Utente
Sto vivendo un periodo terribile a causa di un problema che mi assilla da sempre ma che è stato saltuario, oggi invece è diventato un problema perenne e quotidiano. Olfatto alterato e conseguentemente il gusto, percepisco un odore sgradevole, terribile e insopportabile, qualcosa di putrefatto e amaro. In tutti questi anni bastava mettermi in una posizione di relax con occhi chiusi o addormentarmi anche per poco che il fastidio passava. Il problema sembra essere la narice sinistra perchè negli anni ogni volta che soffiavo il naso da quella narice c'era l'alterazione, oggi se per esempio "tappo" la narice sx riesco a percepire gli odori nella normalità. Ho consultato gastroenterologo se il problema è un reflusso ma non c'è nulla, ho eseguito risonanza magnetica con mdc all'encefalo e ai seni paranasali ed elettroencefalogramma, e non c'è nessun problema neurologico. Sono seguito da un otorino che mi ha prescritto una terapia con antinfiammatori ed aerosol nasale che sto ancora facendo: aerolid, fluimucil, sedo calcio plus. Per 15 giorni consecutivi giorno e notte ho avuto l'alterazione dell'olfatto poi tutto è passato per alcuni giorni, adesso da giorno 1 è ritornato l'incubo. L'otorino mettendo il sondino nel naso, narice sx mi ha detto che c'è tantissimo muco accumulato.
Non percepisco il sapore e l'odore sgradevole, solo al risveglio se ho dormito in posizione laterale sinistra o destra, appena mi giro o mi alzo subito percepisco ritorna il problema. Non so se questa cura serve a qualcosa ed è quella giusta, psicologicamente sono distrutto.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Da cio' che descrive, la diagnosi plausibile sarebbe una rinosinusite cronica. Per una conferma, dovrebbe fare una tac dei seni paranasali senza mezzo di contrasto. Ne parli con lo Specialista che la segue.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Dottore grazie per la risposta, approfondirò con la tac. Secondo lei la cura che sto facendo è buona? Potrò risolvere il problema?

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Personalmente, ritengo la cura che sta facendo non del tutto idonea per la risoluzione della patologia
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio della risposta e del tempo che mi sta dedicando. Cosa devo fare allora?

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Purtroppo, in questa Sede, non mi è concesso darle una cura piu' idonea per il suo caso, mi dispiace. Ne riparli con lo Specialista che la segue
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
Gentile dottore, mi sono rivolto ad un altro specialista, mi ha prescritto per una settimana il narhimed, che ho già fatto, e adesso il brusonex per un mese. Ho alternato giorni in cui olfatto e gusto erano nella norma, altri in cui il problema è ritornato nuovamente. E' bastato mettermi a letto e dormire e il giorno dopo tutto era nella norma, è successo alcune volte, non sempre, perchè altre non cambiava di nulla. Non capisco la relazione fra la posizione di riposo e olfatto/gusto nella norma. Sto anche facendo una cura per il reflusso gastrico.

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Il variare della sintomatologia puo' dipendere dallo spostamento del catarro all'interno dei seni paranasali e dalla variazione di volume delle mucose nasali in base alle condizioni dell'aria respirata
Dr. Raffaello Brunori

[#8] dopo  
Utente
Alla fine mi sono sottoposto all'intervento chirurgico, vista la diagnosi: deviazione del setto nasale, rinite ipertrofica, conca bullona ed anosmia. nel foglio di dimissioni il decorso clinico è il seguente: correzione funzionale respiratoria nasale in anestesia generale. L’intervento è stato lunedì scorso e i tamponi sono stati tolti il venerdì, il medico mi prescrive per un mese uno spray e una pomata. Mi dice che fin da subito posso soffiare il naso. Nel momento in cui, tornato a casa, ho iniziato a soffiare il naso ho nuovamente l’alterazione dell’olfatto e del gusto. Sempre dalla narice sinistra ogni qualvolta soffio il naso si verifica l'alterazione dell'olfatto e del gusto. Nel momento in cui ho una produzione di muco abbondante non c'è alterazione, quando è normale invece si. Sono sconvolto e sto malissimo, perché ho fatto l’intervento proprio per questo e adesso sono nuovamente punto e a capo. Per l'eliminazione delle croste mi ha prescritto abiostil crema e aluned spray due volte al giorno per un mese. Sono molto ma molto deluso.

[#9]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
L'intervento chirurgico aveva, come fine, il ripristino della funzionalità respiratoria nasale e non il recupero dell'olfatto. cio' doveva essere chiaro. Comunque, ancora è presto per arrenderci.
Dr. Raffaello Brunori

[#10] dopo  
Utente
Dottore io la ringrazio sempre per la tempestività delle sue risposte e per la professionalità dimostrata. Sono qui in attesa anche se nutro poca speranza :-( é dal 22 marzo, giorno che ho tolto i tamponi che continuo ad avere l'alterazione. La cosa incredibile è questa, il mattino mi sveglio dopo che ho dormito di fianco sul lato destro, o con la testa inclinata a destra e percepisco subito olfatto e gusto nella norma. Appena mi giro o tendo ad alzarmi immediatamente c'è l'alterazione dell'olfatto, questo odore puzzolente e gusto amaro. Basta un leggero movimento del muco, anche se poco, nella narice sinistra che fa sorgere il disturbo. Se durante il giorno provo a chiudere la narice sinistra e quindi utilizzare la destra, olfatto e gusto sono nella norma,

[#11]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Mi pare di ricordare che non si sia sottoposto alla tac da me consigliata. Per scrupolo, sarebbe utile farla, visto il persistere della sintomatologia
Dr. Raffaello Brunori

[#12] dopo  
Utente
Si Dottore ho fatto la tac, prima dell'intervento, circa dieci giorni prima dell'intervento che è stato il 18 marzo.
Esame eseguito con apparecchiatura multidetettore in condizioni di base con acquisizioni spirali e completato con ricostruzioni sul piano assiale, sagittale e coronale.
Slivellamento della volta etmoidale del II tipo di Keros.
Curvatura paradossa dei turbinati medi bilateralmente. Concha bullosa bilaterale. Ipertrofia dei turbinati. Minima deviazione sn-convessa del setto nasale. Minimo ispessimento mucoso del pavimento di entrambi i seni mascellari. Recesso infraottico nel seno sfenoidale sn e recesso pterigoideo con protusione dei canali mascellare, vidiano e carotideo in entrambi i seni sfenoidali. Non ulteriori evidenti alterazioni TDM apprezzabili a carico delle restanti cavità paranasali.

[#13]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Bene. Forse sarebbe necessaria una cura per quella raccolta di muco evidenziata dalla tac nei seni mascellari. Ne parli con lo Specialista che è intervenuto
Dr. Raffaello Brunori

[#14] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore. Sono stato a controllo con il mio otorino, lui sostiene che ci sono delle croste e questo può causare il mio disturbo. Mi ha prescritto per due mesi, con interruzione di 10 giorni, Rinal unguento nasale e viscoflu spray. Io continuo a non capire perchè il mattino mi sveglio, avendo dormito dal lato destro, con olfatto buono ma appena mi alzo tutto cambia. E' possibile che ci sia un danno al bulbo olfattorio? Solo in una narice è possibile? Se chiudo la narice sinistra, con la destra l'olfatto è nella norma. Ieri è accaduta la seguente cosa, mentre pranzavo avvertivo del muco nella narice sinistra che ostruiva la normale respirazione e l'olfatto era buono, appena il muco si è mosso liberando la narice è tornata l'alterazione.

[#15]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non conosco personalmente il suo caso specifico, ma ritengo che il problema dell'olfatto derivi proprio dalla sinusite mascellare.
Dr. Raffaello Brunori

[#16] dopo  
Utente
Buongiorno torno a farmi sentire. Ho eseguito visita ed esame con il mio dentista ed è esclusa la sinusite mascellare. Tornato nuovamente dall'otorino, anche a seguito di nuova tac, sostiene che trattasi di cacosmia. sto facendo una terapia con xnerv e Normast 600 cp, è già passato un mese dalla terapia e l'unico risultato positivo che ho è al mattino, al risveglio con olfatto e gusto nella norma. Appena mi alzo, a volte dopo 10 minuti, altre dopo mezz'ora, altre volte dopo un'ora subentra l'alterazione dell'olfatto e del gusto. Lui parla di un problema di funzionalità dell'olfatto. In questi giorni sono stato spesso al mare, metto la testa sotto l'acqua, faccio entrare l'acqua del mare nelle narici e nel frangente in cui entra l'acqua e poi la tiro fuori l'olfatto e il gusto sono normali.

[#17]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sono contento del miglioramento del quadro clinico. Auguriamoci che , a breve, possa riprendere del tutto l'olfatto
Dr. Raffaello Brunori

[#18] dopo  
Utente
Gentilissimo Dottore, è passato tanto tempo e la situazione non è mai migliorata, anzi sempre peggio....

[#19]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Mi dispiace: a questo punto, penso che ancora ci sia poco da fare
Dr. Raffaello Brunori