Utente 377XXX
Sono la mamma di un bambino di 2 mesi esatti. Paolo è allattato al seno da sempre, senza aggiunte, circa ogni 3 ore; è nato a termine da parto naturale in seguito ad una gravidanza senza nessun problema tranne il mio ipotiroidismo gravidico prontamente tamponato con Eutirox.
Nelle ultime 5 settimane Paolo manifesta i seguenti sintomi ed io non riesco ad inquadrare il problema:
- Di giorno il pasto si conclude in 30 minuti poi spinge con forte intensità emettendo aria e cacca anche per altri 30 min, altre volte spinge per nulla (fa i suoi bisogni 2-3 volte al giorno abbastanza liquidi e giallo senape). Siccome non pare essere soddisisfatto di quanto prodotto dopo un po' che spinge si mette ad urlare come un pazzo e poi piange. Sembra stia per partorire dagli sforzi che fa. Il pianto dura circa un'oretta ed è intermittente, vuole stare in braccio ma solo in posizione verticale. Alla fine comincia a piangere ed urlare in maniera disperata per 15-30 minuti buoni, infine fa qualche piccolo ruttino ed improvvisamente si addormenta. Questo avviene in media 2 volte al giorno, soprattutto dopo il pasto delle 19.00 quando la crisi è fortissima.
Ha spesso la saliva a bollicine in bocca, non piega le gambine durante la crisi di pianto, non ha mai vomitato e solo saltuariamente gli torna del latte in bocca ma non cagliato, talvolta rumina ed inarca la schiena, ha almeno 2-3 volte ad giorno il singhiozzo, respira bene, non ha otiti, mangia ed ingrassa bene (75°centile), non prende nessun medicinale.
- Di notte mangia nel lettone con me ed in genere dopo mangiato si addormenta per poi svegliarsi spingendo alla poppata succesiva; ultimamente purtroppo si sveglia prima, circa 1,5 ore dopo la poppata e spinge per un'ora; di notte fa solo un po' di gas. In media in una notte spinge circa 2-2.5 ore, la mattina lo faccio alzare perchè dalle spinte ed urli passa al pianto.
Di contro di notte non ha mai quei pianti disperati del giorno.

Secondo me ha due problemi separati, le spinte (perchè deve spingere così a lungo e forte se fa cacca liquida 3 volte al giorno?) ed i problemi digestivi. Purtoppo non riesco a definire cos'abbia per intervenire ed aiutarlo. Spero che voi riusciate ad inquadrare il problema.

Ringraziamo di cuore per la risposta.

Marta e Paolo

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
gentile signora
da quello che racconta trattansi di colichette gassose e reflusso gastro esofageo.Dopo la poppata le consiglio di tenerlo sempre in braccio in verticale per favorirgli il ruttino.Per l'inarcamento della schiena,potrebbe anche trattarsi di una lieve esofagite conseguente al reflusso(sindrome di Sandifer) e pertanto le consiglio affidarsi al suo pediatra per una eventuale terapia
cordiali saluti
Dr. Gaetano Pinto