Utente 404XXX
Il mio figlio di quasi 4 anni da agosto respira malissimo di notte. È iniziato con un fortissimo russare per diverse settimane, ultimamente mentre ispira gli si chiude il naso e perciò dorme tanto male. Un ispiro dopo l'altro lo fa svegliare (sta sempre tra sonno e veglia, a volte verso mattina riesce a passare a respirazione con la bocca e così riposa ma poco).
La cosa caratteristica è che dorme meglio se raffreddato. Se c'è poco raffreddore - il muco dentro il naso fa scivolare aria dentro (russa ma molto più piano). O se raffreddore forte - respira con la bocca e dorme.
Altrimenti è un vero disastro. Non è mai riposato.
Cosa può essere, cosa si può fare?

Grazie, SR

[#1] dopo  
Dr. Claudio Olivieri

36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Salve,
certamente e' necessaria una prima valutazione dal suo pediatra curante per valutare se e' raffreddato, visto che le secrezioni nasali possono causare una difficolta' nella respirazione nel bambino.
In caso contrario, se il problema dovesse persistere, potrebbe essere utile una visita otorinolaringoiatrica.
Cordiali saluti.
Dr. Claudio Olivieri

https://www.facebook.com/Claudio.Olivieri.Chirurgo.Pediatrico/

[#2] dopo  
Utente 404XXX

Grazie per la risposta.
Come ho scritto sopra, il bambino respira peggio quando non è raffreddato (con le mucose più asciutte) . Il problema persiste da agosto. Il pediatra senza vedere il naso ha detto che è un infiammazione delle mucose o delle ghiandole gonfie, ma ha detto che non si fa niente.
Il bambino da estate ha continuamente anche dei puntini bianchi sulla gola e brutto odore dalla bocca. Il pediatra la prima volta ha detto che è fisiologico e non si fa niente, un'altra volta gli stessi puntini ha chiamato placche, ha dato antibiotico ma la gola è rimasta uguale. L'ha visto anche terza volta e non ha detto niente. Ha prescritto ibuprofene e bentalan per la tosse e ho impressione che era molto meglio (con la tosse non è facile da capire).
Non può essere che il bambino non può riposare per mesi senza cercare di risolvere il problema :(

[#3] dopo  
Dr. Claudio Olivieri

36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2015
Come Le ho detto, in caso di problemi respiratori di notte o di russamento potrebbe essere indicato una visita otorinolaringoiatrica per escludere un problema legato alle adenoidi.
Buona giornata.
Dr. Claudio Olivieri

https://www.facebook.com/Claudio.Olivieri.Chirurgo.Pediatrico/

[#4] dopo  
Utente 404XXX

Grazie dottore. Infatti potrebbe essere questo.
Mi sa dire se potrebbe essere collegato in qualche modo con le intolleranze alimentari? (lattosio e fruttosio), otorino può non cercare questi collegamenti.

SR

[#5] dopo  
Dr. Claudio Olivieri

36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2015
Per le intolleranze alimentari potrebbe parlarne con il suo pediatra curante e, se indicati, eseguire delle eventuali prove allergiche sebbene non ritengo che il suo disturbo possa essere collegato ad un' intolleranza alimentare.
Buona giornata.
Dr. Claudio Olivieri

https://www.facebook.com/Claudio.Olivieri.Chirurgo.Pediatrico/

[#6] dopo  
Utente 404XXX

Si fanno prove allergiche per le intolleranze alimentari? Sapevo fossero due cose diverse (allergia agisce sul sistema immunitario e intolleranze degli zuccheri sono legati con la carenza di certi enzimi). Chiedo veramente perché in Polonia al mio figlio con degli esami specifici (presenza zuccheri nelle feci ecc) hanno diagnosticato intolleranza al lattosio e malassorbimento di fruttosio e in Italia invece hanno fatto prick test per le allergie dicendo poi che può mangiare tutto e al mio figlio sono tornati i sintomi. La cosa che mi stupisce sono queste differenze nelle terminogie, sembra che in Italia per intolleranza o allergia si usa la stessa parola? Il pediatra di mio figlio ha perfino usato nel referto il termine "allergia al lattosio" e visto che il lattosio non è una proteina non so come si può avere un allergia ad esso..
Sono tanto confusa.
SR

[#7] dopo  
Dr. Claudio Olivieri

36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2015
Si, esatto sono due cose distinte, per questo Le ho detto di parlarne con il suo medico curante per vedere se si puo' trattare di un'intolleranza o di qualche forma allergica. Ma, in considerazione della sua sintomatologia, Le consiglio di eseguire una visita otorinolaringoiatrica.
Buona giornata.
Dr. Claudio Olivieri

https://www.facebook.com/Claudio.Olivieri.Chirurgo.Pediatrico/