Utente 350XXX
Buongiorno dottori.

La preoccupazione che vorrei portare alla vostra gentile attenzione è questa:
mia figlia, 13 mesi, grida per ogni cosa. Se vuole un oggetto che non è alla sua portata, lo indica e grida perchè gli venga dato. Se vuole bere, mangiare, o qualsiasi oggetto, grida.
Se gli viene tolto un oggetto che lei desidera, o se gli si dice un "no", grida e inizia una crisi di pianto convulsiva.
In generale è serena, sorridente, molto simpatica, ma solo se sta facendo ciò che vuole lei. E' una macchina sempre in moto e sempre attiva. Non esiste passare del tempo ferma sulla sdraietta, o nel box, o a tavola dopo aver mangiato. Deve sempre e costantemente fare qualcosa. La sera è tremenda, arriviamo stremati, e prima di dormire crisi e crisi.

Lo sviluppo motorio e del linguaggio mi sembra abbastanza in linea con le medie della sua età (cammina, quasi corre, indica gli oggetti, fa pile di oggetti, dice almeno 6 o 7 parole di senso compiuto, saluta le persone quando gli diciamo di fare ciao, capisce benissimo i nostri discorsi ed esegue piccole istruzioni, ad esempio se gli viene detto "metti la palla nella scatola", va a prendere la palla e la mette nella scatola).

Ma allora perchè grida continuamente? perchè non accetta un "no" senza avere una crisi di pianto senza fine? perchè non sta mai calma almeno un minuto senza fare niente? la mia preoccupazione è lo sbagliare qualcosa nel modo in cui sta venendo educata...forse siamo troppo permissivi anche se ha solo 13 mesi?

Grazie mille della vostra attenzione e della vostra disponibilità.
Vi ringrazio moltissimo fin da ora in attesa di un vostro eventuale riscontro sperando di non avervi rubato tempo prezioso per una stupidata.

[#1] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
".forse siamo troppo permissivi anche se ha solo 13 mesi?"

Gentile signora,

l'atteggiamento degli adulti è fondamentale con i bambini perchè anche se molto piccoli, loro apprendono immediatamente come relazionarsi con gli adulti.

Posso chiedere qual è la vostra reazione in casa quando la bimba urla?
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2] dopo  
Utente 350XXX

Salve dottoressa,
La ringrazio per aver preso in considerazione il consulto.

In genere se grida per ottenere un oggetto che indica, stiamo cercando di insegnarle a dire il nome dell'oggetto o dire "mamma o papà" a seconda di chi si trova vicino per prenderglielo. Poi glielo diamo. Anche se mi sembra una causa quasi persa per il momento...solo raramete le capita di dire "mamma" o "papà" per ottenere qualcosa.

Il vero grosso problema è comunque quando grida per andare in un posto dove non puó andare o quando grida perchè vuole prendere qualcosa che peró alla fine non puó avere...basta che gli diciamo "no", o cerchiamo di spostarla che lei
si accascia a terra e entra in una crisi di rabbia e pianto, sembra acciecata...l'unica cosa che possiamo fare è portarla via da li e cercare di distrarla dandogli qualcos'altro, ma questa cosa accade davvero tante tante volte al giorno...ed è estenuante...soprattutto perchè ci dispiace vederla piangere!

Questo è quanto, spero di aver risposto alla sua domanda.

[#3] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Ma qual è il vostro atteggiamento?
Il punto è questo: mi rendo conto che non sia facile e che certamente si arriva a sera distrutti, ma è importante continuare a dimostrarsi calmi e pazienti e allo stesso tempo fermi per evitare che la piccolina sia dominante.
Tenga presente che anche con la voce può modulare le emozioni: più la bimba strilla, più è opportuno abbassare la voce per evitare l'escalation che poi porta alla situazione ingestibile.
Inoltre, anche Suo marito e le altre persone in casa devono condividere la Sua stessa linea e fare attenzione a non rafforzare in maniera intermittente i comportamenti sgraditi della bimba.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#4] dopo  
Utente 350XXX

La ringrazio molto dottore per i suoi preziosi consigli.
Il nostro atteggiamento è quasi sempre calmo, rassegnato, non gridiamo mai alla bambina, senza dargliela comunque vinta. Ma siamo molto preoccupati perchè non sappiamo in che modo poter migliorare le cose.

Ci sembra che col passare dei giorni la bambina sia sempre più capricciosa e irrequieta. A mio avviso ha una curiosità e un'intelligenza fuori del comune...ma quanto costa questo?
siamo preoccupati che possa avere o sviluppare presto problemi di iperattività.

In che modo possiamo abituarla a placare i suoi capricci senza crisi o spasmi? in che modo possiamo abituarla a non gridare e gridare continuamente in mezzo alla gente (è impossibile vedere degli amici perchè lei vuole le attenzioni 100% su di lei, e con 100% non dico per dire, proprio tutte).
Ci serve qualche indicazione autorevole per non navigare nel buio..

Grazie ancora della sua cortese attenzione!