Utente 173XXX
Gent.mo Dottore ho mia figlia di ormai sei anni che soffre da diverso tempo (più di due anni) di pruito anale e vaginale. Consideri che spesso si gratta di notte. Su consiglio del pediatra abbiamo eseguito coprocultura e parassitologico delle feci: negativi. Poi lo scotch test: negativo. Da un tre mesi circa la situazione è peggiorata: ha una zona più bianca (come se fosse pelle decolorata) dalla vagina all'ano. La parte superiore all'ano è spesso spaccata, con conseguente bruciore, e ha una sorta di piaghette sulle graandi labbra e una delle piccole labbra di colore scuro. Abbiamo eseguito un tampone esterno che ha rilevato streptococco faecalis ed e. coli (purtroppo, in mia assenza non si pulisce adeguatamente dopo essere andata al bagno), sensibili a quasi tutti gli antibiotici. Abbiamo somministrato ampicillina/acido clavulonico per 7 giorni, preceduto e seguito da applicazioni locali di Sofargen. La miglioria è stata lieve, ma a distanza di un mese siamo di nuovo d'accapo. L'ho portata dal mio ginecologo il quale ha supposto una micosa (non da candida, perchè il tampone era negativo) e consigliato applicazioni di Sertacream (dopo parere pediatrico: lei che ne pensa?). Cosa mi consiglia? Ho esaurio le risorse..........
La ringrazio.
Cordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Giangiacomo Garrone

20% attività
0% attualità
0% socialità
IVREA (TO)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2011
Gentile Signora,
da quello che descrive potrebbe trattarsi di una malattia dermatologica, una visita da un dermatologo e' la cosa piu' saggia da fare. Nel frattempo effettui un rapido lavaggio al giorno con acqua tiepida e olio di mandorle evitando detergenti schiumosi e creme. La prima causa di vaginite nelle bambine e' quella chimica, per "eccesso" di igiene.
Mi tenga aggiornato se crede.
Dr. GIANGIACOMO GARRONE
Medico Chirurgo
Specialista in Pediatria

[#2] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
GENTILE SIGNORA
le consiglio di praticare uno striscio vulvare con un esame microscopico a fresco,per individuare il possibile germe in causa(trichomonas,candida,gardnella o chlamydia) che se positivo richiede un trattamento specifico.
Farei ripetere un esame urine ,urinocoltura,uno scotch test per ossiuri e un esame parassitologico delle feci,quest'ultimo in 3 determinazioni a giorni alterni.Utile anche un tampone anale per la ricerca dello streptococco. Le consiglio inoltre far costatare dal medico se esiste una eventuale coalescenza delle piccole labbra che potrebbe anch'essa spiegare una infezione recidivante vulvare.Come principi generali poi la piccola deve pulirsi ,dopo evacuato,in direzione avanti verso dietro ,deve urinare mantenendo bene le gambe divaricate,va lavata accuratamente ma non molto frequentemente.Puo' aiutare la somministrazione di fermenti lattici,come terapia complementare.
La saluto cordialmente ed auguri
Dr. Gaetano Pinto

[#3] dopo  
Utente 173XXX

Gent.mi Dottori ringrazio entranbi per i preziosi consigli, che provvederò a mettere in pratica, tenendovi aggiornati.
Cordialmente