Utente cancellato
leggete quanto trovato sul sito autorevole dell'associazione italiana consumatori Altroconsumo:

"Tutto sull'acqua potabile
Acqua minerale o del rubinetto?
La pubblicità incalza e invoglia, presentandoci l’acqua minerale sempre meno come una bevanda che serve ad accompagnare il cibo e sempre più come una fonte di salute e addirittura di bellezza. Non essendoci invece pressoché alcuna informazione sulla qualità dell’acqua che esce dal rubinetto di casa, si è naturalmente portati a pensare che questa non abbia nessuna delle proprietà vantate dalle acque in bottiglia e la si guarda con sospetto. La verità, lo diciamo sulla scorta di anni di analisi e controlli fatti da noi e pubblicati sulle nostre riviste, è che l'acqua minerale non è migliore dell'acqua potabile."

"E la sicurezza dell’acqua del rubinetto per neonati e donne incinte? I limiti di legge imposti all’acqua potabile sono restrittivi ma non specifici per queste due categorie. In particolare le donne incinte devono tenere d’occhio i nitrati, mentre per i bambini oltre ai nitrati va considerato, questa volta sì, il residuo fisso, che è meglio sia basso. Il limite di legge per i nitrati, ampiamente cautelativo, per l’acqua di rubinetto è di 50 mg/l, e in molte città siamo ben al di sotto di questa soglia. Va detto però che l’Organizzazione mondiale della Sanità suggerisce per neonati e donne incinte un limite massimo di 10 mg/l. Concludendo, quindi, un’acqua minerale leggera può essere
preferibile a quella del rubinetto soltanto per neonati e donne in gravidanza"

"Nessuna virtù particolare dunque e nessun rischio in gioco: bere dalla bottiglia o dal rubinetto fa una notevole differenza solo per il portafoglio."

analisi dell'acqua del lazio:"L'acqua di migliore qualità per caratteristiche e assenza di sostanze indesiderate è quella prelevata ai giardini pubblici comunali di Rieti.
Seguono le acque di Roma e di Frosinone."(ossia NO nitrati)
"Nitrati:
Tutti valori positivi per i campioni analizzati: i nitrati si mantengono sotto i 10 mg/l in tutte le città, salvo Viterbo, dove sfiorano i 14 mg/l."

"L’ideale per il consumo quotidiano è un’acqua oligominerale, con un residuo fisso inferiore ai 500 mg/l. Nelle inchieste condotte da Altroconsumo sull’acqua potabile distribuita dall’acquedotto, nessun campione
prelevato dal rubinetto superava i 700 mg/l: l’acqua offerta dall’acquedotto, quindi, è quasi sempre comparabile all’oligominerale"
"Nelle più recenti inchieste di Altroconsumo nessun campione superava i 500 mg/l,
tranne Latina, ma di poco (valore massimo 531 μg/l)."

QUINDI CONCLUDENDO PONGO LA DOMANDA, DA QUANTO LEGGO SOPRA ABITANDO A ROMA, IPOTIZZO CHE SIA EQUIVALENTE DARE AD UN NEONATO L'ACQUA DELL'ACQUEDOTTO. CHE NE PENSATE?
TRA L'ALTRO SU UN ALTRO SITO(sportmedicina.com) LEGGO:
"In generale in tutti i casi di carenza o bisogno di calcio (gravidanza, allattamento, nei neonati, nei bambini, negli anziani) è corretto assumere acqua mineralizzata ricca di calcio."

SIAMO SOLTANTO "DEVIATI" DALLA PUBBLICITA' OPPURE C'è UN VANTAGGIO APPREZZABILE NEL COMPRARE ANCHE PER UN NEONATO CHE VIVE A ROMA L'ACQUA IMBOTTIGLIATA? OPPURE LO SVANTAGGIO E' QUASI SOLO PER IL PORTAFOGLIO?
LEGGENDO ANALISI SCIENTIFICHE, ALMENO PER CHI VIVE A ROMA SEMBREREBBE COSI': OSSIA MEGLIO IL RUBINETTO.

[#1]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
questa "querelle" non finirà mai!
In teoria i piccoli assumono già il latte che è fonte di calcio, e fanno anche la profilassi con vitamina D oltre l'anno di età; con lo svezzamento e le migliorate condizioni generali di vita, è davvero difficile incorrere in carenze di calcio..
Anni fa andava di "moda" l'acqua minerale per neonati (a peso d'oro!) e sembrava fosse "conditio sine qua non" per una crescita ossea e dentaria ottimale.
Vuole un mio parere? Acqua minerale non gasata solo per la preparazione eventualmente di latte artificiale. A partire dallo svezzamento..acqua di rubinetto che obbligatoriamente e periodicamente è controllata e deve rispondere a particolari parametri. L'acqua minerale è diventata una sciccheria...oltre che un grandissimo business. Di terapeutico non ha niente perchè dopo poche ore dall'imbottigliamento perde tutte le sue qualità vitali, senza contare che nelle bottiglie (di plastica perlopiù) può sostare moooolto tempo!
Acqua di rubinetto, senza dubbio!

Certo...se il rubinetto fosse in un piccolo paese di una regione poco indistrializzata...

Cordialmente Agnesina Pozzi