Asportazione adenoidi e drenaggio transtimpanico

Buongiorno,
vorrei gentilmente un parere medico sulla situazione di mio figlio. Alessandro compirà 4 anni a maggio e da circa un anno e mezzo è seguito per un ritardo del linguaggio.
L'audiometria tonale in campo libero ha evidenziato una "ipoacusia trasmissiva bilaterale di grado medio con Ty di tipo B bilateralmente. Campo uditivo compreso tra 25-35 dB bilateralmente".
I referti delle visite otorilangoiatriche ed endoscopiche sono tutti identici: "otoscopia bilateralmente con versamento endotimpanico. In cavo orale ed orofaringe tonsille palatine di grado II non flogistiche. In rinoscopia anteriore: setto nasale in asse, turbinati inferiori normotrofici, meati e recessi liberi, non secrezioni patologiche, in rinofaringe vegetazioni adenoidi ai 3/4 delle coane."
E' stata effettuata una visita allergologica a causa di ricorrenti episodi di broncospasmo che non ha però evidenziato nessuna sensibilizzazione ai comuni pneumo e trofoallergeni (entrambi i miei fratelli presentano numerose allergie alimentari, da contatto e ad inalanti).
La terapia seguita consiste in frequenti lavaggi nasali, soggiorno marino se possibile e Zhekort spray nasale 1 puff per narice per 10 giorni al mese a cicli di 3 mesi + 1 mese di sospensione.
Da circa due mesi, sta seguendo una terapia logopedica per un'ora a settimana.
All'ultimo controllo, l'otorino mi prospetta un intervento chirurgico di adenoidectomia ed il posizionamento di un drenaggio transtimpanico bilateralmente.
Vorrei capire se questi interventi sono così necessari al benessere di mio figlio, oppure se ci sono altre terapie da poter tentare prima di arrivare all'intervento oppure se è semplicemente necessario attendere che diventi un po' più grande.
Il bambino non ha MAI avuto otiti e solo 2 o 3 tonsilliti. Da piccola, avevo lo stesso problema con frequenti otiti (1-2 al mese) e riduzione dell'udito del 60%, ma tutto si è spontaneamente normalizzato intorno ai 5-6 anni. Potrebbe esserci una componente familiare/genetica?
Ringrazio di cuore chi volesse rispondermi.
Elisa
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,2k 1,1k
Non conosco personalmente il caso di suo figlio ma, onestamente, non penso che sia da seguire la via chirurgica, anche per l'età del Bimbo troppo piccola. Per un'anestesia generale, possibilmente si deve attendere almeno il 5/6 anno di vita, almeno che non ci siano, ovviamente, urgenze o patologie tali da rendere necessario l'intervento. In questi casi, si agisce con cure mucolitiche, antinfiammatorie ed a base di immunostimolanti, oltre a tenere sempre il nasino pulito. Cio' che ha suo figlio è caratteristico dell'età e, piu' o meno, tanti bambini sono nello stato del suo. Importante, quindi, attuare una terapia che possa migliorare il quadro clinico e, quindi, scongiurare l'intervento piu' avanti. Se proprio necessario, si puo' pensare solo al drenaggio del muco e nel posizionamento della neotuba.
Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo dott. Brunori,
La ringrazio per la risposta. In accordo con la pediatra abbiamo deciso di rimandare l'intervento a settembre e, nel frattempo, fare un ultimo tentativo con un antistaminico perchè sebbene le prove allergiche siano risultate tutte negative il bambino mostra spesso tutti i sintomi di un'allergia che potrebbe essere la responsabile della sensibilizzazione delle adenoidi.
Cercheremo di passare più tempo possibile al mare e chiederò presto il parere di un altro otorinolaringoiatra.
Grazie ancora per la sua risposta.
Cordiali saluti

Elisa

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test