Utente
Buongiorno.

Cerco di spiegare al meglio la mia vicenda.
Sono un ragazzo di 29 anni, faccio l'autista di Bus di città, un lavoro soggetto a molto stress e a sollecitazioni.
A novembre del 2019 ho avuto una brutta influenza, e passata questa influenza ho avuto una sensazione forte di vertigini e di ansia continua, con dei sintomi tipo di distacco dalla realtà.
Il mio medico di base mi prescrive il Vertiserc e una RX alla cervicale.
Fatta l RX risulta una Lordosi cervicale, probabilmente dovuta ad un incidente avuto nel 2009 con la moto.
Continuo la cura con il Vertiserc e la cosa mi passa.
Verso fine dicembre accuso di nuovo un raffreddore abbastanza violento, e successivamente, finito il raffreddore, iniziano queste vertigini ancora in maniera piu' acuta.
Le sensazioni di distacco dalla realtà aumentano, tant'è che ho ansia continua e crisi di panico, inoltre noto che non ho concentrazione, e non riesco a rimanere concentrato.
Noto anche che non ho memoria a breve termine ed ho una sensazione di stordimento, oltre alle continue vertigini, e dei fastidiosi ronzii all'orecchio, specialmente quando la sera vado a letto.
Il mio medico di base mi prescrive il Vertiserc e una visita Otorinolaringoiatra.
Fatta la visita, con esito negativo, l'otorino mi prescrive l'esame vestibolare, anch'esso negativo.
Sempre su consiglio dell' otorino, effettuo una RM Encefalo, della quale ad oggi aspetto il risultato, in quanto fatto 2 giorni fà.
Su consiglio del medico di base effettuo anche analisi del sangue, perfette, ECG e visita cardiologica (in quanto sono stato affetto a 4 anni dalla sindrome di kawasaki, però ECG e Visita perfetta, con un pò di pressione minima alta).
Effettuo anche un Holter pressorio, ed ancora attendo gli esiti, in quanto effettuato recentemente.
Il mio medico di base inoltre mi consiglia di misurarmi la pressione in vari periodi della giornata, con una pressione che oscilla la mattina da 125/60 a picchi di 135/90.Voglio anche dire che sono Bradicardico.
Ad oggi, dopo 1 mese circa di Vertiserc, le vertigini sono significamente diminuite (ma ci sono), anche se la sensazione di malessere generale permane.
Chiedo, dunque, è possibile che sià una labirintite o altro?
Grazie ancora!

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Credo, sulla base della descrizione dei fatti, che il sintomo sia legato al tuo stato ansioso. Considerato anche il lavoro che svolgi, ti consiglio di rivolgerti ad un Neurologo od a uno Psichiatra per curare questo tuo stato ansioso : prima consulti lo Specialista, prima ne verrai fuori, tranquillo!
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Dottore buongiorno e grazie per la risposta. In settimana aspetto le visite ( RM Encefalo e Holter pressorio ) e la terrò aggiornata. Ho notato che dopo 1 mese di Vertiserc ho drasticamente diminuito le vertigini, ma la sensazione di malessere rimane , in maniera piu' contenuta e vagamente. Inoltre il mio medico di base mi ha detto che possono essere anche dei cristallini, non visibili anche con una RM, fuoriusciti dal labirinto dell' orecchio,e con determinate manovre, o con il passare del tempo rientrano dentro. Sarebbe possibile che possano anche essere questi cristallini?

Saluti

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Dalla descrizione che hai fatto della tua storia clinica, non credo che il sintomo sia determinato dalla formazione di otoliti, ovvero di calcoli all'interno del labirinto. Peso, ripeto, ad uno stato ansioso
Dr. Raffaello Brunori