Utente 387XXX
A seguito del terzo richiamo della vaccinazione venerdì 31 luglio (seguo calendario vaccinazioni britannico poiché residente in UK ma in vacanza in Italia) mio figlio di 16 settimane ha sviluppato una febbre molto alta - a sera era arrivata a sfiorare i 40 e ha persistito tutta notte fino a mattina inoltrata.
Il pediatra locale lo ha visitato la mattina del 1 agosto e ha escluso danni neurologici ma ha raccomandato la somministrazione di un antibiotico per sicurezza nel caso la febbre fosse dovuta ad altre infezioni e non una reazione troppo forte al vaccino.
Ho somministrato la prima dose di antibiotico alle 12 di sabato 1 agosto.
Per le 18.00 mio figlio già non aveva più la febbre.
La seconda dose gliel'ho data a mezzanotte.
Mi chiedo ora: è necessario continuare la terapia antibiotica se credo che i sintomi febbrili fossero solo dovuti al vaccino e non ad altre infezioni? Vi sono controindicazioni ad interrompere l'antibiotico ?

La terza dose deve essere data per le 12 di domenica 2 agosto.
L' Antibiotico è il CEFODOX 40mg

[#1] dopo  
Dr. Claudio Olivieri

36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Salve,
certamente la febbre potrebbe essere correlata ad una reazione al vaccino o ad altra infezione virale, visto la rapida risoluzione della febbre dopo alcune ore dalla prima somministrazione dell'antibiotico.
Ovviamente, prima di procedere alla sospensione della terapia antibiotica sarebbe utile effettuare una seconda rivalutazione dal suo pediatra curante.
Cordiali saluti.
Dr. Claudio Olivieri

https://www.facebook.com/Claudio.Olivieri.Chirurgo.Pediatrico/