Utente 228XXX
Salve,
scrivo per avere delucidazioni riguardo la dentizione. Mio figlio ha due anni e mezzo e da due giorni continua a mettere le mani in bocca come faceva da piccolo, non vuole mangiare, ha fatto 38/38.5 di febbre, è molto irrequieto, ha vomitato una sera ed ha avuto un episodio di dissenteria. Non avevo associato subito i disturbi alla dentizione poichè ci sono molte influenze in giro e pensavo si trattasse di quello. Oggi, poverino, continuava a piangere anche mentre giocava e mi indicava la bocca allora ho guardato e mi è parso di notare una "punta" di dente in alto a destra subito dopo quello che io credo sia un molare. Non so quanti molari debbano avere i bambini e a riguardo mi trovo abbastanza impreparata. Noi cerchiamo di lavargli i denti e di fargli apparire la cosa come un gioco, il ciuccio non lo usa quasi più e non beve più il biberon. E' possibile che stia uscendo un "secondo" molare? In tal caso cosa posso fare per alleviare il dolore? Basta la tachipirina per abbassare la febbre? Io sono più propensa all'uso di rimedi omeopatici però se è necessario mi adeguerò a dargli altro. Ringrazio per l'ascolto e la risposta. Cordiali saluti e buon lavoro, G.

[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
12% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
4 incisivi, 2 canini, 4 molari: questi sono i denti in totale per ogni arcata dentaria, inferiore e superiore:
quindi posteriormente ad ogni canino vi devono essere 2 molari.
Quello dei 2 anni e mezzo/ 3 aa è il periodo in cui la dentizione decidua si completa.
Che l'eruzione dentaria sia la causa di febbre, dissenteria, ecc. è stato ormai escluso, tant'è che molti bambini mettono i denti senza alcuna sintomatologia: certamente le gengive possono presentarsi infiammate, di conseguenza il bambino mette le mani in bocca, lamenta dolore, ecc. aumentando, suo malgrado, lo stato infiammatorio dei tessuti.
Come Lei stessa ha dedotto, sono da imputare di solito a patologie infettive stagionali eventuali episodi febbrili e manifestazioni intestinali, senza considerare che proprio il mettere le mani in bocca può essere causa di infezioni: pertanto è opportuno chiedere consiglio al pediatra di riferimento la terapia più adeguata, evitando soprattutto per il bambino, in qualsiasi circostanza e condizioni future, l'adozione di farmaci e terapie che non siano di uso comune e di provata efficacia.
Non reintroduca l'uso del biberon e del succhiotto, la solita camomilla risulterà comunque efficace: capirà che on line non è opportuno prescrivere, consigliare, confermare, ecc. terapie farmacologiche, soprattutto a tutela della salute del suo bambino in questo caso, e per motivazioni deontologiche (bisogna visitare il paziente), e medico legali.
Cordiali saluti
https://www.facebook.com/dentistarantonline
Risposta ad esclusivo scopo informativo, non costituisce diagnosi, non sostituisce la visita medica.

[#2] dopo  
Utente 228XXX

Ringrazio per la risposta,
domani contatterò il pediatra. Cordiali saluti e buon lavoro.