Utente 101XXX
Buongiorno,

ho un bambino di 10 mesi, peso 11 kg e lunghezza 77 cm.

L'ho allattato esclusivamente al seno fino al 6 mese, poi ho introdotto gradatamente i vari cibi e dall'8/9 mese è completamente svezzato con successo (visti i Kg capirete che mangia volentiri un po' tutto). Ho continuato ad allattarlo fino a 9 mesi e mezzo, io avevo ancora molto latte e lui prendeva 2 o 3 poppate al giorno. Improvvisamente non ha più voluto il seno (piangeva e mi morsicava). Ho provato a tirarmi il latte ma non voleva saperne nemmeno del biberon (prendeva il mio latte solo se addensato con crema di riso o altra farina).
Su consiglio del pediatra ho introdotto le pappe lattee alla mattina, lo yoghurt al pomeriggio e in uno dei due pasti principali utilizzo ricotta, robiola, crescenza (e nell'altro abbondante parmiggiano, carne/pesce/legumi con pasta o minestra).
Mi chiedo se in questa maniera al mio piccolino vengono date tutte le sostanze nutritive di cui necessita. Inoltre mi chiedo se mai si deciderà a prendere il biberon con il latte (prima della nanna prima prendeva il seno, ora non vuole proprio niente e si addormenta comunque serenamente e dorme tutta la notte) e se dandogli yogurt e pappe lattee non si rischi di farlo diventare ancora più "in carne" (quando beveva il mio latte non c'erano zuccheri nella sua alimentazione).

Vi ringrazio molto per ogni risposta mi possiate dare.

Cordiali saluti,

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
L'essere umano è l'unico "cucciolo" per il quale ci si ostina a ritenere il latte indispensabile dopo lo svezzamento. Non lo è più dato che l'alimentazione, specialmente se come lei dice è completa, gli fornisce tutto, ma proprio tutto ciò che gli serve.

Non si angosci e se ne faccia una ragione: i piccoli devono crescere e "staccarsi" dal seno...ossia staccarsi per andare incontro alla vita. Coraggio!

Dott.Agnesina Pozzi