Utente 197XXX
Buonasera Dottore,
da circa 1 settimana mia figlia di 4 anni ha la febbre a causa di un virus influenzale che ha colpito praticamente tutta la famiglia! Dopo un esordio con febbre molto alta (39,5° circa) mia figlia dopo tre giorni si è improvvisamente sfebbrata per poi riprendere il quarto giorno ad avere la febbre a fasi alterne (dai 38.6° ai 37.5°). Oggi la sua pediatra l'ha rivista ed ha ritenuto opportuno attendere a dare l'antibiotico visto che il torace è libero e la gola priva di infiammazione. Mia figlia ha avuto tre polmoniti (di cui due con ricovero) e data la sua storia clinica la pediatra mi ha raccomandato di controllare la temperatura corporea affinchè non superi i 38°: la domanda che le pongo è questa.....è possibile che tra la temperatura rettale e quella ascellare ci sia una scarto di più di 0,6°? Stasera la temperatura ascellare era di 37.8° mentre la rettale era di 37.5° (quindi effettivamente 37°). Io ho sempre saputo che solitamente si verifica il contrario (capita di frequente che la temperatura rettale sia superiore a quella ascellare) ma non mi era mai capitato di trovarmi di fronte ad un dilemma simile! Quale delle due temperature è la più affidabile? Inoltre....è normale che dopo 7 giorni la bimba presenti ancora la febbre? La ringrazio per la risposta e colgo l'occasione e per augurarLe una buona serata.

[#1] dopo  
Dr. Lorenzo Giacchetti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
0% attualità
20% socialità
SVIZZERA (CH)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2012
Generalmente la temperatura rettale e' più alta di 0,3-0,5 gradi.
Tenga conto di quella rettale che è più affidabile.
Quella cutanea può essere influenzata di più dall'a,niente esterno.
Cordiali saluti
Dr. Lorenzo Giacchetti
Specialista in Pediatria - Neonatologia e Patologia Neonatale, Varese.
Capoclinica Pediatria Ospedale di Lugano (Svizzera)

[#2] dopo  
Utente 197XXX

Gen.mo Dott.
la ringrazio per a risposta tempestiva....a questo punto allora considero la bimba sfebbrata, abbiamo riprovato ieri ad effettuare ulteriori misurazioni con due termometri differenti e il risultato è stato sempre uguale: 37.4 rettale (effettiva quindi 36.9) e 37.8 ascellare! A questo punto da ora in poi effettuerò sempre la misurazione rettale! Mi perdoni un'ultima curiosità: è possibile che sulla misurazione abbia influito l'abbigliamento (la bimba ieri indossava una tuta in pile)?