Utente
Salve, da qualche settimana ho avvertito uno strano prurito ad entrambe le orecchie che inizialmente ho sottovalutato, pensando che fosse semplice cerume. Non sapendo più cosa fare per stare meglio, ieri mi sono recata dal mio otorino che mi ha diagnosticato una lieve micosi al condotto uditivo, prescrivendomi per 10 giorni la cura con Pevaryl e Pevisone emulsione da usare rispettivamente 5-6 gocce uno la mattina e 5-6 gocce l'altro, la sera. Ieri sera, dopo aver cenato, mi faccio aiutare dal mio compagno a mettere le gocce di pevisone e dopo pochi minuti sento le orecchie bruciare e un prurito fortissimo. Cerco di resistere per un po, ma il prurito ed il dolore fa solo che aumentare con strane conseguenze come brividi sulla schiena che mi hanno portato ad avere spasmi muscolari come se dovessi vomitare. Vado a farmi la doccia, cercando di lavare il medicinale e sembra migliorare un po. Vado a letto e cerco di dormire anche con il prurito. Mi sveglio durante la notte, con questo incessante bruciore e prurito e decido di chiamare il medico in mattinata. Dopo avergli detto che il Pevisone mi aveva fatto questa reazione, mi chiede di provare a usare il Pevaryl e di richiamarlo, nel caso mi avesse provocato la stessa reazione, in caso contrario, di non usare più il Pevisone ma solo il Pevaryl.
Ora, ho provato, ma la reazione è la stessa. Vorrei avere un altro parere. Secondo voi perchè ho questa reazione ai medicinali? Sto impazzendo! Vi prego di rispondermi al più presto.
Vi ringrazio moltissimo.

[#1]  
Dr. Gianni Gitti

36% attività
16% attualità
12% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2014
Buongiorno,
questi farmaci possono provocare bruciore e prurito al momento del loro utilizzo ma potrebbe anche trattarsi di una sua personale ipersensibilità ai farmaci in questione. Altra ipotesi è che nel condotto uditivo sia in corso, oltre all'infezione micotica, anche una infezione batterica che potrebbe beneficiare di una terapia antibiotica locale.
Purtroppo senza vedere l'orecchio è impossibile darle maggiore aiuto. Si faccia rivedere dal collega. Magari, ipotesi, potrebbe essere utile eseguire un tampone dell'orecchio per verificare il tipo di micro-organismo implicato.

Cordialmente
Dr. Gianni Gitti
Specialista in Otorinolaringoiatria, Medicina del Sonno e Medicina estetica
www.cro.firenze.it

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore, la ringrazio per la sua risposta. Sono riuscita a contattare il mio otorino che mi ha detto di smettere con i due medicinali e di cominciare una cura di dieci giorni con acido borico al 3% da inserire nell'orecchio, tiepida, mattino e sera con una siringa da 10mg. Attualmente sto ancora finendo la cura, ma ho visto la differenza. Il prurito é quasi scomparso. Vorrei porle alcune domande a riguardo.. Quale può essere la causa della micosi? E poi, si può trasmettere da persona a persona con il contatto?
La ringrazio infinitamente già da ora.
Cordialmente.

[#3]  
Dr. Gianni Gitti

36% attività
16% attualità
12% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2014
La causa è spesso l'umidità del clima.. o la frequentazione di luoghi umidi.. per la trasmissione non mi preoccuperei.. non si tratta di una patologia contagiosa..
Dr. Gianni Gitti
Specialista in Otorinolaringoiatria, Medicina del Sonno e Medicina estetica
www.cro.firenze.it