Mal di gola che dura da mesi , come posso risolverlo ?

Buongiorno, non sono fumatore e assumo alchool in maniera occasionale e ho un problema non solo di gola.
Era aprile-maggio 2019 che ho avuto un forte mal di gola che è durato per qualche settimana, il medico non mi ha prescritto antibiotici, ma delle buste (purtroppo non ricordo il nome) da sciogliere in acqua fino a quando non mi sarebbe passato. Tale cura inizialmente non sembrava molto efficace, ma dopo qualche giorno è migliorata progressivamente fino a quando non sentivo più dolore.
In compenso una volta guarita la gola, si è presentata una sensazione costante di gola secca che mi portava a bere acqua molto spesso, sopratutto al lavoro.
(faccio presente che lavoro in una zona soggetta a forti sbalzi di temperatura e di corrente d'aria calda e fredda sia d'inverno che d'estate, lavoro in presenza di polveri)
Durante i mesi successivi noto palpandomi una piccola palla nel collo, vicino alla zona tonsillare destra ma non do molto peso alla cosa. Man mano che passano i giorni aumenta di dimensione ma continuo a non preoccuparmi dato che non accuso ne dolore ne fastidio. Arriva metà agosto ed ecco che inizio ad avere mal di gola, non forte ma abbastanza fastidioso, in particolar modo nella zona dove è presente quel gonfiore/palla, il fastidio alle volte si accentuava come se fosse uno spillo che mi bucasse il collo. il medico mi prescrive oki per 1 settimana ma nessun risultato. Trascorse due settimane si gonfiano i linfonodi del collo a destra, inizio con un antibiotico da una pastiglia al dì per 3 giorni (purtroppo non ricordo quale) e per 5 gg una al cortisone ma nulla è cambiato. Si gonfia un linfonodo a sinistra nel collo e inizio ad accusare dolore nella zona inguinale dx (come se fossero doloranti i linfonodi) . Ci tengo a precisare che il mal di gola non è forte, ma fastidioso che alle volte si intensifica durante la giornata ma per poco tempo. Noto che sul fondo della lingua inizia a crearsi una patina gialla
A metà settembre una domenica sentivo dolorante la gola a facevo un po fatica a deglutire ed inizio a sentire fastidio anche nella zona delle ascelle. Decido di andare da uno specialista.
Lo specialista mi visita e dice che è presente una leggera infiammazione alla gola, in particolare a destra nella zona dove accusavo più fastidio. una volta spiegata tutta la trafila, mi prescrive augmentin, oki colluttorio e ismigen per i linfonodi, faccio anche le analisi del sangue, tutto nella norma tranne titolo antistreptolisinico che è a 400 per un massimo di 200. Nei giorni successivi noto un leggero miglioramento per i linfonodi, ma per la gola ancora nulla.
Siamo a fine ottobre ormai e la gola è sempre leggermente infiammata e infastidita, la zona inguinale mi duole alle volte quando faccio un certo tipo di movimento, la protuberanza nel collo è ancora presente e i linfonodi al collo li sento leggermente gonfi.
Cosa posso fare? Ho letto che sono in aumento i ragazzi che contraggono l'HPV, potrei averlo contratto? Grazie a tutti
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 35.2k 1.2k
E' possibile, invero, che la linfoadenopatia descritta possa essere esito di una mononucleosi. Direi, quindi, di fare un prelievo di sangue per: emocromo con formula, ves, tas, pcr, ebv, citomegalovirus, azotemia, glicemia. Farei anche un tampone tonsillare per la ricerca di germi patogeni. Una volta in possesso delle risposte, cercheremo di avere una diagnosi.
Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
Le analisi richieste erano già state fatte in precedenza , espongo quindi i risultati
EMATOLOGIA

-EMOCROMOCITOMETRICO
glb bianchi 4,2 (4-11)
glb rossi 5,03 (4,6-5,6)
emoglobina 15,1 (14-18)
ematocrito 47% (40-50)
MCV 93,5 (80-94)
MCH 29,9 (27-32)
MCHC 32,0 (32-35)
RDW 13,4 (11-14)
-FORMULA LEUCOCITARIA #
granulociti neutrofili 2,3 (2-7,5)
linfociti 1,4 (1-4)
monociti 0,4 (0,1-1)
granulociti eosinofili 0,1 (0-0,6)
granulociti basofili 0 (0-0,2)
-FORMULA LEUCOCITARIA %
granulociti neutrofili 54,7
linfociti 32,4
monociti 9,5
granulociti eosinofili 3,0
granulociti basofili 0,4
piastrine 253 (150-400)
MPV 8,0 (6,9-10,8)

CHIMICA CLINICA
creatinina 0,84 (0,72-1,18)
sideremia-ferro totale 77 (53-167)

ENZIMI
aspartato aminotransferesi (gotAST) 16 (1-37)
alanina aminostransferasi (gptALT) 18 (1-41)

PROVE REUMATICHE
*titolo ntistreptolisinico 425 (rif. da 0 a 200)*
fattore reumatoide 2 (0-14)

PARAMETRI INFIAMMATORI
proteina c reattiva 0,10 (fino a 0,50)

METABOLISMO DEL FERRO
ferratina 24,80 (23,90-336,20)

IMMUNOLOGIA
anticorpi anti epstein barr VCA IgG 7,1 (positivo)
anticorpi anti epstein barr VCA IgM 0,3 (negativo)
anticorpi anti epstein barr EBNA IgG 7,0(positivo)
anticorpi anti citomegalovirus IgM negativo
anticorpi anti citomegalovirus IgG negativo

Tengo a precisare che ora assumo 3 volte al giorno una compressa di ialoclean , e che in questo periodo ( da maggio - giugno ) ho sofferto di emorroidi che periodicamente ho curato e che poi sono ripresentate ( anche se momentaneamente non ne sto soffrendo da quasi 2 mesi ) non so quanto questa informazione possa esservi utile ma ci tengo a essere preciso ed informativo possibile
grazie
[#3]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 35.2k 1.2k
Viene confermato che la linfoadenopatia sia esito della mononucleosi e, purtroppo, persisterà per molti mesi, se non anni.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Ho capito , grazie per l'attenzione dedicatami
[#5]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottori , mi scuso se riapro l'argomento , ma la situazione peggiora giorno dopo giorno , vi scrivo perchè sono abbastanza preoccupato , il mal di gola è sparito ma la gola arrossata e la deglutizione diversa ormai sono diventate delle normalità .
assumo antibiotici in quanto mi sono stati prescritti perchè ho avuto alcuni episodi febbrili ( si suppone causati dalla gola ) e tosse secca.
da più di una settimana oramai durante la giornata ho dei leggeri capogiri e giramenti di testa , alle volte sento una sensazione di pressione dietro la mandibola -sotto le orecchie da entrambi i lati (come se qualcosa stesse stringendomi il collo ) e col il mal di testa ormai ci convivo.
assumo oki per aiutarmi durante la giornata oltre all antibiotico .
ho eseguito alcune analisi , ecografia al collo nulla da segnalare , eco alla tiroide presente un nodulo calcificato
analisi del sangue nella norma tranne
proteina c reattiva chè è 4 volte superiore
non riesco a capacitarmi come mai questa cosa non si riesca a risolvere ne ci siano dei leggeri miglioramenti , anzi dei costanti peggioramenti che mi demoralizzano giorno dopo giorno.
vorrei chiedervi un parere su come posso procedere ,per trovare una giustificazione a tutto ciò e magari su come posso cercare una soluzione a tutto questo.
ringrazio la cortese attenzione e auguro un buon weekend
[#6]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 35.2k 1.2k
Prima di tutto, basta con tutti questi antibiotici presi senza una diagnosi precisa. trascorsi una decina di giorni dalla fine della cura, consiglio un tampone faringeo per la ricerca di germi patogeni. Attendo notizie in merito
[#7]
dopo
Utente
Utente
Buona sera , ho già eseguito in precedenza un tampone per lo streptococco ( 2 volte per l'esattezza ) e sono risultato negativo , quali altri tamponi mi consiglia ? purtroppo non mi è mai stata trovata una diagnosi...
[#8]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 35.2k 1.2k
A maggior ragione, se entrambi i tamponi sono risultati negativi, inutile la cura antibiotica. Considerato il valore alto della pcr, deve esserci per forza un germe responsabile. Consiglio, quindi, di ripetere il tampone magari presso un altro laboratorio
[#9]
dopo
Utente
Utente
quindi sempre un tampone per lo streptococco ? l'ho fatto in due laboratori diversi e con almno 6 settimane di distanza l'uno dall'altro
[#10]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 35.2k 1.2k
No, un tampone per la ricerca di germi patogeni con eventuale antibiogramma. Se dovesse risultare negativo per la terza volta, dovremo fare ulteriori ricerche per capire la natura di questo stato infiammatorio presente nell'organismo
[#11]
dopo
Utente
Utente
va bene , appena possibile eseguo il tampone
grazie per la delucidazione e i consigli , la tengo aggiornata
[#12]
dopo
Utente
Utente
Dottore buonasera , ho provato a informarmi su dove posso fare questo tipo di analisi , ma le strutture mi rispondono che non riescono a fare un tampone per una ricerca su scala così ampia , sa a chi posso rivolgermi ?
[#13]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 35.2k 1.2k
Onestamente, non riesco a comprendere dove sia il problema. E' un esame che viene svolto comunemente. Con un tampone si fa uno striscio sulla mucosa faringea, il tutto si mette in coltura e si evidenzia lo sviluppo di un eventuale batterio. E' un esame di routine. E' tale e quale a quelli già fatti, niente di diverso.
[#14]
dopo
Utente
Utente
Dottore buona sera, ho eseguito l'esame e non è emerso nulla dalla ricerca ; esito : flora batterica residente . Procedo con l'antibiogramma . I sintomi sono divenuti del tutto assenti , non presento più dolore alla gola ne quando mastico ne quando deglutisco o sbadiglio , la lingua sta migliorando ( seppur in maniera sensibile) come colorazione , e i linfonodi li sento piano piano diminuire dimensione. Alle volte accuso ancora tremore alle mani e alle gambe , e sensazione di pressione ai lati della faccia/collo , per quanto riguarda la colorazione della gola presenta sempre un arrossamento generale e ai lati .attendo l'esito dell esame per comunicarglielo .
[#15]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 35.2k 1.2k
Se non è emerso alcun batterio patogeno, l'antibiogramma non serve
Cefalea

Cefalea è il termine che descrive tutte le diverse forme di mal di testa: sintomi, cause, diagnosi e terapie possibili per le cefalee primarie e secondarie.

Leggi tutto