Utente 109XXX
Mio nipote ha 10 anni e da5 anni soffre d'incontinenza che si manifesta durante tutto l'arco della giornata è un bambino autonomo in tutte le sue funzioni e non ha subito traumi.
E'affetto da ritardo psicomotorio seguito dall'età di 3 anni senza nessun tipo di risultato per questo problema (incontinenza),già visitato e sottoposto a esami urologici senza però trovare nessun riscontro fisico quindi i medici suppongono che sia un'incontinenza psicologica.
Il bambino a casa urina in continuazione sia in bagno che nel pannolino per tutto il giorno e la notte.
Provato con schemi di rinforzo senza nessun tipo di risultato, e ogni volta che si fa notare al bambino e gli si chiede il perchè lui risponde che non ne vuole parlare.
I terapisti hanno lavorato sull'autostima perchè molto insicuro spesso soggetto a crisi nervose, forse dovuto in parte alla psoriasi presente nella parte genitale che aumenta con l'incontinenza.
Spero prendiate in considerazione il mio problema,ringraziandovi attendo vostra risposta.

[#1]  
10161

Cancellato nel 2009
Bisogna risalire al ritardo psicomotorio dall'età di tre anni, lo presentava già, oppure prima aveva avuto uno sviluppo normale e successivamente si è presentato il ritardo?
a 17 18 mesi aveva avuto uno sviluppo normale?
Quali malattie ha manifestato? tonsilliti frequenti?
Il motivo è molto semplice, i ritardi psicomotori possono rientrare nell'ambito dei PANDAS,"The objective of this study was to assess brain involvement through the presence of antineuronal antibodies in Pediatric Autoimmune Neuropsychiatric Disorders Associated with Streptococcus (PANDAS) and in uncomplicated active Group A streptococcal infection. We compared serum antibrain antibody to human basal ganglia sections assessed by indirect tissue"
Anche nelle infezioni da Epstein-Barr, mononucleosi, si possono avere problemi psicomotori. Pertanto si vanno a cercare problematiche psicologiche, quando invece sussistono problematiche fisiche, di alterazione sopratutto dei nuclei della base, incrocio importantissimo, da cui derivano controlli mentali e funzionali. Su questa zona può agire anche il virus del morbillo, non tanto il selvaggio, quanto quello vaccinale.
Molto importante è la tempistica di intervento, infatti spesso ho constatato interventi esclusivamente psicologici, che non portano a grandi benefici, perchè l'agente eziologico continua a fare danni indisturbato.
Una analisi accurata con la medicina quantica per l'individuazione dell'agente eziologico e della terapia più apprpriata ed esami ematochimici specifici, possono essere di grande aiuto
SAluti moschinialberto@medicitalia.it

[#2]  
Dr. Alessandro Argenziano

20% attività
0% attualità
0% socialità
MARCIANISE (CE)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Il problema che lei espone è talmente importante che credo sia veramente impossibile consigliare qualcosa a distanza. Credo che il piccolo sia stato già sottoposto a varie consulenze e indagini (ad esempio ... ha fatto un esame urodinamico?)
Per quel che riguarda i disturbi neuropsichiatrici associati alle infezioni da streptococco... credo che esistano ma siano molto rari.
Discorso a parte il virus vaccinale per il morbillo!!! Credo che non sia questa la sede per parlare dell'utilità o meno dei vaccini, ma ritengo sia sacrosanto dovere di qualsiasi medico attenersi alla letteratura ufficiale quando invia opinioni personali su siti del genere...altrimenti.
Mi scusi per l'essermi dilungato.
dott. Alessandro Argenziano
specialista in pediatria

[#3] dopo  
Utente 109XXX

Il bambino è nato l'11/04/1996 ha fatto il vaccino del morbillo il 16/10/1997, fino all'età di 3 anni non si sono riscontrate anomalie dopo i 3 anni ha presentato dei disturbi comportamentali eseguito visita neuropsichiatrica e dopo vari test la conclusione è stata di ritardo mentale fatto esami genetici e si pensava alla sindrome di martinbel poi smentita questa opzione.Nato con testicolo sinistro ritenuto ed oprato successivamente vi ringrazio molto per la vostra disponibilità.

[#4]  
10161

Cancellato nel 2009
Secondo quanto confermato dalla letteratura internazionale i PANDAS non sono poi così rari, basta cercarli, io ne sto trovando molti, come alterazoni sempre dei nuclei della base dovute a virus vaccinali e non selvaggi. (rientrano in questi il bambino iperattivo, autismo, sindrome di touret con tutte le sue sfumature)
Confermo quanto detto precedentemente, la terapia cambia notevolmente, visto che quelle applicate, non danno risultati soddisfacenti.
Saluti

[#5]  
Dr. Silvio Presta

28% attività
0% attualità
4% socialità
FOLLONICA (GR)
SERRAVALLE PISTOIESE (PT)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Giusto cercare eventuali cause psicologiche o fisiche del disturbo, ma, poichè l'enuresi infantile è spesso associato a disturbi dell'umore o attacchi di panico in età adulta, le consiglierei di provare un trattamento specifico (ad esempio con imipramina-Tofranil Mite). Prima però faccia vedere il bambino al Prof. Alessandro Zuddas dell'Università di Cagliari, uno dei migliori neuropsichiatri infantili d'Italia.
In bocca al lupo
Silvio Presta
Silvio Presta

[#6] dopo  
Utente 109XXX

Ho chiesto a mia sorella di mandarmi una relazione dettagliata perchè voi capiate meglio la situazione lei è nella provincia di Cuneo.Grazie per il vostro interessamento.
Mio figlio ha 10 anni è un bambino nato a termine. Alla nascita è stata segnalata “Facies sui generis” senza caratteristiche sindromiche specifiche,presenza di angioma cavernoso su spalla destra.Criptorchidismo sinistro trattato con terapia dapprima medica successivamente chirurgica Psoriasi invertita dal primo anno di vita.
Seguito da NPI per ritardo psicomotorio (CARIOTIPO NORMALE E RICERCA X FRAGILE NEGATIVA ).
Fino all’ età di 4 anni non riferita sintomatologia minzionale successivamente è comparsa
un’ incontinenza che si è manifestata fino all’età di 8 anni solo esclusivamente in casa propria, andando in bagno in continuazione e allo stesso tempo urinando nei pantaloni dall’età di 9 anni
l’ incontinenza si manifesta ovunque ( casa - scuola-ecc….) .
Reso indispensabile l’utilizzo del pannolino sia di giorno che di notte (anche se non ha mai sofferto di enuresi notturna).
Sottoposto ad esami urologici che non hanno riscontrato problemi a livello fisico. Eseguito terapia farmacologica con Minirin 0,1 e Minirin 0,2 senza alcun risultato si pensa che sia un problema di natura psicologica.
Mio figlio non ha subito traumi è un bambino seguito dalla NPI dall’età di 3 anni si è lavorato sul “IO” e sull’AUTOSTIMA ottenendo buoni risultati. Rimangono ancora problemi legati a piccole fobie e difficoltà nell’ espressione di vissuti e stati d’ animo.
In questo momento è sottoposto a terapia farmacologica con “Serenase” spero di essere stata esauriente chiedo un parere su come posso aiutarlo visto che il suo problema va avanti da 5 anni senza nessun miglioramento.

[#7]  
Dr. Silvio Presta

28% attività
0% attualità
4% socialità
FOLLONICA (GR)
SERRAVALLE PISTOIESE (PT)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
La terapia con aloperidolo (serenase) è totalmente scorretta per il trattamento del quadro enuretico. Insisto sulla necessità di un consulto con un clinico-farmacologo competente. Tuti i discorsi sull'Io etc. etc. lasciano il tempo che trovano. I disturbi d'ansia compaiono indipendentemente dall'aver subito traumi.
Ancora auguri
Silvio Presta
Silvio Presta

[#8]  
10161

Cancellato nel 2009
Confermo quanto detto precedentemente sui PANDAS, e sulla alterazione dei nuclei della base, determinata dalla risposta autoimmune su questi.
saluti

[#9]  
10161

Cancellato nel 2009
Le consiglio di eseguire i seguenti esami:
Tipizzazione HLA classe I e II. Con espressione genica e corrispondenze sierologiche.
Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:
CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25,
· ANTCORPI ANTI-GANGLIOSIDI GM1 IgG lgM gangliosidi GM1 GD1b IgG e IgM GQ1b IgG e IgM
sulfatidi, anti-MAG
ANTICORPI ANTI-CITOMEGALOVIRUS lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)
· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA
· ANTICORPI ANTI-STREPTOCHINASI
Epatite B (Ricerca del genoma quantitativa)
Epatite C (Ricerca del genoma quantitativa)
Epatite Delta (Ricerca del genoma quantitativa)

saluti