Utente 441XXX
Buonasera,
siamo preoccupati per nostro figlio di 4 anni.
Da circa un anno per motivi di lavoro siamo costretti a stare 5 giorni in una citta' convivendo con i nonni e il fine settimana torniamo nella nostra citta' dove abbiamo vissuto con il bimbo da sempre.
Il bambino va alla scuola materna dove trascorriamo i giorni lavorativi.
Da quando e' iniziato tutto questo avanti e indietro il bambino e' nervoso, aggressivo, morde e dice brutte parole.
Non vuole stare con i nonni, gli dice sempre di andarsene e a noi genitori ci chiede di tornare a casa nostra dove possiamo stare solo noi.
Quando il fine settimana torniamo nella nostra casa ci ringrazia e ci dice che e' felice.Qui non fa bizze, non piange, non dice quelle brutte parole, ma quando i nonni chiamano al telefono lui strilla e si rifiuta di salutarli.
Noi siamo molto preoccupati e ci stiamo chiedendo se stiamo sbagliando tutto.
Vorremmo fargli avere una casa sua , senza i nonni di continuo presenti, ma purtroppo non abbiamo i mezzi per farlo al momento.
Vorremmo un vostro consiglio su come comportarci.
Aggiungiamo anche che ultimamente il bimbo ci dice sempre che ha paura di vomitare e piange, ma in realta' poi non vomita e se si distrae per un po non lo dice, ma poi ricomincia.
Che cosa possiamo fare? per favore dateci un parere.

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Gentile signora
da quanto descrive si evince chiaramente che il bambino non è contento di stare con i nonni.Purtroppo non c'è nulla da fare,ha bisogno dei genitori,che potrebbero alternarsi e stare con il piccolo.Questa paura di vomitare potrebbe avere una componente psico-somatica.Lo faccia comunque visitare dal suo pediatra
saluti
Dr. Gaetano Pinto