servono ritocchi.
Saluti
https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#15] dopo  
Utente
Vorrei chiedere ai dottori Bernkopf e Tonlorenzi come si comportano se un loro bite non ha portato il paziente a guarigione e il paziente deve ancora finire di pagarlo. Lo chiedo perché ho letto in vari blog che molti professionisti non pretendono la fine del pagamento, e sono curioso di sapere il vostro parere.
Grazie

[#16]  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Quando non funziona Io decisamente sospendo il pagamento.
Pensi che mi è capitata una paziente con disturbi ATM e febbricola alla sera. Fatto il bite è passata la febbricola (doveva di sicuro passare comunque) e scomparso il dolore... "Dottore il bite non serviva il dolore è passato da se....". Fondamentalmente non discuto mai con i pazienti e ho salutato senza pretendere altro.
https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#17]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Sospendo il pagamento, SENZA ALCUN DUBBIO.
Fa parte dei rischi del mestiere, e che succeda è già messo in conto.
Trovo profondamente disonesto che dei professionisti (li chiamerei piuttosto avvoltoi se non prostitute della gnatologia) esigano un pagamento, magari solo un pò scontato in questi casi.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#18]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Se il paziente si é comportato correttamente ( a volte il paziente preferisce scaricare sul dentista un insuccesso dovuto alla sua mancata diligenza nel seguire le prescrizioni), e si tratta cioè di un vero insuccesso, sospendo il pagamento, ma chiedo la restituzione del bite, per evitare comportamenti furbeschi.
In un paio di casi il paziente é tornato a riprenderselo, saldando la parcella.
Sottolineo che si tratta di un comportamento che, come legge anche da parte dei Colleghi, accomuna la maggior parte degli gnatologi nella maggior parte dei casi, ma che non sarebbe assolutamente obbligatorio: l'insuccesso, a meno di errori o colpe, non è un disonore, ma una possibilità che va considerata come mai riducibile a zero, nonostante tutto l'impegno del dentista, che non avrebbe motivo di lavorare gratis, anche in caso di insuccesso.
Qualunque medico viene pagato anche se il paziente non guarisce: in medicina c'è da parte dell'operatore l'obbligo di mezzi, cioè di operare secondo la regola dell'arte, non di risultato, in quanto il Legislatore ha ben recepito la presenza di un margine aleatorio.
Cordiali saluti
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#19]  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Sono d'accordo mi faccio restituire il/i bite e sospendo il pagamento.
Siamo tutti d'accordo. Se fosse uno di noi non ci sarebbero problemi......... ma per gli altri non saprei che dire.
Saluti
https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#20]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Che ogni tanto un nostro trattamento non funzioni Tonlorenzi, Bernkopf e il sottoscritto, e molti altri colleghi l'abbiamo già messo in conto, e scegliamo di non scaricarne il costo sul paziente.

Molto giustamente il collega ha messo in luce questo aspetto.
Si tratta di un comportamento etico e non di un obbligo legislativo.

Ma perchè ci ha fatto questa domanda?
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)