Utente 128XXX
Gent.mi,
ho una bimba di 10 mesi che qualche settimana fa la sua pelle ha assunto una colorazione giallognola in tutto il corpo (sclere però bianche). Così abbiamo fatto l'eco al fegato e il risultato è il seguente:
indagine in parte condizionata dalla presenza di discreto meteorismo intestinale. Fegato nei limiti ad ecostruttura regolare e senza evidenza di lesioni focali. Colesisti contratta. Regolare la via biliare principale e non dilatazione delle vie biliari intraepatiche. Regolare il pancreas. Milza nei limiti dimensionali (diametro longitudinale circa 6.6 cm)) ad ecostruttura omogenea con presenza di piccoal milza accessoria di 6 mm all'ilo. Reni in sede di dimensioni regolari con diametro longitudinale massimo di circa 5.7 cm. Non idronefrosi bilateralmente. Vescica scarsamente repleta al momento dell'indagine.
Cosa ne pensate di questo referto?
Spiegando al mio pediatra il problema del colorito giallognolo e aggiungendo che a volte la bimba sembra aver il pancino un pò gonfio lui l'ha visitata e palpando l'addome ha dichiarato "addome globoso". Cosa significa?
Lui ha detto che potrebbe essere celiaca la bimba ma non ho capito se ha detto ciò a causa del colorito giallognolo o se a causa del pancino gonfio (vista la presenza di aria anche nell'eco al fegato). Ma se la bimba fosse celiaca credo che avrebbe dei sintomi chiari, no? Non ha dato peso alla cosa a quanto pare e io solo a casa mi sono accorta della dicitura "addome globoso" nel libretto. Cosa causa l'addome globoso e quali sono le cause dell'addome globoso? Devo, a Vostro avviso, fare ulteriori accertamenti? Un ringraziamento per le Vostre risposte.

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora
addome globoso non significa assolutamente nulla di grave, descrive semplicemente la rotondità dell'addome "pancetta".
L'ecografia è normale.
Il colorito giallognolo se non è accompagnato da alterazione di parametri di laboratorio può dipendere dall'introduzione di alimenti ricchi di carotene.

La celiachia disturba la crescita appena s'introducono alimenti con glutine. Quindi in 4 mesi dovrebbe essere rallentata per parlare di "celiachia"..che in aggiunta provoca anche sintomi intestinali ed alterazioni della cacca.

Dott.Agnesina Pozz

[#2] dopo  
Utente 128XXX

Gent.ma Dottoressa,
grzie per la risposta in merito all'addome globoso. per fortuna nulla di preoccupante. Comunque per l'aria che la bimba ha nella pancia c'è un metodo per fargliela espellere? da qualche notte oltretutto dorme tutta rannicchiata con entrambe le ginocchia all'altezza dell'ombelico. Potrebbe essere perchè ha dolorini di pancia?
Per quanto riguarda la celiachia e il discorso crescita Le indico i pesi della bimba: alla nascita era 3,380 kg, 49 cm di altezza. 1 mese 4,205 kg. 2 mesi 4,990 kg. 3 mesi 5,870 kg. 4 mesi 6,425 kg. 5 mesi 6,900 kg. 6 mesi 7,200 kg. Poi qui abbiamo inziato lo svezzamento ma non ha mai gradito le farine di mais/tapioca e farin di riso e quindi beveva ancora praticamente solo latte. 7 mesi 7,600 kg. 8 mesi 7,750 kg. A metà del settimo mese si è finalmente avviata con le pappine ed è stato inserito il glutine (pastina, pane). 9 mesi 8,000 kg. 10 mesi 8,500 kg. Come può notare la crescita dal settimo mese è rallentata. Solo tra il nono e il decimo mese è cresciuta di più. Ora quindi pesa 8,500 kg ed è alta 71 cm.
La mia pediatra mi ha detto che è troppo presto per fare indagini sulla celiachia ma io ho letto in molti documenti che prima si identifica meglio è.
Un problema degli ultimi giorni: non mangia con molto appetito da venerdì (mercoledì eseguita terza dose dle vaccino). Lascia quasi più della metà della pastina e a fatica le facciamo mangiare carne o pesce. Potrebbe essere sintomo che si è stancata delle solite pappine? Oppure non saprei il motivo perchè lei è vispa come sempre. Ha indicazioni alimentari per la bimba di 10 mesi compiuti per poterle variare l'alimentazione e staccarsi un pò dalla pastina nel brodo?
Un cordiale saluto

[#3] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Dunque
è indubbio che la piccola abbia avuto un rallentamento della crescita (anche se lieve, poco sotto al 50° percentile) con l'introduzione di alimenti con glutine. Tra l'altro ultimi studi americani hanno indicato l'introduzione di tali alimenti a cominciare dall'anno di vita, proprio per evitare i rischi di insorgenza di celiachia.

Inappetenza, gonfiori di pancia, rallentamento della crescita, anche se sintomi subdoli devono far cominciare a mettere in atto almeno delle strategie "casalinghe" per vedere se possa esserci una problematica di questo tipo.

La prima cosa da fare è togliere gli alimenti con glutine (in internet ci sono associazioni (come l'AIC)che indicano anche quali alimenti contengono glutine e quali ne sono privi) e vedere come si comporta la crescita.
Se riprende, allora è bene dosare
Anticorpi anti-gliadina (AGA),
Anticorpi anti-endomisio (EMA),
Anticorpi anti-tranglutaminasi tissutale (tTG)

Che almeno possono dare indicazioni. Ovvio che la diagnosi certa di celiachia si fa attraverso la biopsia intestinale... ma dosare gli anticorpi non è assolutamente invasivo.

Cordialmente
Dott.Agnesina Pozzi

[#4] dopo  
Utente 128XXX

Gentm.ma Dottoressa mi è venuto in mente che il 9 febbraio, a causa di prurito a livello cutaneo della bimba gli sono stati fatti i prick test. E' risultata positiva all'istamina e negativa a: latte mix(caseina di mucca,lattoalbumina di mucca), frumento farina, uovo mix (uovo albume, uovo tuorlo), soia farina, dermatofagoigi mix (miscela derm.farinae, derm.pteronyssinus). IL fatto che a febbraio (2 mesi fa) fosse negativa al frumento potrebbe far escludere la celiachia?
Ad ogni modo già da oggi a pranzo ho iniziato ad eliminare alcuni alimenti (pane, pastina, biscottino). Dopo aver visionato il sito che mi ha consigliato Le chiedo: le posso dare carne, pesce, verdure, ricotta di mucca, prosciutto cotto, tuorlo d'uovo e utilizzare al posto della pastina la farina di miglio e il riso? Tutti questi alimenti sono privi di glutine a quanto ho capito vero? Sperando comunque in una Sua risposta affermativa alla prima domanda (se il prick test negativo esclude la celiachia), in ogni caso per quanto tempo devo modificare l'alimentazione escludendo glutine per poter valutare se la crescita riprende, se il pancino di sgonfia, se cioè si tratta di celiachia?
Un ringraziamento davvero di cuore

[#5] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Come le dicevo signora
l'unica certezza per escludere-confermare la celiachia, in presenza di sintomi sfumati o eclatanti, è (e resta) la biopsia; ma il criterio di esclusione temporanea di alimenti che sono privi di glutine è efficace anche se empirico.

In questa pagina http://www.celiachia.it/dieta/Dieta.aspx

vedrà che gli alimenti hanno delle faccine.
La faccina verde che ride significa che l'alimento è permesso, quella rossa imbronciata che è alimento vietato.
Il punto interrogativo esprime dubbio che possa contenere glutine..

Per la verifica deve aspettare almeno un paio di mesi. Non si preoccupi perché non succede nulla, potrà sostituire tranquillamente le farine/paste contenenti glutine con quelle che non ne hanno. Intanto al posto della pastina usi il microriso, miglio, manioca, le patate. La quota di amidi è assicurata ugualmente.

Dott.Agnesina Pozzi

[#6] dopo  
Utente 128XXX

Gent.ma Dottoressa,
Le scrivo per un’altra questione: la mia bimba di 11 mesi e mezzo da 3 settimane ha un pochino di febbricola. Inizialmente tutto è partito il lunedì di Pasqua svegliandosi alla mattina con naso chiuso, poi via via naso gocciolante e febbre a 38.5 per 2 giorni per poi abbassarsi. poi è arrivata anche la tosse. Ora il nasino è un po’ chiuso alla mattina appena sveglia e basta. La tosse quando dorme non ce l’ha più, ce l’ha solo ogni tanto quando si sveglia o mentre gioca. Forse è anche la saliva che le va di traverso.
Comunque, come dicevo, ora ha febbricola da un po’ di tempo. La cosa strana è che quando si sveglia non ha febbre (36.3 – 36.6), sia di mattina dopo la notte sia a metà mattina dopo il sonnellino, sia a metà pomeriggio dopo il sonnellino. Però quando le cambio il pannolino prima di pranzo e cena o comunque dopo che ha giocato ha dai 37.2 ai 37.6. E’ normale che abbia la temperatura così più alta dopo aver giocato o comunque dopo esser stata sveglia? Ovvio che è un po’ più accaldata dopo il gioco rispetto ad appena sveglia però non credo debba aver febbre.
La pediatra ha detto che stanno scendendo i 4 dentini superiori e quindi la febbricola è dovuta ai denti. HA detto che i polmoni sono liberi. Ma può durare così tanto la febbre per i dentini che spuntano? Al momento solo 1 dei 4 ha tagliato. Gli Altri ancora si vedono nella gengiva gonfia e bianca ma non hanno tagliato. Per i primi due dentini inferiori non ebbe febbre quindi non Le so dare un precedente del comportamento della bimba rispetto alla dentizione.
Attendo un Suo gentile parere e se dovessero servirLe degli ulteriori dettagli/informazioni che non ho persato di scrivere per poterLe permettere di meglio capire la situazione, non esiti a chiedermi.
Grazie di nuovo
Cordiali saluti
P.S: ora la bimba nonostante non sia ancora eccessivamente caldo comunque suda molto..ma non ne vuole sapere di bere acqua, succo di arancia, te deteinato. Come posso fare per invogliarla a bere qualcosa di diverso dal latte? Ho provato a cambiare biberon, boccettine sempre in piedi, bicchiere in vetro..ma nulla.

[#7] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
La febbre perdura anche perché non si idrata sufficientemente!.. e quindi non disperde calore.

Dunque casualmente mi sono imbattuta in una notizia che riguarda un dipartimento di Pediatria dell'Università di Bucarest: hanno messo a punto un prick test, attraverso uno stick elettronico rapido ed attendibile, a base di transglutaminasi ed endomisio, che serve agli infermieri per orientarsi con pazienti che potrebbero essere celiaci ma non hanno mai avuto una diagnosi.

Quest'ultimo è un test specificamente studiato, attendibile,ma non credo sia disponibile in Italia...

Come va la crescita? E' passato un mesetto ormai.

Cordialmente
Dott.Agnesina Pozzi

[#8] dopo  
Utente 128XXX

Dal controllo di venerdì scorso (a 11 mesi e mezzo) il peso era di 8,8 kg per 71 cm. La pediatra ha detto che la crescita, anche se non eccezionale, c'è. Di stare tranquilli. Mi ha detto che è sul 10-25 percentile Considerando anche il fatto che sia io che mio marito siamo magri e non siamo dei giganti (siamo alti 1,57 e 1,70 mt). L'addome ha ancora un pò di meteorismo ma ha detto che nei bimbi è normale.

Quindi per quanto riguarda la febbre ritiene siano i denti? Io ci provo a farla bere ma berrà si e no 40 ml di acqua al giorno. Più circa 400 ml di latte al dì tra colazione e merende. Questa mattina ad esempio alle 8:00 aveva 37,5. Alle 9:00 aveva 37.1. E' molto variabile la sua temperatura e non riesco a spiegarmi il motivo.
Confermo che 1 dentino (in alto a dx) ha tagliato. Gli altri 3 no.
Domani dovremmo partire per un week end fuori regione. Vorrei poter star tranquilla.

Un ringraziamento di cuore per il tempo che mi dedica.

[#9] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Stia tranquilla e buon viaggio facendo attenzione alla terribile e dannosa aria condizionata!

Dott.Agnesina Pozzi

[#10] dopo  
Utente 128XXX

Gent.ma Dottoressa Pozzi,
Le scrivo per comunicarLe che la situazione febbrile è purtroppo ancora invariata. La bimba da 1 mese ha febbricola fino a 37.8 quando è sveglia (già dopo mezz'ora dal sonno) però appena sveglia non ha febbre (36.3-36.5). HO provato a chiamare questa mattina la pediatra ma non è in studio dal 25 maggio fino a non si sa quando e la sostituta non risponde. Le chiedo: è normale avere questa febbricola? Perchè appena sveglia non ha febbre ma già se le provo la febbre dopo solo mezz'ora le si è già alzata? Può essere una cosa fisiologica? Mi pare strano. Noi adulti abbiamo la stessa temperatura sia appena svegli sia durante la giornata. Dei 4 dentini superiori 2 hanno tagliato, 2 ancora no. Come posso procedere? La pipì non è maleodorante anche se non bevendo non urina tantissimo (circa 400 gr al giorno pesando i pannolini e togliendo la tara). Vorrei poter capire il problema visto che già da tempo questa sistuazione persiste. Preciso però che la bimba ha le sue abitudini sonno-veglia solite, gioca come al solito, è vispa come al solito. Solo un pò più noiosa ma forse o sono i denti o è "l'età": mi sta sempre attaccata ai pantaloni e vorrebbe sempre salire in braccio.
Attendo un Suo gentile consulto come al solito e mi scuso ancora una volta per il disturbo.
Cordiali saluti

[#11] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Come le spiegavo, la temperatura corporea dipende da tanti fattori e non sempre dipende da virosi, infezioni varie.
Sono dinamiche delicate tra produzione e dispersione di calore, idratazione, traspirazione, alimentazione, temperatura dell'ambiente..

La febbricola nel corso dell'eruzione dentaria è normale, ma ribadisco essere importantissima la dispersione di calore attraverso l'idratazione. Permettetele anche di sudare...magari a letto ha un pigiamino leggero e dopo la coprite un po' troppo.

Certo è che consulti di questo tipo sarebbero acrobazie, però dico sempre di non guardare il termometro ma lo stato dei bambini;

se si alimenta, non ha tosse, non ha diarrea, urina e l'urina non è torbida o maleodorante o troppo concentrata, il comportamento è normale, dorme, si alimenta, giocherella e frigna, mi sembra non sia il caso di preoccuparsi; ma se continua a non bere... non va bene!


Cordiali salti
Dott.Agnesina Pozzi

[#12] dopo  
Utente 128XXX

Gent.ma Dott.ssa,
giovedì 2 giugno ci siamo recati in pronto soccorso perché la piccola aveva l’uretra molto molto rossa e vista la scarsità di pipì e la febbricola temevamo per un’infezione alle vie urinarie.
Le hanno fatto gli esami del sangue e il risultato è:
glob bianchi: 8.44 (6.00-16.00)
glob rossi: 4,76 (3.90-5.10)
emoglobina 13.0 (10.1-13.0)
ematocrito 38.5* (30.0-38.0)
MCV 80.9 (70.0-82.0)
MCH 27.3 (27.0-32.0)
MCHC 33.8 (32.0-36.0)
RDW cv 13.7 (11.5-14.5)
RDW sd 39.8 (39.0-48.0)
Piastrine 232 (140-400)
Neutrofili 1.57 (1.0-8.0) 18.5%
Linfociti 6.2 (3.4-10.5) 73.5%
MOnociti 0.33 (0.2-0-9) 3.9%
Eosinofili 0.31 (0.0-0.5) 3.7%
Basofili 0.03 (0.0-0.2) 0.4%
Osservazioni: alcuni linfociti attivati. (a causa di ciò mi hanno analizzato il cmv):
epstein barr antic vca igg negativo
epstein barr antic ebna ig negativo
mononucleosi igm negativo
cmv antic igg positivo (11.200) (>600 positivo)
cmv antic igm negativo
glucosio 80 (60-100)
creatinina 0.26 (0.17-0.42)
sodio 138 (136-145)
potassio 4.4 (3.5-5.1)
alanina aminotransferasi (ALT) 41* (<33)
proteina C reattiva <1 (<5)
esame urine:
ph 7.0 (5.5-6.5)
peso specifico 1.012 (1.010-1.025)
emoglobina assente
esterasi leucocitaria assente
proteine 0
glucosio 0
bilirubina 0
corpi chetonici 0
nitriti negativi
urinocoltura negativo
anticorpi antiendomisio negativo
antic anti transglutaminasi iga negativo
antic antigliadina igg positivo 14 (<10 negativo)

Ora Le chiedo: è pericoloso aver contratto il cmv nel primo anno di vita? A Suo avviso dobbiamo fare accertamenti? La sostituta della pediatra ci ha detto che se ci sono state conseguenze si vedranno più avanti. Risposta che non mi ha entusiasmato molto. (potrà capirmi)
Abbiamo fatto presente alla sostituta che da un po’ di giorni la bimba ha le occhiaie e lei ci ha detto che potrebbe essere conseguenza del cmv oppure no (anche questa risposta è stata poco esaustiva). La piccola non vuole assolutamente carne. Potrebbe essere anemia? Ritiene sia effetto del cmv avere le occhiaie?

Cosa significa avere il valore positivo degli antic antigliadina igg? E’ celiaca la piccola?

La febbre preciso che finalmente non c’è più.
Attendo come sempre un Suo riscontro.
Buona giornata

[#13] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Ci sono anticorpi di infezione non recente di CMV. Il risultato dell'infezione raramente dà esito a malattia vera e propria specialmente nei soggetti che stanno bene e non hanno immunodeficienza o altre situazioni di debolezza. Le analisi sono tutte buone. Non c'è anemia, solo un lieve movimento di una sola transaminasi che naturalmente dev'essere ricontrollata ma senza eccessive ansie.
Per le occhiaie non saprei dirle, potrebbero essere solo una sua caratteristica.
Per la celiachia già le ho risposto: sicurezza si ha solo con la biopsia se c'è indicazione a farla come calo del peso, disturbi intestinali, arresto di crescita, anemizzazione e al momento almeno queste problematiche non ci sono.
La scarsità della pipì è dovuta al fatto che non beve e un'urina concentrata infiamma le vie urinarie. Non bere fa persistere l'aumento della temperatura che potrebbe quindi non essere febbre classicamente intesa.

Non ci sono segni di infezione urinaria nè altri segni di infiammazione-infezione in atto.

E' obbligatorio che la piccola sia idratata, specialmente con questo caldo. Eventualmente non in Pronto Soccorso ma in un reparto di Pediatria, dove decideranno il da farsi se dovesse persistere a non bere.

Cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi

[#14] dopo  
Utente 128XXX

Gent.ma Dott.ssa mi scuso ma la disturbo ancora una volta. Non ho ben inteso la Sua risposta in merito al cmv. Ancora dalla sostituta della mia pediatra non ho trovato risposta alla mia seguente domanda: come faccio a sapere se la bimba ha contratto il cmv nel suo primo anno din vita o nell'ultimo periodo di gestazione? Io ho fatto gli ultimi esami del sangue il 15 maggio 2010 (risultato positiva al cmv igg, negativo igm) ma la piccola è nata l'8 giugno. Io non so se nel periodo tra il 15 maggio e l'8 giugno ho contratto il cmv. Ci sono indicatori che mi possono far pensare per un cmv congenito o per un cmv contratto nel primo anno di vita? Inoltre, nel caso sia stato contratto nel primo anno di vita, quali conseguenze può avere?
Leggevo in internet in merito alla sindrome di kawasaki. Si potrebbe trattare di questo? Spero di no.
Preciso che la bimba da un pò di settimane alla notte dorme male, è agitata. Dormicchia ma si muove,si agita, si gira in continuazione. E di giorno ha spesso prurito alla nuca, occhi, collo e gambe (nelle gambe dove ha dermatite).
MI potrebbe per cortesia "fare lumi" dal momento che non riesco a contattare la mia pediatra e nel reparto di pediatria ritengono siano domande da fare alla pediatra?
Grazie e buona giornata

[#15] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Non è il caso di entrare in ansia e leggersi tutte le cose che ci sono in giro in internet.
Le segnalo un ottimo articolo di "Medico e Bambino" dove lei potrà chiarirsi tutti i dubbi.

http://www.medicoebambino.com/?id=OS0207_10.html

Certezze sulle modalità di trasmissione alla piccola non ce ne sono, ma neppure si deve stare col patema d'animo. Potrebbe anche non aver mai incontrato il virus ma solo aver avuto il passaggio degli anticorpi materni, che dovrebbero andar via a 9 mesi ma un ritardo è sempre possibile. Oppure il CMV alla piccola gliel'ha passato qualche bimbetto che è venuto a trovarla e l'ha baciata. Non lo sapremo; ma se avesse avuto una forma sintomatica congenita grave, avrebbe manifestato sintomi d'organo ben prima di 10 mesi...

Quindi non si allarmi, si faccia seguire dal Pediatra che le consiglierà tutti i controlli da fare.

Cordialmente