Utente 298XXX
Buongiorno, mio figlio di 18 mesi ha evacuazioni (3-4 volte/die) di feci molii, gialle e a volte con residui alimentari (carote, ecc) da circa 15 giorni in seguito ad enterite virale. Storia di RGE trattato con gastrotuss e di rifiuto dell latte artificiale ( introdotto al 5 mese circa) fino ai 12 mesi per poi passare al latte vaccino (che non rifiuta). Ha eseguito esami ematici il 16/05 us:
Rbc 4.4
Hcb 11.3
Hct 33
Mcv 74
Wbc 10.39 (6-16)
Linfociti 53,8 (16-45)
Sideremia 74
Il resto funz epatica, renale ed elettroliti nella norma
Ha inoltre eseguito esami per celiachia, latte, uovo, pomodoro, iga,igg,igm,ige (ancora non pronti)
vorrei chiedere quale potrebbe essere la causa della diarrea persistente? Quadro clinico ed esami fanno pensare ad una celiachia. Siamo un po spaventati visto vhe lo zio paterno è celiaco.
grazie per tutto cio che fate
maurizio

[#1] dopo  
Dr. Emanuele Nicastro

32% attività
0% attualità
12% socialità
BERGAMO (BG)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2014
Cari genitori,
il quadro descritto è quello di una diarrea protratta post-gastroenteritica. Per effetto di una enterite acuta, infatti, è evenienza frequente che vi sia un transitorio deficit di lattasi con conseguente transitorio malassorbimento di lattosio, oppure che l'alterazione della flora determini una crescita batterica anomala nella parte prossimale dell'intestino.
In prima battuta si dovrebbe provare a eliminare per qualche tempo il lattosio dalla dieta (il lattosio, non il latte: è sufficiente dare il latte ad alta digeribilità, tipo accadì, zymil o simili, ed evitare i formaggi freschi a vantaggio di quelli stagionati o dello yogurt).
Il discorso però sarebbe diverso se accanto alla diarrea si fosse osservata una perdita di peso. Per quanto riguarda la celiachia, non ci sono particolari elementi a sostegno se non la familiarità, ma è comunque ragionevole escluderla.

Cordialmente
Dr. Emanuele Nicastro
UOS Epatologia e Gastroenterologia Pediatrica e dei Trapianti
Ospedale Papa Giovanni XXIII Bergamo

[#2] dopo  
Utente 298XXX

Grazie per la gentile risposta.
Lorenzo prende già da tempo, vista la sua storia di reflusso, il latte Zymil parzialmente scremato e a merenda lo yougurt (Mio, Plasmon). Inoltre, in terapia con fermenti lattici ma continua con 3-4 episodi al giorno di feci molli e gialle alternate a feci di colore marrone (solo 3 volte nelle ultime 7 evacuazioni) e feci con residui alimentari. Mangia volentieri (anche di piu'). Non sembra avere dolori addominali e il peso è rimasto invariato (cresciuto sempre al limite inferiore del percentile da quando abbiamo introdotto il latte di formula). Spesso abbiamo notato gonfiore addominale ma senza alterazione dell' alvo e/o dolori addominali.
Altri esami pronti e nella norma sono sideremia, IgA, IgG, IgM.
Spero che queste ulteriori informazioni possano essere utili per la completezza del quadro.
Qual' è la sua impressione? Dobbiamo attendere o eseguire altri esami o visite specialistiche.
Grazie ancora
Maurizio

[#3] dopo  
Dr. Emanuele Nicastro

32% attività
0% attualità
12% socialità
BERGAMO (BG)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2014
Le dico con tutta sincerità che senza mettere le mani sulla pancia del bambino è difficile farsi un'idea precisa. Descritto così, suo figlio sembrerebbe un bambino in ottime condizioni in cui solo la diarrea è l'elemento dissonante. Come giustamente ritenuto dal curante, la diarrea cronica merita un approfondimento. Andrei però per gradi: aspetterei la sierologia per celiachia che è già in corso. Se questa fosse negativa e la diarrea dovesse protrarsi, considererei una possibile causa infettiva ed eseguirei una coprocoltura allargata (con ricerca di Campylobacter e Yersinia) ed un esame parassitologico delle feci, e valuterei il grado di infiammazione intestinale dosando la calprotectina fecale. Tra gli esami effettuati forse c'è o ci sarà una VES o una PCR (proteina C reattiva) che sono utili nell'orientamento.
Questa gestione è ancora fattibile presso l'ambulatorio di pediatria di famiglia. Se però non giungesse a risultati conclusivi, sarebbe utile una valutazione specialistica.
Colgo l'occasione per ricordare che non tutti i probiotici (fermenti lattici) sono uguali: le prove di efficacia più convincenti sono con il Lactobacillus GG ed il Saccharomyces boulardii (non indico nomi commerciali per correttezza).

Cordialmente
Dr. Emanuele Nicastro
UOS Epatologia e Gastroenterologia Pediatrica e dei Trapianti
Ospedale Papa Giovanni XXIII Bergamo

[#4] dopo  
Dr. Emanuele Nicastro

32% attività
0% attualità
12% socialità
BERGAMO (BG)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2014
Mi faccia sapere poi come è andata.
Dr. Emanuele Nicastro
UOS Epatologia e Gastroenterologia Pediatrica e dei Trapianti
Ospedale Papa Giovanni XXIII Bergamo

[#5] dopo  
Utente 298XXX

Buongiorno, gli esami per la celichia sono negativi cosi come pcr. Da circ 4-5 giorni prende latte di riso e parmiggiano solo a pranzo e cena (sembrva andasse meglio ma poi ieri sera una scarica e stamane già due di feci morbide). Sospesi anche i fermenti lattici perche avevamo l impressione che peggiorasse nelle evacuazioni. Altri esami sul sangue: (val riferimento minore 0.1)
Uovo, pomodoro: negativi
Latte 0.68
Ig E totali 79,00 (valori significativi maggiore a 100)
Ci dia una mano non sappiamo piu cosa fare.
Manca solo la coprocoltura ma la pediatra non la propone, ci puo dire cosa cercare nelle feci cosi faremo anche questo esame e quali fermenti prendere oltre quali cibi evitare.

grazie grazie

[#6] dopo  
Dr. Emanuele Nicastro

32% attività
0% attualità
12% socialità
BERGAMO (BG)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2014
Gli esami microbiologici di primo livello sono una coprocoltura allargata al Campylobacter e un esame parassitologico con ricerca di cisti di Giardia.
Dr. Emanuele Nicastro
UOS Epatologia e Gastroenterologia Pediatrica e dei Trapianti
Ospedale Papa Giovanni XXIII Bergamo