Utente 395XXX
Buonasera,
ho una bimba di 6 mesi e mezzo che dal mese di Luglio presenta un fastidioso catarrino nei bronchi, come se si volesse schiarire la voce e, ovviamente essendo troppo piccina, non riesce. E così anche mentre respira si sente questo muco andare su e giù e appoggiandole la mano sul torace si sente il rumore rimbombante di questo muco.
E' stata curata con bentelan, aerosol con Clenil, Augmentin, ma la situazione non è variata di un millesimo. Ora l'unica cosa è che ha imparato a tossire e così quando questo muco le sale in gola lei se ne libera con un colpo di tosse, però dopo qualche ora siamo al punto di partenza.
La settimana scorsa il pediatra mi ha fatto fare una lastrina d'urgenza ai polmoni della bimba ipotizzando una malformazione congenita, ma per fortuna il referto è stato negativo, si vedono solo del muco in alcuni bronchi e nulla più.
Il pediatra non ne viene a capo e per questa motivazione mi ha già fatto rimandare per 3 volte la seconda dose di vaccino (esavalente + pneumococco) che io ci tengo a farle quanto prima anche perchè sta per entrare al nido e vorrei che fosse ben coperta con gli anticorpi. E ha ipotizzato l'uso di un antibiotico diverso dall'Augmentin (un macrolide ha detto).
Ora però vorrei capirci anche io qualcosa perchè non vorrei che abbiamo intrapreso una strada sbagliata: cosa potrebbe essere a causarle tutto questo muco nei bronchi?
Vi dò altre informazioni: febbre non ne ha mai avuta. E' allattata artificialmente dalla nascita.
Ecco, l'unico dubbio che mi è venuto è che potrebbe un problema legato all'alimentazione: appena nata sono dovuta ricorrere al latte artificiale perchè non arrivava la montata lattea e la bimba nei primi 10 giorni ha preso solo 10gr di peso pur bevendo. Poi ha ricominciato a crescere senza problemi. Il latte non l'ha mai amato particolarmente, preferendo piccole poppate fatte spesso, piuttosto che la poppata standard ogni 3 ore.
Inoltre nei primi giorni che prendeva latte artificiale si è riempita di bollicine attorno alle orecchie, sulle guance e sulla testa. Poi però passò tutto.
Ora siamo passate al latte 2 e si è riempita nuovamente di bollicine sul viso. Non ha mai sofferto di rigurgito costante però ogni tanto capita che rigurgita un po' di latte digerito anche parecchio tempo dopo la poppata.
Mi chiedevo se la produzione di tutto questo muco non possa essere collegata ad un problema legato al latte (cattiva digestione? rigurgito? intolleranza?).
In base alla vostra esperienza vorrei capire se potrebbe essere questo per poterne parlare anche col mio pediatra ed eventualmete cambiare rotta sulla diagnosi ed eventuale terapia. O comunque voi avendo una piccola paziente che mostra questi sintomi per tutti questi mesi cosa fareste?
Vi ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
221488

Cancellato nel 2012
Gentile signora,
le cause della tosse associata a secrezioni catarrali potrebbe essere dovuta ad una infezione virale, come per esempio il virus respiratorio sinciziale (o rinovirus, ecc). Si può ricercare con esami come "l'aspirato ipofaringeo per virus" (cioé con la ricerca dei virus nelle secrezioni) oppure con le sierologie per i virus (esami del sangue).
Anche un moderato reflusso gastroesofageo potrebbe essere in causa come "irritativo" per le vie aeree (tosse).
Invece, la presenza di eruzione cutanea associata al latte in formula potrebbe essere suggestiva di una qualche forma di allergia alle proteine del latte che è possibile indagare con esami come le IgE sieriche e le precipitine per latte vaccino.
Segni di allarme sono la scarsa crescita ponderale.
Cordiali saluti