Esposizione giornaliera suono di oltre 100db

Buongiorno, scusate la domanda, ma non ho trovato alcuna risposta online riguardo a quanto sto per chiedere. In particolare, volevo sapere per quanto tempo al giorno si può prolungare l’esposizione a un rumore di oltre 100 db. Mi spiego meglio: ormai le comuni motociclette (quelle di grossa cilindrata) sono omologate a libretto con decibel abbastanza elevati (anche oltre 100), mi chiedevo quindi che possibilità c’è di sviluppare un danno uditivo a lungo andare e fino a quanto può riuscire un casco a proteggere e a isolare in termini di decibel e dalle frequenze pericolose. Inoltre, volevo chiedervi se fosse normale che a un determinato numero di giri/motore si avverta otalgia (che spesso perdura anche per qualche ora) e vibrazione del timpano al momento dell’accelerazione improvvisa. Ringrazio di cuore a tutti coloro che risponderanno e che mi daranno queste delucidazioni assolutamente essenziali per la salute uditiva.
[#1]
Dr. Teodoro Aragona Otorinolaringoiatra, Esperto in medicina del sonno, Chirurgo pediatrico 200 14 2
Buongiorno,
non conosco bene la normativa inerente alla rumorosità con la quale possono essere omologati i motocicli. Per quanto riguarda la protezione individuale durante la guida un casco integrale isola abbastanza dalla rumorosità del veicolo. Bisogna però differenziare il rumore dalle vibrazioni del motore, queste possono essere trasmesse anche a livello dell'orecchio medio e dare una sensazione di fastidio ad un determitato numero di giri tipico di ogni motoveicolo.
Le consiglio di usare un casco integrale, di buona qualità ed a norma di legge, sia perchè la protegge di traumi cranici sia dal rumore del veicolo. L'esposizione prolungara porta nel tempo a deficit uditivi di tipo neurosensoriali permantenti e progressivi.
Buona giornata

Dr. Teodoro Aragona
Otorinolaringoiatria e chirurgia cervico-facciale
www.aragonaorl.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la tempestiva risposta. La cosa che mi desta un po’ preoccupazione è quanto scritto da lei alla fine: “ l’esposizione prolungata nel tempo porta a deficit uditivi di tipo neurosensoriali permanenti e progressivi “. A tal proposito è possibile che si verifichino danni permanenti qualora dovessi espormi per un quantitativo di 30 minuti giornalieri con la suddetta rumosorita? Non esiste un range tempistico di sopportazione entro la quale è possibile non incorrere a danni?
Esiste qualche altro accorgimento, oltre al casco integrale per salvaguardare l’integrità dell’apparato uditivo, tipo cuffiette (anche senza musica) e quant’altro?
[#3]
Dr. Teodoro Aragona Otorinolaringoiatra, Esperto in medicina del sonno, Chirurgo pediatrico 200 14 2
Salve,
non esistono studi, a mia conoscenza, che correlino con i minuti giornalieri di esposizione. Comunque se usa un casco integrale ben conformato ha un sufficiente isolamento acustico senza impedirle di sentire altre informazioni (tipo clacson, sirene, ecc). Non può usare cuffie perchè non le permetterebbero di sentire l'ambiente circostante.
Buona giornata e si goda la moto
[#4]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio nuovamente per la risposta.
A questo punto non posso fare altro che sperare di non incorrere a deficit uditivi, e a provvedere nell’acquisto di un casco integrale.
Buon pomeriggio

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test