Utente 141XXX
Gentili dottori, da qualche settimana ho notato un cambiamento nell'aspetto ma soprattutto nell'odore delle feci della mia bambina di 14 mesi. Si sono fatte più frequenti (fino a 5 scariche al giorno), molto morbide e dall'odore intenso e acre, dal colore non omogeneo.
Premetto che la bambina è stata allattata al seno fino al mese scorso, e ora ha sostituito la colazione e la merenda con una tazza di latte crescita e qualche biscotto, mentre a pranzo e a cena mangia o della pastina al pomodoro con omogeneizzato di carne/pesce o una minestrina con un cucchiaio di passato di verdure (generalmente zucchine, carote e patate), oltre alla frutta (mela, pera, banana).
Devo pensare a difficoltà digestive? Grazie per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Sono feci evidentemente più acide quindi fermentative. Magari c'è un eccesso di cose zuccherine semplici o complesse (biscotti, zucchero, frutta, farina e graminacee). Provi a diminuire leggermente i vari elementi in favore di verdure, legumi, pane o fette biscottate integrali al posto di normali biscotti dolci.
Per il latte se è possibile trovarlo, è meglio quello d'sin che è molto simile al latte materno e decisamente più digeribile del latte vaccino.

Provi anche a consultare il minforma sulla "prima pappa",. qui sul nostro sito.

Cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi

[#2] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Gentile signora
se la diarrea perdura da oltre 15 giorni,potrebbe essere una diarrea cronica.Puo' trattarsi di un problema aspecifico,dovuto a volte ad eccessivo consumo di zuccheri o riduzione dell'introito di grassi,questo tipo di diarrea si corregge modificando opportunamente la dieta.Esistono poi altre cause di diarrea persistente o cronica,tra cui la celiachia,l'infestazione da giardia,le allergie e le intolleranze alimentari,ed altre ancora.Si affidi quindi al suo pediatra di famiglia che le consigliera' un approfondimento diagnostico di primo livello,tra cui coprocoltura,esame chimico-fisico parassitologico delle feci,Antitrasglutaminasi,anticorpi anti-endomisio,PRIST,RAST per trofoallergeni .Puo' risultare utile un consulto in un centro di gastroenterologia pediatrica in caso di persistenza dei sintomi.
Cordialissimi saluti ed auguri
Dr. Gaetano Pinto