Utente 127XXX
Salve,ho 37 anni e ho un bimbo di 4 anni.Premetto che mio figlio ha cominciato a parlare dicendo frasi compiute all'età di 2 anni e mezzo.Già a quell'età però aveva cominciato a balbettare,ma in maniera lieve.I rapporti in famiglia non erano buoni finchè lo scorso anno mi sono separata da mio marito.Non so se questo abbia influito o no, ma adesso noto che il bambino,che in un primo momento non balbettava più,ha ricominciato a farlo,molto più frequentemente di prima.Però balbetta quando vuole raccontarmi qualcosa,come se volesse dirmi tutto di un fiato,e vedo che gli manca quasi il respiro.Ripete spasmodicamente le sillabe iniziali e per finire una parola impiega moltissimo tempo.Ci sono giorni che non balbetta,altri che lo fa continuamente,anche mentre gioca,o è felice.Solo quando canta non balbetta per niente.Mi hanno detto che si tratta di disfluenza e che con l'età svanirà da sola.Che mi consiglia?Ho notato che quando balbetta,anche i muscoli del collo si irrigidiscono.Grazie

[#1]  
Dr. Gianfranco Maffei

24% attività
0% attualità
8% socialità
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
La separazione purtroppo influenza a livello psicologico i bambini. Affidarsi ad una buona logopedista può giovare al suo bambino.
Dr. Gianfranco Maffei

[#2]  
Dr. Gianmaria Benedetti

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile signora, la balbuzie verso i tre anni è abbastanza frequente e di solito non dura molto a lungo. Non è indicato nessun intervento specifico sul linguaggio, mentre sono utili alcuni accorgimenti: evitare di correggere il bambino, di focalizzare l'attenzione sul suo problema, ecc. Più che un trauma psichico probabilmente conta di più, come fattore causale, un atteggiamento perfezionistico e una difficoltà a gestire i sentimenti ostili e aggressivi (che possono essere stati accentuati dalla separazione dei genitori). Può essere utile eventualmente una consulenza specialistica (npi o psicologo dell'infanzia) sull'organizzazione e funzionamento familiare (prima e dopo la separazione) che individui e modifichi eventuali disfunzioni che possono ostacolare lo sviluppo del bambino.
Cordialmente
Dr. Gianmaria Benedetti

http://neuropsic.altervista.org/drupal/

[#3] dopo  
Utente 127XXX

Vi ringrazio vivamente entrambi per la cortese risposta. Volevo aggiungere al mio precedente post che, appunto, mio figlio non balbetta sempre, ci sono giorni in cui balbetta moltissimo, altri in cui non lo fa affatto; e quando balbetta lo fa perchè è molto frettoloso di dire tutto quello che gli passa per la testa. Già dall'età di 2 anni e mezzo frequenta l'asilo e quando canta o ripete qualche poesia lo fa con una scioltezza impressionante. Vi ringrazio per i consigli datemi. cordiali saluti