Utente 560XXX
LIEVE CORDITE IPEREMICA CRONICA

Buonasera, come prima cosa vorrei ringraziare chi mi aiuterà a capire meglio cosa può significare il risultato della mia visita di oggi.
Premetto che sono una ragazza di 27 anni, fumatrice, che ultimamente ha esagerato un pochino con qualche sigaretta in più.
Sentivo un fastidio alla bocca/gola dopo una piccola influenza presa durante le mie serate al mare, con rigonfiamento delle tonsille e qualche linfonodo. Di conseguenza sono andata a fare una visita in un centro salute (essendo fuori casa da diversi mesi), nella qualche mi prescrivono un antibiotico (azitromicina 500 per 6 giorni). Dicendomi che avevo le tonsille abbastanza tese, e la lingua molto patinosa. A distanza di una settimana ritorno nella clinica salute per comunicare al dottore che le tonsille si erano sgonfiare un bel Po ma che continuavo ad avere un strano dolore alla lingua/gola (premetto che da diversi giorni ero in ansia, e leggendo su internet ho solo che peggiorato il mio stato ansioso), dove lui mi consiglia una visita dal otorino. Oggi sono andata a fare la visita e i risultati sono stati questi che allego qui in basso. Chiedo gentilmente se potete spiegarmi meglio l'esito della mia visita. Io sono davvero preoccupata e non so come comportarmi
. Non mi ha dato nessun antibiotico e neanche informazioni di come comportarmi, se posso guarire, se devo fare qualcosa o meno.
Risultati esame:
Obbiettivamente (anche fibroscopia)
Lingua bianca patinosa, mucosa della laringe e faringe nei limiti, senza tumefazioni o lesioni, eccetto iperemia delle corde vocali normomobili. Base lingua nella norma, fosse nasali pervie, e rinofaringe nella norma. Non tumefazioni palpabili nel collo.
Lieve cordite iperemica cronica da fumo.
Lingua patinosa.
L'unica cosa che mi ha prescritto e:
Abolire il fumo
Spazzolare la lingua con corsodyl gel mattino e sera per 10 giorni.
In attesa di una Vostra risposta colgo l'occasione per ringraziare chi risponderà e augurare una Buona serata.
Cordiali saluti, Elena

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
In pratica, dall'esame risulta una infiammazione cronica delle mucose di rivestimento delle corde vocali procurata dal fumo di sigaretta. Sicuramente, deve smettere di fumare, pena, nel tempo, una possibile degenerazione della patologia. Per quanto riguarda la lingua, consiglio un tampone linguale per la ricerca di germi patogeni e miceti con antibiogramma. Per il momento, quindi, niente di grave, ma deve seguire i consigli dati.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente 560XXX

Grazie mille di cuore per la gentile risposta.
Martedì ho un'altro appuntamento da un altro specialista ORL, dove richiederò il tampone. Io sono una ragazza che parla molto e veloce , troppo veloce.. questa cosa può essere un'altra causa del mio malessere ?
Ce modo che questa situazione "cronica" migliori e ritorni allo stadio normale ?
Ringrazio ancora per la risposta, e Le auguro una Buona Serata.
Cordiali saluti Elena

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non penso che il parlare veloce possa essere responsabile della patologia sofferta: purtroppo, si tratta di una reazione al fumo. Dovrà smettere di fumare
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente 560XXX

Grazie mille Dr Brunori, attualmente sto cercando di diminuire drasticamente le sigarette, sperando con tutto il cuore di smettere il prima possibile.
Martedì andrò alla visita specialistica e la terrò aggiornata sul mio stato e su eventuali esiti.
Vorrei solo capire se con lo smettere di fumare tornerà tutto alla normalità o questa cosa la porterò per il resto della mia vita.
Cordiali saluti, Elena

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Come già le ho detto, smettendo di fumare, la sintomatologia regredirà notevolmente, anche se non si potrà raggiungere la normalità al 100%
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente 560XXX

Grazie di cuore per le Sue gentili risposte.
Cordiali saluti, Elena