Utente
Buonasera,
circa 20 giorni fa mi sono recato dal mio medico, in quanto da gennaio avvertivo un periodico fastidio sul lato destro della gola (una settimana di dolore, poi scompariva, poi tornava, ecc...).

A seguito del controllo effettuato, il mio medico ha rilevato un gonfiore toccando la parte destra della gola, e dopo aver guardato mi ha riferito che è presente una cisti (non piccolissima, ma non preoccupante, secondo il suo parere).

Mi ha quindi prescritto una visita specialistica dall'otorino, per far valutare la situazione e decidere come procedere.

Purtroppo, visto il contemporaneo inizio dell'emergenza sanitaria, non ho però al momento avuto la possibilità di fissare alcun appuntamento specialistico.

Ho quindi nuovamente contattato il mio medico, per chiedere conferma in merito all'assenza di urgenza del mio caso, e per far presente che il fastidio era ancora presente (come se avessi un chicco di riso attraverso, ma senza alcun problema di deglutizione).

Mi ha confermato che non ritiene ci sia un'urgenza, ma di monitorare la situazione, ed in caso di aumento del dolore o della presenza di sangue, di contattarla nuovamente.

Ad oggi la situazione è più o meno sempre la stessa.

La scorsa settimana il fastidio era quasi scomparso, per poi tornare ieri.


Ovviamente capisco il momento e le difficoltà attuali, ma vorrei sapere se in questi casi un ritardo del controllo potrebbe comportare problematiche più gravi in caso, ad esempio, di un successivo intervento per rimuovere la cisti.


Ringrazio in anticipo, e resto a disposizione qualora fossero necessari ulteriori dettagli/informazioni.

Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non credo che cio' che descrive abbia carattere di urgenza. Comunque sia, in attesa della visita da parte di uno Specialista, farei prima una ecografia del collo, anche per una conferma di quanto riscontrato dal Medico curante.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori