Utente 148XXX
Buongiorno gentili dottori,
sono la mamma di un bimbo di 16 mesi che in alcuni periodi - generalmente si protraggono per 2-3settimane (almeno fino ad ora) - ha alcuni problemini con il sonno. Il bimbo pesa circa 13 kg, mangia di tutto (fa 4 pasti algiorno e non beve latte la sera prima di andare a letto), è allegro e vivace. Sin da piccolo (dai 2 mesi) è stato abituato ad addormentarsi nel suo lettino...all'inzio è stata dura ma poi la situazione è decisamente migliorata! Da quando ha tre mesi per farlo dormire lo adagio nel suo lettino, accendo un carillon, chiudo la porta della sua cameretta e lui...si addormenta. Ci sono periodi in cui tuttavia questa routine viene messa a dura prova. In questi casi il bambino manifesta più difficoltà ad addormentarsi (piange non appena esco dalla porta e si sveglia 2/3 o più volte durante la notte). Quando questo succede io cerco di calmarlo: resto vicino a lui senza prenderlo in braccio, se si alza sul lettino cerco di farlo nuovamente stendere e poi, dopo che si è tranquillizato, esco dalla camera. Ripeto questi stessi gesti ogni volta che si sveglia! Questa difficoltà ad addormentarsi e questi risvegli hanno avuto luogo quando ha iniziato a camminare, circa 4 mesi fa, e ora. Fino a qualche giorno fa il bimbo dormiva dalle 10 di sera fino alle 9:30 del mattino e il pomeriggio dalle 14 alle 16:30 senza mai svegliarsi. Ora dorme dalle 10 di sera alle 7:30 del mattino svegliandosi 2/3 o più volte durante la notte e il pomeriggio dalle 14 alle 16:30 circa...Sinceramente non capisco cosa succede quando attraversa questi periodi. Non capisco come possano cambiare in modo così immprovviso le sue abitudini! Da cosa potrebbero essere determinati i risvegli e le difficoltà di addormentamento? Faccio male a restare vicino a lui finchè non si calma... dovrei lasciarlo piangere?
Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
0% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Lei è una mammina eccellente, ha fatto tutto bene non si colpevolizzi. Non le resta che fare un cosa, scelga un pupazzetto di pezza che lui preferisce e lo tenga nel letto vostro per una o due notti così s'impregnerà del vostro odore, a cui i piccoli sono molto sensibili. Quando piange, vada ancora da lui, lo calmi, e contemporaneamente gli metta vicino vicino il pupazzetto, vedrà che continuerà a dormire tranquillamente.

Non si chieda come mi ci sino questi cambiamenti, anche loro possono avere delle giornate piene di emozioni, o magari essere disturbati da cambiamenti di tempo, resi inquieti dall'alimentazione, dalla percezione di rumori e vibrazioni o da situazioni casalinghe o da sogni. Stia tranquilla, è già fortunata che il piccolo riposi a sufficienza.

Cordiali saluti
Dott. Agnesina Pozzi

[#2] dopo  
Utente 148XXX

Grazie dotteressa Pozzi per il consiglio! Sabato notte il piccolo si è svegliato 8/10 volte ero stremata! Poi mi sono resa conto che, attendendo un po' di più ad entrare nella sua cameretta, lasciandolo piangere e strillare al massimo 2 minuti, si autoconsolava e tornava a dormire. Il giorno successivo ho provato a seguire questo metodo attendendo sempre qualche minuto prima di entrare nella sua cameretta e, ad oggi, i risvegli si sono molto ridotti...La mia unica preoccupazione è relativa al fatto di lasciarlo piangere... Può provocargli dei traumi o senso di abbandono?

Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
0% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
No. I veri abbandoni non sono questi. Deve anche imparare ad autoconsolarsi...m segu il consiglio che le ho dato. Il vostro odore di cui s'impregnerà il pupazzetto lo farà sentire in compagnia...

Cordialmente
Dott.Agnesina Pozzi