Utente 322XXX
Buon giorno,son sinceramente preoccupata e confido in un Vs. aiuto. Ho un bimbo di 4 anni e mezzo che da un paio di mesi, esattamente ogni 2 sabati vomita. Se non fossi cosi' interdetta e preoccupata mi verrebbe da ridere.... La prima volta e' successo di notte, ho dato la colpa al fatto che alla sera aveva mangiato quasi una pizza intera... la volta successiva, ha rimesso dopo colazione, pero' non ho trovato ragione plausibile.Idem per le tre volte ancora successive! Cene diverse, sia per quantita che x qualita. La pediatra dice che e' un virus, 15 gg di incubazione e via...ma il bimbo, e questa e' la cosa strana, sta bene! non e' lamentoso, non ha mal di pancia ne' problemi intestinali! ride scherza e salta come se nulla fosse e soprattutto ha fame! e' difficoltoso fargli osservare digiuno o piccole dosi di cracker o simili (che cmq rivomita). Ma lui ha fame! il giorno dopo, basta. Tutto finito. E' un bimbo agitato, molto sensibile questo si, ma anche se fosse un problema nervoso...possibile che accumula e sfocia un sabato si e uno no? idem x eventuali intolleranze alimentari ( queste ultime due settimane, x es. gli ho dato lo zymil....ma non e' cambiato nulla). Mi hanno parlato di ernia iatale? ma anche qui.... ogni 2 settimane? Insomma, la cosa e' 'buffa' ma mi sta tirando matta. Se avete bisogno di altre informazioni chiedete pure. Non so se rivolgermi ad un altro pediatra, ad un chirurgo, a un gastroenterologo o al mago zurli.... Grata per le Vs. risposte, saluto cordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
...un'ernia iatale? No, cara signora...non starebbe così tranquillo per 5 giorni per poi vomitare (e senza avere altri sintomi) nel week end...

Una pizza intera? NO, assolutamente no, è troppa!...

Se il vomito profuma di mele (dolciastro, acidognolo) potrebbe trattarsi di crisi acetonemiche.
Se di ciò si trattasse si può saperlo con gli speciali stick con cui si testa l'urina.

Sicuramente bisogna fare attenzione all'limentazione, mantenerla costante riguardo agli zuccheri complessi (pasta pane, possibilmente integrali), possibilmente ridurre latticini grassi, burro, fritti, carni con grasso, salumi, cioccolato, tortine tipo pinguì, fette al latte e schifezze simili che contengano non solo farine semplici ma anche tutta una serie di grassi idrogenati, in ogni caso malsani checché ne dica la pubblicità...

Cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi

[#2] dopo  
Utente 322XXX

Gentilissima Dott. Pozzi, grazie per la sua risposta! Dunque, il vomito non ha alcun odore. E gli stick li ho fatti. Era positivo il giorno del vomito, ma nelle giornate successive assolutamente negativo. La pediatra gliene ha fatto uno dove addirittura si potevano valutare altre patologie ed e' risultato negativo pure quello. Lui rimette il pranzo del sabato (almeno le ultime 4 volte era quello), ma ha perfettamente digerito quanto mangiato nello spuntino di meta mattina. E poi continua a rimettere cio' che ingerisce nelle ore successive. Senza sforzo. Semplicemente lo rigetta. E continua ad aver fame. La sua alimentazione e' comunque pressoche' priva di 'schifezze'. Non beve succhi, te' confezionati, dolcetti vari, fritti etc. se non eccezionalmente. Potrebbe trattarsi di vomito ciclico? Ho letto i sintomi sul web, ma lui non e' assolutamente prostrato...anzi! E una componente psicologica? Grazie

[#3] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Bisogna capire cos'è dunque correlato al "sabato". Cosa accade il sabato o il giorno prima o il giorno dopo. Forse c'è qualcosa che proprio "psicologicamente"! non digerisce, un "boccone" che va giù a mala voglia, qualcosa che deve fare o affrontare per forza. Il vomito periodico non ha questa regolarità, mentre certe situazioni famigliari o comunitari (asilo), Avete chiesto all'asilo che mangia? Cosa accade il sabato? Qualche attività particolare che lui rifiuta?

C'è da indagare psicologicamente, come no!
Cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi