Mercoledì, dopo una giornata di dolori tremendi al viso e naso ancora chiuso, sono tornata e mi

Buongiorno dottori,
premetto che io ho da sempre problemi al naso: sono stata operata alle adenoidi a 8 anni (che si sono riformate), dove, nonostante l'operazione, per anni ho sofferto ancora di raffreddori continui e abbastanza debilitanti, diventati ormai un incubo per me; 3 anni fa ho eseguito una settoplastica con turbinectomia degli inferiori poiché, a seguito di un altro dei miei raffreddori, non riuscivo più a respirare da una narice. Questo mi ha portato ad un miglioramento delle ricadute, però, appena ne prendevo uno, lasciavo sorpreso pure il mio otorino per la quantità di muco che producevo. A luglio 2015 ho fatto la mia ultima tac ai seni paranasali dove si vedeva un ispessimento della mucosa, concha bullosa bilaterale e una pseudociste a livello del seno mascellare dx.
Questa è la mia terza ricaduta da ottobre. Ho iniziato con un mal di gola sabato sera, domenica sono andata a lavorare ma avevo questa sensazione di capogiri, debolezza, naso chiuso, dolori alla radice del naso, tant'è che la responsabile mi ha mandato a casa. Febbre 37.2. Lunedì sono andata dal mio medico di base per fare il certificato medico per lavoro, e mi ha prescritto antibiotico azitromicina per 3 gg e fluimucil 2 volte al dì. L'unica cosa che è migliorata è stato il colore del muco che da giallo è ritornato un denso trasparente o al massimo bianco sporco. Mercoledì, dopo una giornata di dolori tremendi al viso e naso ancora chiuso, sono tornata e mi ha prescritto un'altra scatola di antibiotico che finisco oggi e un integratore di vitamine b dicendomi che forse si tratta di sinusite. Non ho mai avuto febbre alta, al massimo alterazione di due linee. Scolo retronasale sì, la mattina infatti mi sveglio con tosse grassa che si trasforma in secca durante il giorno. I dolori al viso sono diminuiti, li avverto ogni tanto. Da ieri ho iniziato ad usare lo spruzzetto aircort 100 mg.
Quello che vi volevo chiedere è se è normale che alla seconda scatola di antibiotico, ad oggi, io sia ancora col naso completamente tappato e muco che scende a tratti, che da ieri ogni tanto butta sul giallo. È il caso che senta il mio otorino per un controllo? O aspetto un'altra settimana per vedere se si sistema da solo come tutte le altre volte, solamente con un po' di ritardo? (di solito in una settimana riuscivo almeno a respirare, anche se non stavo ancora bene del tutto).
E poi, c'è un motivo sul perché questi raffreddori per me siano così invalidanti? C'è un modo per prevenirli?
Grazie in anticipo, buona giornata.
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,6k 1,1k
Generalmente, occorrono almeno una quindicina di giorni per la risoluzione della patologia. La cura si basa, giustamente, su un mucolitico, uno spray decongestionante le mucose nasali, un antistaminico, il tutto per 15/20 giorni. Per evitare le recidive, si ricorre all'utilizzo di lisati batterici e, per questo, sarebbe utile che consultasse il suo Otorino.
Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dr. Brunori,
Grazie mille per la tempestiva e cordiale risposta. Non avevo mai sentito di questi lisati batterici, ne parlerò sicuramente con il mio otorino.
Grazie ancora e buona giornata

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test