Utente 363XXX
Gentili dottori...
vi chiedo un consulto, in quanto il nostro medico di famiglia ed il pediatra non sono stati in grado di aiutarci. Mia cugina, di 10 anni ha la febbre a 38 da un mese, associata giornalmente da cefalea.
Ha fatto tutte le analisi, che risultano regolari. le difese immunitarie sono a posto, la vista è a posto. all'ospedale non l'hanno trattenuta se non per semplici analisi del sangue ed esame per la tubercolosi.
Questa bambina si sente però molto debilitata, oltre al fatto che non credo sia da trascurare una febbre che persiste giornalmente da un mese.
Vi chiedo se per favore sapete consigliarmi delle possibili cause, delle analisi specifiche da poter fare, o anche cliniche private specializzate in infettologia ed immunologia d'Italia, per poter escludere almeno malattie infettive.
Vi prego di aiutarmi, perchè ancora non siamo riusciti a trovare medici disponibili a seguirla correttamente o indirizzarci almeno in qualche direzione per approfondire le cause della febbre persistente.
Ringraziandovi per la vostra cortese attenzione, vi saluto.
Serena

[#1]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile signora, che significa "semplici analisi del sangue"?

Ha fatto credo l'emocromo con formula e vorrei sapere come sono i globuli bianchi (sigla GB oppure White cells) e tra questi come sono disposte le componenti (neutrofili e linfociti).

Inoltre vorrei sapere se la piccola ha fatto un'urinocoltura con antibiogramma (sono frequenti le cistiti a quest'età) e se ha fatto ildosaggio delle immunoglibuline.

Soffre per caso di sinusite e qulcuno l'ha esclusa?
Ha sofferto di tonsillite in precedenza?

Ha per caso dolori articolari? Sono stati ricercati i titoli anticorpali per lo streptococco e gli indici di flogosi (VES, TAS, STREPTOZYME, PCR, complementemia e mucoproteine )
Le tonsille stanno bene? sono state viste ?

ha avuto la prima mestruazione?

E la febbre com'è durante la giornata? cala e scende con brivido? Si mantiene costante?

Ha fatto la sierodiagnosi Vidal-Wright e la Weil-Felix?

ha per caso anche manifestazioni intestinali?

Ecco come vede le domande sono tantissime per arrivare ad una diagnosi e purtroppo via internet è un vero casino poterla aiutare.
Spero però di averle dato la possibilità di fare da "pilota", tenendo anche presente che esitono anche le FUO (febbri di origine sconosciuta) che però devono essere considerate solo dopo aver escluso ogni, dico ogni altra causa, comprese quelle ormonali-metaboliche.

Cerchi anche di parlare, per sicurezza, apertamente con la bambina per sapere come va a scuola, coi suoi compagni, ecc ecc, se ha conosciuto qualcuno, ha visto qualcosa o è stata fermata ecc ecc, perchè posso portarle solo la mia personalissima esperienza; intorno ai 7 anni fui vittima di un tentativo di molestie a cui mi sottrassi intelligentemente e miracolosamente, chiudendomi a chiave in una stanza. Non sapevo bene cosa mi sarebbe successo ma ricordo perfettamente che mi venne una febbre reattiva che mi restò addosso per molto tempo. Il medico di alora, dopo avermi visitata concluse "sono febbri di bambini"... bah!

La saluto intanto e le porgo i migliori auguri.Agnesina Pozzi


[#2]  
Dr. Francesco Niglio

24% attività
0% attualità
8% socialità
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Concordo con la collega non è facile con questo mezzo poter fare una diagnosi che necessità di molteplici esami ma sicuramente leggo che è di Firenze nella sua città vi è un ospedale pediatrico molto qualificato
Cordiali saluti
Dr Francesco Niglio

[#3] dopo  
Utente 363XXX

Gentilissimi Dottori,
mi scuso con la Dott.ssa Pozzi per non aver risposto subito al suo consulto...
Fortunatamente la bambina si sta riprendendo; abbiamo dovuto girare molti dottori a pagamento, e alla fine ne abbiamo trovato uno il quale ha approfondito i vari esami per giorni, arrivando infine a vedere alcuni virus nel sangue, che stiamo curando con antibiotici.
Purtroppo l'ospedale di cui parla non è stato molto d'aiuto, nonostante il day ospital e le varie visite..probabilmente per il recente trasferimento dell'ospedale.
Grazie di cuore per le vostre risposte;
la risposta della dottoressa mi è stata molto d'aiuto per escludere alcune possibili cause.
ancora grazie.
Distinti saluti
Serena

[#4]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Cara Signora,
la solita storia delle "visite a pagamento" è davvero mortificante, le assicuro.

Le strutture pubbliche non è che abbiano persone meno qualificate..anzi a volte sono gli stessi medici che "swicciano" i pazienti dal pubblico al privato (e questa è una cosa decisamente immorale) solo per vile denaro.

E' altrettanto vero che se i cittadini continuano a non saper esigere dalla struttura pubblica, questa s'impoverirà sempre più, il personale sarà ridotto allo stremo, non ci saranno finanziamenti per tecnologie, risorsa umana (aggiornamenti) e quant'altro; in questo modo, il cittadino che "si arrende" all'evidenza di un servizio pubblico nel pieno caos, non fa che agevolare il privato;
ma il privato, si sa, richiede una buona, ottima posizione economica per essere frequentato..oppure indebitamenti, prestiti, usura!

Sono felice per la bambina, ma mi smbra assurdo che a Firenze, in un Ospedale del genere, non si sia arrivati ad una diagnosi. Sono basita!

Auguri di cuore per la piccola