Utente 155XXX
Salve, sono mamma di un bimbo che il 25 Febbraio compirà sette anni,a luglio 2011 ,mio figlio è stato ricoverato in ospedale per aver contratto la mononucleosi , al momento delle dimissioni mi dissero che mio figlio avrebbe contratto tutti i virus influenzali che si sarebbero presentati durante l'inverno, questo sarebbe accaduto per circa un anno.Il problema è che mio figlio ha contratto la prima influenza il 9 gennaio ,al rientro a scuola dalle vacanze natalizie, la febbre ha toccato i 40 gradi ,dopo alcuni giorni è subentrata la stomatite che gli è arrivata fino al mento, dopo 15 giorni di calvario è ritornato a scuola ,questo il giorno 23 gennaio,dopo una settimana si ripresenta la febbre in più, oggi sono otto giorni, gli è venuta anche l'otite.La pediatra mi ha detto che devo somministrargli il bentelan ,anche se in ospedale me lo hanno vietato perchè la milza era aumentata di 5 cm, come mi devo comportare?A chi devo dare ascolto?Sottolineando che con tutto questo che sta passando il mio piccolo non mangia nulla ,va avanti di latte.Vi prego aiutatemi a risolvere questa situazione.

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora
prima del cortisone..che è l'ultima risorsa...ci sono tante altre terapie per l'otite e poi dipende di che otite si tratta: il suo medico l'ha visitato prima di fare la prescrizione? Se non lo ha fatto, lo porti dall'Otorino per capire se è un evento collegato all'influenza o se è una otite batterica...perché le terapie cambiano!

Infine, se il suo piccolo al momento non può assumere farmaci che vadano ad indebolire ulteriormente il suo
sistema immunitario, le consiglio vivamente di rivolgersi ad un Medico Omeopata. Non so a Caserta, ma a Napoli ne troverà di bravissimi. Potranno egregiamente aiutare il suo bambino almeno senza nuocergli!

Cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi

[#2] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Gentile signora
tenga presente che la mononucleosi spesso puo' dare diminuzione delle difese immunitarie con diminuzione temporanea dei neutrofili circolanti.Questo fatto puo' predisporre a nuovi processi infettivi.La prima cosa da fare ,quando si verificano questi episodi febbrili ravvicinati,è quella di allontanare il bimbo dalla scuola ,ove vi è piu' possibilita' di contagio. Un congruo periodo trascorso a casa,lo puo' aiutare a rinforzare il sistema immunitario,facendolo dormire abbondantemente e alimentandolo con diete ricche di proteine ,frutta e verdura,dando la preferenza ad alimenti ricchi in vitamina a e c(succhi di arance,kiwi,carote).
Per quanto riguarda l'otite, deve essere controllato da un otorino che verifichi se sia in corso un'otite media con effusione.

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Gaetano Pinto

[#3] dopo  
Utente 155XXX

Ringrazio entrambe per le risposte ,alla dott.Pozzi dico,no la pediatra si limita a dare cure telefoniche ,inoltre ho trattato l'otite con "otalgan"gocce e "lonarid" supposte.Il problema che al momento passa ma si ripresenta dopo 10 o 15 giorni.Inoltre egregio dottor Pinto ,in effetti mio figlio dorme tantissimo a volte anche 12 o 13 ore di fila ,e non si sveglia nemmeno se lo chiamo forzatamente ,lo tengo a casa dal 9 gennaio poichè ha avuto febbre il primo giorno di scuola dopo il rientro dalle vacanze natalizie.La sua alimentazione è ricca di verdure e frutta ,ma ultimamente si nutre tantissimo di latte ,senza però mangiare nè carne nè pasta.Ho paura , che visto che in ospedale gli diagnosticarono una forma anemica ,possa peggiorare anche se continuo a riempirlo di complessi vitaminici.Vi ringrazio per l'attenzione e spero che domani (rientro a scuola)a ritorno a casa stia bene .aspetto con ansia vostre notizie e vi lascio una buona domenica.

[#4] dopo  
Utente 155XXX

Salve a tutti ,sono di nuovo qui a chiedere un consulto però questa volta non riguarda mio figlio ,ma bensì me.Circa due mesi fa ho avuto un'infezione alle vie urinarie ,mi è stata diagnosticata come cistite ,mi è stato prescritto del Monuril e dei lavaggi con Tantum Rosa . La cistiti è passata ,ma ho un forte bruciore alle pareti vaginali da premettere che io sono allergica al bicarbonato ,forse è per questo?Però ho anche un fastidiosissimo prurito anale.Mi sapreste dare una risposta? Aspetto con ansia .

[#5] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
gentile signora potrebbe trattarsi di una forma micotica.Puo' praticare un tampone vaginale ed uno rettale.Se il prurito anale persiste potrebbe anche trattarsi di ossiuri oppure una congestione emorroidaria
un cordiale saluto
Dr. Gaetano Pinto