Domanda su terapia per catarro nelle orecchie

Salve dottori,

Non riesco a contattare l’otorino che mi ha dato la cura per del catarro nelle orecchie.


Tra i vari farmaci che devo prendere, devo fare l’aerosol.


Nella terapia ha scritto (per l’areosol)

Nambrol 1 flc
Fluimucil 300 da nebulizzare
1 ml di soluzione fisiologica
Mezzo flacone per areosol 2 volte al giorno.


Ora, mi viene complicato capire come posso accorgermi di essere arrivato a fare metà aerosol per poi lasciare il resto per la seconda dose.


Posso fare come ho fatto stamattina?
E cioé con 3 siringhe tiro tutto il flacone di fluimucil, tutto quello di nambrol e 1 ml di soluzione fisiologica, e nell’areosol verso metà di ogni siringa e lascio il resto per la sera...

Sto facendo correttamente?


Vi ringrazio tanto

Cordiali saluti
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Si, va bene, ma anche se va ad occhio non succede niente. Importante è che il dosaggio prescritto venga effettuato in due volte, ml piu', ml meno.
Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
D’accordo dott. Brunori, la ringrazio tanto.

Ne approfitto per farle un’altra domanda... da circa un anno, dopo aver avuto un forte episodio di vertigini oggettive, soffro di vertigini soggettive... diciamo più sbandamenti, e sensazione di instabilità soprattutto quando sono seduto o sdraiato su superfici morbide, che si manifestano anche quando muovo una gamba... appena mi muovo sembra come se sprofondassi... come se mi mancasse l’appoggio su cui sono seduto...
Può dipendere anche da questo catarro che ho nelle orecchie?
Ad oggi nonostante tutte le visite fatte, nessuno è riuscito a capire da cosa sono provocate queste vertigini.

La ringrazio ancora.

Saluti
[#3]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
No, il sintomo non puo' dipendere dalla forma catarrale che sta trattando. Purtroppo, non avendo modo di studiare il suo caso, non sono in grado di dare una risposta al suo quesito, ovvero di fare una diagnosi ma, onestamente, non credo sia difficile ottenerla attraverso degli esami specifici, tipo un esame audio-vestibolare.
Cordialmente

Dr. Raffaello Brunori

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test