Utente 403XXX
Buon pomeriggio,
scrivo per ricevere un consulto riguardo i miei figli di 8 e 6 anni, entrambi vaccinati.
Ho il dubbio che possano aver contratto la pertosse, dato che hanno tosse dalla fine del mese di luglio la bambina e dall'inizio del mese di agosto il maschietto.
Ovviamente sono stati visitati sia dal pediatra, che in prima istanza ci ha dato da fare aerosol e sciroppo.
Partiti per le vacanze al mare sperando che la situazione migliorasse con appunto l'aria di mare, niente. Entrambi peggiorano, la bambina dopo questi attacchi spesso vomita (anche di notte). Dopo la maggior parte degli attacchi la bimba resta senza fiato e ci mette qualche secondo a rimettersi, per prendere aria deve fare un respiro profondo che emette un suono tipo urlo.
In vacanza ho portato entrambi i bimbi in guardia medica, mi hanno dato antibiotico Augmentin che io somministro per poi scoprire che mi hanno dato il dosaggio sbagliato. Dopo 3 giorni senza miglioramenti porto entrambi al Pronto Soccorso dopo un'episodio di vomito post attacco di tosse. Risultano entrambi puliti a livello di polmoni e bronchi, gola leggermente irritata dal tossire ma nulla di più. Nessuno da peso al vomito post attacco di tosse, ne al suono che fa (specialmente la bimba) per riprendere fiato dopo l'attacco. Mi ri-dosano correttamente l'antibiotico e io continuo a somministrarlo. La situazione è comunque stazionaria, i bambini hanno la tosse. Preciso che, attacchi di tosse a parte, i bambini stanno bene, giocano, mangiano e si godono le vacanze. Mai avuto febbre.
Di ritorno dal mare torno dal pediatra, polmoni e bronchi sempre liberi ma tosse ancora presente anche se il numero di attacchi è diminuito. Inizio terapia antibiotica con Zitromax per entrambi, per 5 giorni. Niente, tosse ancora li. sempre ad attacchi, sempre con mancanza d'aria finale. Si pensa quindi ad una forma virale e non somministro più nulla se non del miele mattina e sera.
Siamo all'inizio di ottobre e la tosse è ancora con noi, risentito il pediatra mi ha prescritto una serie gli esami ematici che farò nei prossimi giorni. Tutto questo per chiedere: può essere effettivamente pertosse ormai in fase di guarigione?
Mio marito è stato il primo ad iniziare con questa tosse a metà luglio.
Io ho la certezza di aver fatto a pertosse nella mia infanzia e sono l'unica in famiglia che non è stata contagiata da questa strana tosse.
Grazie in anticipo!

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
gentile signora
dalla sintomatologia descritta sembra essere certamente una pertosse, la persistenza della tosse può essere dovuto ad un ritardato trattamento antibiotico.Potrebbe essere utile una terapia aerosolica che nello specifico va prescritta dal suo pediatra curante
cordiali saluti
Dr. Gaetano Pinto

[#2] dopo  
Utente 403XXX

La ringrazio per la sua risposta. Sabato ho portato entrambi i bimbi a fare tutti gli esami ematici che mi sono stati prescritti. Avrò gli esiti venerdì.
Dato che il 12/10 mi era stato fissato il richiamo delle vaccinazioni per il bimbo di 6 anni, vale la pena posticiparlo rifissando l'appuntamento quando si scoprirà la causa della tosse e quindi verrà curata?
Grazie.

[#3] dopo  
Utente 403XXX

Buon pomeriggio,
sono arrivati gli esiti degli esami del sangue dei bimbi.

Per la bimba:
AC. IgG vs. Boprdetella Pertussis 303.8
(positivo >100 titolo anticorporale indicativo di infezione recente)
AC. IgM vs. Boprdetella Pertussis 11.9
(positivo >11)

Per il bimbo
AC. IgG vs. Boprdetella Pertussis 144.1
(positivo >100 titolo anticorporale indicativo di infezione recente)
AC. IgM vs. Boprdetella Pertussis 10.1
(dubbio 9-11
positivo >11)

Come li interpreto? Che hanno avuto la pertosse e ne stanno uscendo? Credo ormai sia tardi per una qualsiasi terapia...
Grazie mille per la vostra risposta.