Utente
Buongiorno,

Scrivo in quanto è da circa un anno e mezzo che mi sveglio con il raffreddore. Naso pieno, che cola, e molti starnuti. In un primo momento mi era stato prescritto un antistaminico, Kestine, che pareva aiutarmi a ridurre i sintomi. Dopo un paio di mesi la situazione è tornata all'origine, quindi mi è stato prescritto Aerius. Neanche Aerius ha dato duraturi miglioramenti, quindi mi sono sottoposta ad una visita allergologica. La visita, che di per sè definirei colloquio, si è focalizzata sul trovare verbalmente un'indicazione sulla causa scatenante di questi raffreddori, che preciso ho solamente appena sveglia e per una massimo due ore. Mi è stato chiesto se ho animali, li ho ma mettendo anche il viso a strettissimo contatto con il loro pelo non mi succede nulla, così come per la polvere, quindi il dottore si è sentito di escludere queste due cause, dicendo che la mia non gli sembrava una storia allergica. Mi ha inoltre consigliato di scrivere su un diario tutte le variazioni del mio problema, segnare se i sintomi si fossero modificati in caso di vacanza (quindi cambio di luoghi, vegetazione, ed anche materassi e cuscini). Per farla breve, l'unica cosa che ho notato può peggiorare i miei sintomi è l'umidità. In giornate grigie e piovose al risveglio il naso è molto più chiuso. Il mio medico curante ha quindi accennato al termine "vasomotoria", legato alla rinite, ma non abbiamo ancora approfondito l'argomento. È possibile che una rinite vasomotoria sia influenzata dall'umidità nell'aria e compaia il mattino appena svegli per poi sparire nell'arco di poche ore dal risveglio?
Quali esami o visite possono aiutarmi a capire quale sia il mio problema? E c'è un modo per guarire? Ormai vivo col raffreddore mattutino da un anno e mezzo, è piuttosto frustrante. L'unico rimedio che sto adottando e che sembra dare un po' di sollievo è fare dei lavaggi nasali con acqua tiepida e un po' di sale e bicarbonato di sodio, può andare bene come trattamento almeno finché non capirò qualcosa in più? Se si, ogni quanto tempo posso fare questi lavaggi fai da te?

Ringrazio anticipatamente chiunque voglia darmi qualche informazione, un cordiale saluto.

[#1]  
Dr.ssa Alba Milia

28% attività
16% attualità
12% socialità
VOGHERA (PV)
PAVIA (PV)
SALSOMAGGIORE TERME (PR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Gentile utente, concordo con l'ipotesi di riunire cronica "vasomotoria". Questo gruppo comprende però varie entità che si differenziano in base alla componente cellulare prevalente a livello della mucosa nasale. Per avere una diagnosi precisa è necessario il prelievo di muco nasale per eseguire esame citologico al micropio ottico. Tenga presente che alla base di qualsiasi trattamento farmacologica nasale vi è il lavaggio nasale : più si mantiene il naso pulito e più si allontanano allergeni, fattori irritanti e microbi. Inoltre sarà ridotta la risposta infiammatoria della mucosa nasale a fattori esterni. La rinonorrea esclusivamente al mattino potrebbe essere legata però a reflusso faringolaringeo e in tal caso va bene una terapia con gastroprotezione, lavaggi nasali e spray nasale antipepsina. Il lavaggio nasale va eseguito di base mattino e sera. Utili anche le docce nasali con acqua termale salsobromoiodica
Dr.ssa alba milia
Specialista in Otorinolaringoiatria
Master in idrologia medica e medicina termale
San Giorgio Clinic Voghera (pv)